Excite

"Il Manipolatore": Martin Scorsese alla regia del film sulla vita di Alessandro Proto

  • Getty Images, ufficio stampa

Si intitolerà Il Manipolatore la pellicola dedicata al controverso personaggio italiano, il manager finanziario Alessandro Proto, di recente sempre più nell'occhio del ciclone e deciso ancora a negare ogni tipo di collaborazione alla realizzazione del film. Stando alle prime indisrezioni pare che la Focus Features abbia ottenuto la conferma dal Premio Oscar Martin Scorsese per la poltrona della regia. Secondo alcuni rumors, proprio qualche giorno fa la casa di produzione della Paramount ha preso contatto con lo stesso Proto per un incontro con il regista. Tuttavia, nonostante la succosa offerta, dagli uffici del broker sono partiti dei distinti e secchi rifiuti.

Leggi l'articolo sul rifiuto di Alessandro Proto del film con Channing Tatum

Date le voci circolate ultimamente al riguardo, sembra proprio che ogni tassello si stia gradualmente posizionando a completare l'intero mosaico di quella che si direbbe una sorta di biografia non autorizzata. Si era già parlato dell'interesse dello studio cinematografico nei confronti del manager e dalle prime chiamate agli uffici della Proto Organization Enterprises si è velocemente passati agli ok della troupe artistica, salvo poi non curarsi di quello (mancante) del diretto interessato, ancora restio a cedere alla celebrità da vip.

Al di là dei dinieghi di Alessandro Proto, la pellicola, che dovrebbe uscire nella stagione del 2016, corre sempre più verso la piena realizzazione, dato che a quanto si legge su alcune testate internazionali, Martin Scorsese volerà in direzione San Paolo del Brasile per avviare i ciak delle prime riprese della pellicola che vedrà, stavolta, Channing Tatum e Alessandra Ambrosio nel ruolo di protagonisti. Al sex symbol hollywoodiano e alla modella brasiliana si aggiunge il nome di Mark Bomback per la firma dello script che, pare, vada a mescolare tinte intriganti sulla scia di The Wolf of Wall Street con atmosfere più romanzate sul genere di 50 sfumature di grigio, altra dibattuta pellicola per cui Bomback ha revisionato la sceneggiatura.

Il mistero si fa ancora più fitto e il calderone denso di elementi che fanno discutere non mostra ancora segnali di piena cottura. Tra le vicessitudini che hanno coinvolto il manager finanziario, infatti, risuona anche la voce che lo vede ispiratore dell'ormai celebre personaggio del bestseller di E.L. James, quell'immaginario Mr Grey con cui Proto avrebbe in comune non solo le abitudini manageriali, ma anche l'atteggiamento riservato e complesso complice di quell'ambiguità che, da sempre, nutre ed alimenta l'opinione pubblica. Se rappresentare l'alter ego di un personaggio di tale clamore pubblico non è da tutti, lo è ancor meno il netto rifiuto di un'opportunità fruttuosa come quella che il nome di Scorsese potrebbe garantire. Al di là, poi, di ottenere una fama internazionale da bucare lo schermo.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017