Excite

Il cinema Usa spenge le sigarette

Proprio come i film che contengono atti di sesso e violenza, in Usa saranno vietati ai minori le pellicole con scene in cui si fuma.
La decisione è della Motion Picture Association of America (Mpaa), la lobby del cinema statunitense che da 40 anni classifica le pellicole in base all'età degli spettatori.

I divieti scatteranno per le scene che rendono positivo il fumo o dove è diffuso, ma si terrà conto del contesto storico. "Nessun genitore vuole che i figli prendano l'abitudine di fumare, - ha spiegato il responsabile esecutivo della Mcaa, Dan Glickman - la risposta giusta del sistema di censura è di fornire più informazione ai genitori".

Ma il provvedimento non sarà automatico, come vorrebbero le associazioni contro il fumo: In concreto se un film sarà dichiarato "R Rated" al cinema i minori di 17 anni non potranno entrare, se non accompagnati da un adulto.
La commissione deciderà caso per caso.

"Ai genitori daremo notizie specifiche sulla questione", spiega ancora Glickman.
Hollywood tuttavia sta già cercando di smettere. I film in cui si fuma sono scesi dal 60 per cento al 52 per cento tra il luglio del 2004 e il luglio del 2006.
E tre quarti dei film in cui gli attori fumano erano già stati vietati ai minori per altre ragioni.

cinema.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017