Excite

"Il gioiellino", Molaioli racconta il crac Parmalat

Il crac Parmalat raccontato in un film: ci ha pensato Andrea Molaioli che, dopo l'esordio di successo con 'La ragazza del lago', torna al cinema da venerdì con 'Il gioiellino'.

Guarda le foto della presentazione del film a Roma

Un caso di cronaca recentissimo, raccontato pero' senza l'ausilio di interviste o spezzoni di tg: non un'inchiesta ma una pellicola drammatica in cui le vicende sono raccontate dal punto di vista dei protagonisti.

'Lo spunto iniziale del film - ha dichiarato il regista - nasce dall’interesse e anche dall’inquietudine che ho provato nei confronti dei sistemi che regolano la finanza, in genere inaccessibili ai più, ma capaci di investire drammaticamente la quotidianità dei cittadini quando i fallimenti vengono scoperti e arrivano a sconvolgere gli equilibri dell’economia reale'.

I protagonisti de 'il gioiellino' sono due attori con la A maiuscola, Remo Girone e Toni Servillo, nei panni dell'imprenditore di provincia e del suo fidato ragioniere, alter ego di Tanzi e Tonna. Il nome fittizio dell'azienda adoperato nella pellicola e' Leda.

Di quest'ultima viene raccontata l'ascesa e il declino, ripercorrendo dai primi anni '90 il disastro economico realmente avvenuto alla celebre azienda agro-alimentare. Nel cast, nei panni della raccomandata nipote dell'imprenditore, troviamo Sarah Felberbaum.

'La storia racchiusa nel film - anticipa Molaioli - finisce un attimo prima che esplodano in tutta la loro gravità le conseguenze del crac. Inoltre volevamo restare dentro quelle stanze cercando di afferrare in profondità, raccontando l'umanità delle persone coinvolte, quanto vi accadeva all'interno'.

Foto da YouTube

Guarda il trailer de 'Il gioiellino'

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2019