Excite

Giffoni 2012: Nicolas Cage conquista la platea e oggi arriva Patti Smith

  • giffonifilmfestival.it

I ragazzi del Giffoni? Meglio dell'Oscar. Parola di Nicolas Cage, (super) ospite di ieri alla kermesse campana, dove è stato accolto dai giovani giurati e dai fan con grandissimo entusiasmo e da alcuni giornalisti con un paio di domande 'scomode'. Lo sgambetto della stampa sulla vicenda di presunti accertamenti fiscali da parte delle autorità USA sul suo patrimonio, infatti, non si è fatto attendere, ma il divo ha risposto senza imbarazzo nè incertezze: "Non ho mai evaso le tasse, altrimenti sarei in galera".

Chiusa lì? Manco per idea. A cercare di rovinare il clima festoso dell'incontro ci ha pensato un altro cronista indiscreto, che ha ricordato a Cage che ha sì vinto l'Oscar nel 1996 per 'Via da Las Vegas', ma pure qualche Razzie Award, per esempio per 'Ghost Rider' e l''Ultimo dei Templari'. L'attore, tuttavia, non si è scomposto e ancora una volta ha regalato una risposta che gli è valsa un lungo applauso: "I premi, al confronto di esperienze come quella offerta da Giffoni, sono poca cosa, non dò loro tanta importanza, non li prendo sul serio. Mentre occasioni come quelle regalate dal festival di Giffoni sono d'importanza primaria. Qui arrivano ragazzi da tutto il mondo e, stando insieme capiscono che, nonostante le differenze, siamo tutti uguali, siamo tutti essere umani".

Fortunatamente per Cage, il resto del'incontro è filato via senza ulteriori 'trappole' e, anzi, con molta partecipazione da parte del numeroso pubblico presente alla conferenza. Del resto lui, come visto, non ha lesinato complimenti al Festival, nè all'Italia - "sono orgoglioso delle mie origini italiane (è nipote di Francis Ford Coppola, ndr): mi piace la cultura, il cibo, la mitologia che c'è qui" - e a chi gli chiedeva dei suoi ruoli da supereroe ha risposto: "Se fossi un supereroe, fermerei la tortura dei bambini in Siria". Poi ha dato alcune anticipazioni sui prossimi impegni, dicendo di volersi concentrare sul suo futuro da attore e, quindi, si è congedato con una riflessione sul tema del GFF 2012, la felicità, che per lui significa vedere "le persone che amo stare bene" e godere delle "piccole cose”.

Archiviato l'uragano Cage, oggi tocca a due star del cinema e del web nostrani: Anita Caprioli e Guglielmo Scilla. La prima, vista tra gli altri in film come 'Immaturi' e il suo seguito, 'Manuale d'Amore' e 'Corpo Celeste', incontrerà la giuria alle 17.30, mentre "la YouTube celebrity più famosa in Italia", aka Willwoosh, ideatore della prima web serie del Belpaese, 'Freaks!', risponderà alle domande dei giovani giurati a partire dalle 18.30.

La giornata, infine, si concluderà con il concerto di uno degli ospiti musicali più attesi di questa edizione del Festival, Patti Smith. La 'sacerdotessa del rock' salirà sul palco alle 22.10, dopo avere incontrato la stampa e i fan nel pomeriggio, alle ore 15, alle Antiche Ramiere.

cinema.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017