Excite

Gli artisti protestano a Montecitorio

Gli artisti italiani si uniscono contro i tagli al Fus: ieri attori, registi e personalità del mondo del cinema hanno protestato in piazza Montecitorio contro i tagli al Fondo unico per lo spettacolo, privato di 82 milioni di euro rispetto al 2008.

Cifre alla mano, si passa dai 460 dello scorso anno ai 378 del 2009: tra palloncini neri in segno di lutto e accompagnati dal Coriolano di Beethoven, eseguito dal vivo dall’Orchestra regionale del Lazio, erano presenti in piazza Carlo Verdone, Mariangela Melato, Ettore Scola, Carlo Lizzani, Stefano Rulli e Citto Maselli,Maurizio Scaparro, Ricky Tognazzi, Giuliano Montaldo, Silvio Orlando, Carlo ed Enrico Vanzina e il press agent Enrico Lucherini.

Tra loro anche alcuni politici, come il segretario del Pd Dario Franceschini e Walter Veltroni. Se il ministro Tremonti non tornerà sui suoi passi, sarà approvata l’idea dello sceneggiatore e giornalista Andrea Purgatori, quella di bloccare la conferenza stampa della Mostra di Venezia prevista per il 30 luglio. E magari disertare anche il festival, a settembre, convincendo i registi italiani a ritirare dal concorso i propri film.

E' giunta l'adesione alla protesta anche da parte della deputata del Pd, componente della commissione Cultura della Camera, Emilia De Biasi: "Abbiamo presentato un emendamento al dl anticrisi che chiede l’immediato ripristino dei 200 milioni che il governo ha letteralemte 'scippato' al mondo della cultura. Alla Camera ci batteremo duramente, in aula e in commissione, - conclude - per scongiurare la chiusura di ogni forma di produzione culturale nel nostro Paese".

In piazza è intervenuto anche Luca Barbareschi, parlamentare del Pdl e uomo di spettacolo: "Per far sentire la nostra voce - ha dichiarato sul palco - dobbiamo scioperare a oltranza, anche per mesi, non basta fermarsi per un solo giorno. Solo così attireremo l’attenzione dei broadcaster. Purtroppo non credo che ci sarà una soluzione: il sistema culturale italiano si sta fermando - ha concluso - e in questo modo saremo colonizzati dai prodotti stranieri e la nostra tradizione cinematografica finirà col morire".

cinema.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017