Excite

Gianni Amelio: "Felice chi è diverso", il nuovo documentario gay

  • Getty Images

Gianni Amelio sta per approdare alla 64esima edizione della prossima Berlinale, che si svolgerà nella capitale europea dal 6 al 16 febbraio, per presentare il suo ultimo film dal titolo Felice chi è diverso.

Guarda le foto di Gianni Amelio sul red carpet di Venezia 2013

Il film, prodotto da Cinecittà Luce con la collaborazione di Rai Trade e Rai Cinema e con il contributo del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, sarà nelle sale italiane a partire dal prossimo marzo.

"Felice chi è diverso" affronterà la tematica omosessuale all'interno del contesto storico italiano che va dai primi anni del XX secolo fino agi anni '80, raccogliendo testimonianze e ricordi che ricostruiscano quella coralità di voci a lungo destinate al silenzio.

L'occhio meccanico della telecamera si trasformerà in testimone discreto volto a trasportare lo spettatore verso un insolito viaggio.

Durante l'evento supervisionato dalla kermesse tedesca, verranno anche presentati altri contributi dedicati alla stessa tematica.

Tra questi si ricorda il documentatio Mario Wirz, diretto da Rosa Von Praunheim, e dedicato allo scrittore Wirz, apertamente omosessuale, affetto da Aids e scomparso lo scorso anno a cinquantasei anni.

La pellicola di Rosa Von Praunheim sarà presentato nella sezione Panorama – Dokumente, in concorso insieme al film di Amelio.

Altre pellicola presentate alla Berinale saranno Test di Chris Mason Johnson incentrato sulla comunità gay di San Francisco degli anni '80 e Love is strange di Ira Sachs, già presentato al recente Sundance, che segue le vicessitudini e le difficoltà incontrate da una coppia di fatto newyorkese di vivere il proprio matrimonio.

Guarda una scena tratta da "Lamerica"

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2018