Excite

I 2 soliti idioti: Natale in casa De Ceglie

  • Area press film

Tornano i soliti idioti e si preparano a conquistare il boxoffice natalizio forti degli 11 milioni incassati lo scorso anno con il debutto sul grande schermo dei personaggi resi popolari dagli sketch trasmessi su Mtv. Fancesco Mandelli e Fabrizio Biggio, ancora una volta nei panni dello scorrettissimo Ruggero De Ceglie e dell’imbranato figlio Gianluca, invadono le sale con ben 500 copie dal prossimo 20 dicembre; Medusa affida a “I 2 soliti idioti” di Enrico Lando, sequel del primo lungometraggio tratto dalla serie comica, la sfida di questo Natale.

E il successo al botteghino è quasi una garanzia, ne è sicuro Pietro Valsecchi, il produttore dei due film: “Spariglierà il cinema a Natale. A voi il giudizio, a noi l'incasso. Rispetto ai personaggi del classico cinepanettone, loro due sono molto più giullari, mettono a nudo i nostri difetti, intaccando figure che non mettiamo mai in discussione: come i genitori. Con un linguaggio vero, contemporaneo, trasgressivo: e quindi spontaneo. Provate e vedere il film in sala con i ragazzi, io l'ho fatto: si divertono tantissimo. Per questo vengono così spesso attaccati".

Guarda le foto del film

Puntuale infatti arriva la polemica sull’eccessiva volgarità del linguaggio utilizzato, accusa alla quale la coppia comica risponde così: "Per me - ribatte Biggio - il politically correct non esiste. Chi stabilisce qual è il limite? Io e Francesco, grazie alla libertà di Mtv, di limiti non ce ne siamo mai dati. Noi crediamo in quello che facciamo: la parolaccia per noi non è un gratuita, ma ha un senso". “Ruggero è un pupazzo, - incalza Mandelli - la parolaccia per lui è una scorciatoia, come un'arma da eroe dei videogiochi. 'Daicazzo' è diventato un claim. Noi siamo volgari non per il linguaggio usato, ma per il tipo di società che mettiamo in scena. E quel mondo lo puoi descrivere solo in questo modo”.

Il film si concentra più che nel primo episodio sulla improbabile coppia padre-figlio, Ruggero e Gianluca; per salvare l’impero del Wurstel colpito dalla crisi Ruggero è disposto a tutto anche a chiedere aiuto al padre di Fabiana, la bistrattata fidanzata di Gianluca. Ed è qui che entra in gioco Teo Teocoli, guest star insieme all’attrice spagnola Miriam Giovanelli (sexy badante al fianco di Ruggero De Ceglie), Gianmarco Tognazzi (già presente nel primo episodio) e i Club Dogo, noto gruppo rap milanese che qui firma anche alcuni brani inediti come ‘Minchia Boh’.

A fare da contorno alla vicenda principale alcune tra le più popolari maschere interpretate per anni da Biggio e Mandelli: i coatti milanesi, Patrick e Alexio, i bambini di ‘Mamma esco’ Niccolo e Gigetto e i preti marketing. Certo il successo ci sarà, la fiducia nel marchio è alta se è vero che in cantiere c’è già un altro film, con tanto di trasferta newyorchese dei personaggi. In barba alle notizie di qualche tempo fa, secondo le quali il film sarebbe stato anche l’occasione di un’ultima apparizione della coppia comica nei panni dei soliti idioti. A quanto pare no.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017