Excite

Hilary Swank è l'aviatrice "Amelia"

Un'icona del femminismo, Amelia Earhart, arriva sul grande schermo interpretata dal doppio premio Oscar Hilary Swank: l'avventura della coraggiosa aviatrice e la sua tragica e misteriosa scomparsa sono raccontati nella pellicola "Amelia", da oggi al cinema.

La Earhart, nata alla fine dell'800, imparò da giovane a pilotare gli aerei, cosa insolita per una donna dell'epoca: sposò George Putnam, un ricco editore bostoniano che finanzierà le sue imprese aeree, e nel 1928 è la prima ad attraversare l'oceano Atlantico in aeroplano. Amelia accetta nuove sfide e nel '32 attraversa gli Stati Uniti partendo da Los Angeles e atterrando nel New Jersey.

Nel '37, a quasi quarant'anni, la Earhart decide di tentare l'impresa più estrema, il giro del mondo: a soli 7.000 km al termine del viaggio, l'aereo precipitò nel Pacifico ma i resti non furono mai trovati. Ancora oggi la morte dell'aviatrice è ancora avvolta nel mistero, e c'è chi dice che la donna sia ancora viva.

Il film è diretto dall'indiana Mira Nair, regista di "Moonsoon Wedding" e "La fiera della vanità": nel ruolo del marito di Amelia c'è l'affascinante Richard Gere mentre Ewan McGregor interpreta l'amante di Amelia, Gene Vidal, padre dello scrittore Gore. La Swank è anche produttrice della pellicola, nella quale sono adoperati rari automezzi dell'epoca: impossibile procurarsi il modello Lockheed Electra 10E (sostituito dal Lockheed 12A Electra Junior Hazy Lily), aereo usato dalla Earhart nella sua ultima impresa senza ritorno.

Guarda il trailer di "Amelia"

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017