Excite

Il mostro di Firenze diventa un film con George Clooney produttore

  • Getty Images

Il regista Chris McQuarrie, premio Oscar per la sceneggiatura de "I soliti sospetti", è volato a Firenze per effettuare i sopralluoghi necessari per lo sviluppo del suo prossimo progetto: quello di realizzare una pellicola dedicata al Mostro di Firenze, The Monster of Florence, tratta dal libro di Mario Spezi e Douglas Preston, edito in Italia con il titolo "Dodici colline di sangue".

La storia ripercorre i delitti fiorentini attribuiti ai cosidetti "compagni di merenda", che si svolsero per circa un ventennio, dal 1968 al 1985, e che suscitarono non solo un grande tumulto mediatico, ma anche il panico generale per la tipologia delle vittime, rappresentate da giovani fidanzati in atteggiamenti intimi. Le riprese non sono ancora iniziate, ma tra i finanziatori della pellicola risalta il nome della Smokehouse di George Clooney che, stando alle prime indiscrezioni, potrebbe avere un ruolo all'interno del film, impersonando, molto probabilmente, proprio lo scrittore del libro che nel 2000 si era trasferito in Italia per condurre un'idagine personale sulla vicenda del Mostro.

Nel frattempo, Chris McQuarrie è impegnato nella regia del quinto capitolo della saga di "Mission Impossible" con protagonista Tom Cruise e, mantenendo fede all'indole dedita a storie di enigmi, si prepara a portare sul grande schermo uno dei principali casi che colpì il Bel Paese, rivoltando la storia artistica di Firenze che ne fanno da sempre la culla del Rinascimento, per mostrarne, invece, un lato più oscuro e nascosto.

Il risalto ottenuto per i fatti che sconvolsero un popolo intero portò alla realizzazione di alcune pellicole, circolate con poca risonanza e in poche città italiane: L'assassino è ancora tra noi diretto da Camillo Teti, realizzato in modo frettoloso e con l'utilizzo di pochi mezzi, e Il mostro di Firenze di Antonello Grimaldi, tratto dall'omonimo libro del 1983 del giornalista e scrittore Mario Spezi e diretto da Cesare Ferrario. Quest'ultimo lavoro, diversamente dal primo, ebbe un buon successo di pubblico, nonostante sia stato oggetto di polemiche e al centro di vicende giudiziarie che ne ostacolarono l'uscita in sala.

Pare che già nel 2008 lo stesso Tom Cruise avesse acquisito i diritti del libro di Mario Spezi e Douglas Preston per trarne un adattamento cinematografico. Il progetto, successivamente naufragato, viene ripescato oggi da McQuarrie.

Guarda una scena tratta da "Il mostro di Firenze"

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2018