Excite

"Gran Torino": il ritorno di Clint Eastwood

Chi ha visto il film in anteprima lo ha definito uno dei migliori lavori di Clint Eastwood: il 13 marzo uscirà nella sale "Gran Torino", in cui il regista non si è limitato a restare dietro la macchina da presa.

Infatti, dopo aver diretto Angelina Jolie in "The Changeling" (passato quasi inosservato nonostante la nomination Oscar per la protagonista), Eastwood ha girato in due settimane un pellicola spietata e profonda sul razzismo e sull'amicizia, in cui veste i panni del personaggio principale: il divo dei western all'italina degli anni '60 interpreta Walt Kowalski, un meccanico della Ford in pensione ed ex combattente in Corea. Rimasto vedovo, Walt vive in solitudine in una villetta della periferia di Detroit, pieno di rancore e pregiudizi verso le comunità asiatiche trasferitesi nel suo quartiere. Le cose cambiano quando il suo vicino, il giovane vietnamita Tao, tenta di rubargli la cosa a cui tiene di più, l'auto d'epoca modello Gran Torino.

In un film ben costruito, dai temi profondi e complessi, il maggior contributo è dato senz'altro da Eastwood, il cui personaggio è una summa di quelli interpretati in passato dall'attore, dall'ispettote Harry Callaghan all'allenatore Frankie Dunn di "Million Dollar Baby": un uomo burbero e antipatico ma che nel corso della storia si rivela incredibilmente umano, grazie all'amicizia con Tao e sua sorella Sue. Clint ha commentato: "E' interessante, e spesso divertente, il modo in cui Walt risulta pieno di pregiudizi all'inizio. E poi invece se ne libera, attraverso i rapporti che stabilisce".

In "Gran Torino", Eastwood è l'unico veterano del cinema e si circonda di un cast di giovani attori: gli esordienti Bee Vang e Ahney Her sono stati scelti fra gli innumerevoli provini per il ruolo di Tao e di sua sorella Sue, mentre Christopher Carley (conosciuto in "Leoni per agnelli") interpreta il giovane padre Janovich.

Guarda il trailer di "Gran Torino"

cinema.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017