Excite

Il cinema italiano al femminile in "Due partite"

Otto attrici e due generazioni, così lontane eppure così vicine: "Due partite", la commedia ispirata alla piece teatrale di Cristina Comencini, sarà nelle sale dal 6 marzo.

Guarda le immagini della presentazione del film "Due partite"

La pellicola diretta da Enzo Monteleone, vedrà protagoniste Margherita Buy, Marina Massironi, Isabella Ferrari e Paola Cortellesi nel ruolo di quattro amiche che negli anni '60 si riuniscono una volta a settimana per giocare a carte. In realtà l'incontro è lo spunto per sfogarsi tra amiche dei problemi inerenti alla vita privata: Claudia (Massironi) sembra una moglie e una madre perfetta ma nasconde una profonda infelicità, Gabriella (Buy) preferisce vive una vita di coppia passionale ma conflittuale, Sofia (Cortellesi) è disincantata perchè non ama il marito ed è stata piantata dall'amante, e Beatrice (Ferrari) aspetta un bambino ed è ancora capace di fare progetti sul futuro.

Trent'anni dopo le quattro figlie si ritrovano in seguito alla morte della madre di una di loro, interpretata da Alba Rohrwcher: il quartetto moderno è completato da Claudia Pandolfi, Carolina Crescentini e Valeria Milillo, donne in carriera ossessionate dalla maternità, dal successo o da mariti troppo soffocanti. Insomma, i tempi sono cambiati e le ragazze sono riuscite a realizzarsi, ma i problemi, seppur diversi, persistono.

Cristina Comencini è stata ben lieta che un uomo portasse la sua commedia sul grande schermo, perchè Monteleone scopre le donne e i loro sentimenti a modo suo: "Per me era fondamentale - ha dichiarato il regista - rispettare la forza del testo. Non ho fatto entrare nella storia i mariti e i compagni di queste donne, perché si sarebbe andati verso una commedia normale, alla Sex and the City, e non mi interessava. Il cinema però rispetto al teatro ha bisogno di maggiore realismo e per questo ho pensato a quattro attrici diverse per le figlie".

Le interpreti delle quattro figlie hanno dichiarato di aver chiesto consigli alle madri nella finzione, come Alba Rohrwcher: "La Ferrari mi ha aiutato a capire molti aspetti che di lei mi sfuggivano". Le "senior", invece, hanno tratto ispirazione dalla realtà: "Mia madre - ha dichiarato la Buy - e' nel mio immaginario una donna che avrebbe potuto fare tantissime cose e invece ha scelto la famiglia. E' stata lei la mia fonte di ispirazione per il personaggio".

Guarda il trailer di "Due partite"

cinema.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017