Excite

Venezia 2010, red carpet del film 'Venus Noire'

Alla 67a Mostra del Cinema di Venezia è la volta del film in concorso diretto dal regista tunisino Abdellatif Kechiche; "Venus Noire" racconta una storia particolare, quella della "venere ottentotta" (come fu soprannominata nell'Ottocento Saartjie Baartman), una giovane donna nera della tribù "Khoe Khoe" dell'Africa del Sud: quest'ultima, nata con gravi deformità fisiche, venne portata in Europa ed esibita come attrazione in un circo di Parigi, schernita in seguito da curiosi e avventori insensibili delle sue deformità. Una pellicola che per le sue immagini crude e spietate scuote le nostre coscienze. | Segui lo Speciale Venezia 2010 (©LaPresse)
Alla 67a Mostra del Cinema di Venezia è la volta del film in concorso diretto dal regista tunisino Abdellatif Kechiche; "Venus Noire" racconta una storia particolare, quella della "venere ottentotta" (come fu soprannominata nell'Ottocento Saartjie Baartman), una giovane donna nera della tribù "Khoe Khoe" dell'Africa del Sud: quest'ultima, nata con gravi deformità fisiche, venne portata in Europa ed esibita come attrazione in un circo di Parigi, schernita in seguito da curiosi e avventori insensibili delle sue deformità. Una pellicola che per le sue immagini crude e spietate scuote le nostre coscienze. | Segui lo Speciale Venezia 2010 (©LaPresse)
Alla 67a Mostra del Cinema di Venezia è la volta del film in concorso diretto dal regista tunisino Abdellatif Kechiche; "Venus Noire" racconta una storia particolare, quella della "venere ottentotta" (come fu soprannominata nell'Ottocento Saartjie Baartman), una giovane donna nera della tribù "Khoe Khoe" dell'Africa del Sud: quest'ultima, nata con gravi deformità fisiche, venne portata in Europa ed esibita come attrazione in un circo di Parigi, schernita in seguito da curiosi e avventori insensibili delle sue deformità. Una pellicola che per le sue immagini crude e spietate scuote le nostre coscienze. | Segui lo Speciale Venezia 2010 (©LaPresse)
Alla 67a Mostra del Cinema di Venezia è la volta del film in concorso diretto dal regista tunisino Abdellatif Kechiche; "Venus Noire" racconta una storia particolare, quella della "venere ottentotta" (come fu soprannominata nell'Ottocento Saartjie Baartman), una giovane donna nera della tribù "Khoe Khoe" dell'Africa del Sud: quest'ultima, nata con gravi deformità fisiche, venne portata in Europa ed esibita come attrazione in un circo di Parigi, schernita in seguito da curiosi e avventori insensibili delle sue deformità. Una pellicola che per le sue immagini crude e spietate scuote le nostre coscienze. | Segui lo Speciale Venezia 2010 (©LaPresse)
Alla 67a Mostra del Cinema di Venezia è la volta del film in concorso diretto dal regista tunisino Abdellatif Kechiche; "Venus Noire" racconta una storia particolare, quella della "venere ottentotta" (come fu soprannominata nell'Ottocento Saartjie Baartman), una giovane donna nera della tribù "Khoe Khoe" dell'Africa del Sud: quest'ultima, nata con gravi deformità fisiche, venne portata in Europa ed esibita come attrazione in un circo di Parigi, schernita in seguito da curiosi e avventori insensibili delle sue deformità. Una pellicola che per le sue immagini crude e spietate scuote le nostre coscienze. | Segui lo Speciale Venezia 2010 (©LaPresse)
Alla 67a Mostra del Cinema di Venezia è la volta del film in concorso diretto dal regista tunisino Abdellatif Kechiche; "Venus Noire" racconta una storia particolare, quella della "venere ottentotta" (come fu soprannominata nell'Ottocento Saartjie Baartman), una giovane donna nera della tribù "Khoe Khoe" dell'Africa del Sud: quest'ultima, nata con gravi deformità fisiche, venne portata in Europa ed esibita come attrazione in un circo di Parigi, schernita in seguito da curiosi e avventori insensibili delle sue deformità. Una pellicola che per le sue immagini crude e spietate scuote le nostre coscienze. | Segui lo Speciale Venezia 2010 (©LaPresse)
Alla 67a Mostra del Cinema di Venezia è la volta del film in concorso diretto dal regista tunisino Abdellatif Kechiche; "Venus Noire" racconta una storia particolare, quella della "venere ottentotta" (come fu soprannominata nell'Ottocento Saartjie Baartman), una giovane donna nera della tribù "Khoe Khoe" dell'Africa del Sud: quest'ultima, nata con gravi deformità fisiche, venne portata in Europa ed esibita come attrazione in un circo di Parigi, schernita in seguito da curiosi e avventori insensibili delle sue deformità. Una pellicola che per le sue immagini crude e spietate scuote le nostre coscienze. | Segui lo Speciale Venezia 2010 (©LaPresse)
Alla 67a Mostra del Cinema di Venezia è la volta del film in concorso diretto dal regista tunisino Abdellatif Kechiche; "Venus Noire" racconta una storia particolare, quella della "venere ottentotta" (come fu soprannominata nell'Ottocento Saartjie Baartman), una giovane donna nera della tribù "Khoe Khoe" dell'Africa del Sud: quest'ultima, nata con gravi deformità fisiche, venne portata in Europa ed esibita come attrazione in un circo di Parigi, schernita in seguito da curiosi e avventori insensibili delle sue deformità. Una pellicola che per le sue immagini crude e spietate scuote le nostre coscienze. | Segui lo Speciale Venezia 2010 (©LaPresse)
Alla 67a Mostra del Cinema di Venezia è la volta del film in concorso diretto dal regista tunisino Abdellatif Kechiche; "Venus Noire" racconta una storia particolare, quella della "venere ottentotta" (come fu soprannominata nell'Ottocento Saartjie Baartman), una giovane donna nera della tribù "Khoe Khoe" dell'Africa del Sud: quest'ultima, nata con gravi deformità fisiche, venne portata in Europa ed esibita come attrazione in un circo di Parigi, schernita in seguito da curiosi e avventori insensibili delle sue deformità. Una pellicola che per le sue immagini crude e spietate scuote le nostre coscienze. | Segui lo Speciale Venezia 2010 (©LaPresse)
Alla 67a Mostra del Cinema di Venezia è la volta del film in concorso diretto dal regista tunisino Abdellatif Kechiche; "Venus Noire" racconta una storia particolare, quella della "venere ottentotta" (come fu soprannominata nell'Ottocento Saartjie Baartman), una giovane donna nera della tribù "Khoe Khoe" dell'Africa del Sud: quest'ultima, nata con gravi deformità fisiche, venne portata in Europa ed esibita come attrazione in un circo di Parigi, schernita in seguito da curiosi e avventori insensibili delle sue deformità. Una pellicola che per le sue immagini crude e spietate scuote le nostre coscienze. | Segui lo Speciale Venezia 2010 (©LaPresse)
Alla 67a Mostra del Cinema di Venezia è la volta del film in concorso diretto dal regista tunisino Abdellatif Kechiche; "Venus Noire" racconta una storia particolare, quella della "venere ottentotta" (come fu soprannominata nell'Ottocento Saartjie Baartman), una giovane donna nera della tribù "Khoe Khoe" dell'Africa del Sud: quest'ultima, nata con gravi deformità fisiche, venne portata in Europa ed esibita come attrazione in un circo di Parigi, schernita in seguito da curiosi e avventori insensibili delle sue deformità. Una pellicola che per le sue immagini crude e spietate scuote le nostre coscienze. | Segui lo Speciale Venezia 2010 (©LaPresse)
Alla 67a Mostra del Cinema di Venezia è la volta del film in concorso diretto dal regista tunisino Abdellatif Kechiche; "Venus Noire" racconta una storia particolare, quella della "venere ottentotta" (come fu soprannominata nell'Ottocento Saartjie Baartman), una giovane donna nera della tribù "Khoe Khoe" dell'Africa del Sud: quest'ultima, nata con gravi deformità fisiche, venne portata in Europa ed esibita come attrazione in un circo di Parigi, schernita in seguito da curiosi e avventori insensibili delle sue deformità. Una pellicola che per le sue immagini crude e spietate scuote le nostre coscienze. | Segui lo Speciale Venezia 2010 (©LaPresse)
Alla 67a Mostra del Cinema di Venezia è la volta del film in concorso diretto dal regista tunisino Abdellatif Kechiche; "Venus Noire" racconta una storia particolare, quella della "venere ottentotta" (come fu soprannominata nell'Ottocento Saartjie Baartman), una giovane donna nera della tribù "Khoe Khoe" dell'Africa del Sud: quest'ultima, nata con gravi deformità fisiche, venne portata in Europa ed esibita come attrazione in un circo di Parigi, schernita in seguito da curiosi e avventori insensibili delle sue deformità. Una pellicola che per le sue immagini crude e spietate scuote le nostre coscienze. | Segui lo Speciale Venezia 2010 (©LaPresse)
Alla 67a Mostra del Cinema di Venezia è la volta del film in concorso diretto dal regista tunisino Abdellatif Kechiche; "Venus Noire" racconta una storia particolare, quella della "venere ottentotta" (come fu soprannominata nell'Ottocento Saartjie Baartman), una giovane donna nera della tribù "Khoe Khoe" dell'Africa del Sud: quest'ultima, nata con gravi deformità fisiche, venne portata in Europa ed esibita come attrazione in un circo di Parigi, schernita in seguito da curiosi e avventori insensibili delle sue deformità. Una pellicola che per le sue immagini crude e spietate scuote le nostre coscienze. | Segui lo Speciale Venezia 2010 (©LaPresse)
Alla 67a Mostra del Cinema di Venezia è la volta del film in concorso diretto dal regista tunisino Abdellatif Kechiche; "Venus Noire" racconta una storia particolare, quella della "venere ottentotta" (come fu soprannominata nell'Ottocento Saartjie Baartman), una giovane donna nera della tribù "Khoe Khoe" dell'Africa del Sud: quest'ultima, nata con gravi deformità fisiche, venne portata in Europa ed esibita come attrazione in un circo di Parigi, schernita in seguito da curiosi e avventori insensibili delle sue deformità. Una pellicola che per le sue immagini crude e spietate scuote le nostre coscienze. | Segui lo Speciale Venezia 2010 (©LaPresse)
Alla 67a Mostra del Cinema di Venezia è la volta del film in concorso diretto dal regista tunisino Abdellatif Kechiche; "Venus Noire" racconta una storia particolare, quella della "venere ottentotta" (come fu soprannominata nell'Ottocento Saartjie Baartman), una giovane donna nera della tribù "Khoe Khoe" dell'Africa del Sud: quest'ultima, nata con gravi deformità fisiche, venne portata in Europa ed esibita come attrazione in un circo di Parigi, schernita in seguito da curiosi e avventori insensibili delle sue deformità. Una pellicola che per le sue immagini crude e spietate scuote le nostre coscienze. | Segui lo Speciale Venezia 2010 (©LaPresse)
Alla 67a Mostra del Cinema di Venezia è la volta del film in concorso diretto dal regista tunisino Abdellatif Kechiche; "Venus Noire" racconta una storia particolare, quella della "venere ottentotta" (come fu soprannominata nell'Ottocento Saartjie Baartman), una giovane donna nera della tribù "Khoe Khoe" dell'Africa del Sud: quest'ultima, nata con gravi deformità fisiche, venne portata in Europa ed esibita come attrazione in un circo di Parigi, schernita in seguito da curiosi e avventori insensibili delle sue deformità. Una pellicola che per le sue immagini crude e spietate scuote le nostre coscienze. | Segui lo Speciale Venezia 2010 (©LaPresse)
Alla 67a Mostra del Cinema di Venezia è la volta del film in concorso diretto dal regista tunisino Abdellatif Kechiche; "Venus Noire" racconta una storia particolare, quella della "venere ottentotta" (come fu soprannominata nell'Ottocento Saartjie Baartman), una giovane donna nera della tribù "Khoe Khoe" dell'Africa del Sud: quest'ultima, nata con gravi deformità fisiche, venne portata in Europa ed esibita come attrazione in un circo di Parigi, schernita in seguito da curiosi e avventori insensibili delle sue deformità. Una pellicola che per le sue immagini crude e spietate scuote le nostre coscienze. | Segui lo Speciale Venezia 2010 (©LaPresse)
Alla 67a Mostra del Cinema di Venezia è la volta del film in concorso diretto dal regista tunisino Abdellatif Kechiche; "Venus Noire" racconta una storia particolare, quella della "venere ottentotta" (come fu soprannominata nell'Ottocento Saartjie Baartman), una giovane donna nera della tribù "Khoe Khoe" dell'Africa del Sud: quest'ultima, nata con gravi deformità fisiche, venne portata in Europa ed esibita come attrazione in un circo di Parigi, schernita in seguito da curiosi e avventori insensibili delle sue deformità. Una pellicola che per le sue immagini crude e spietate scuote le nostre coscienze. | Segui lo Speciale Venezia 2010 (©LaPresse)
Alla 67a Mostra del Cinema di Venezia è la volta del film in concorso diretto dal regista tunisino Abdellatif Kechiche; "Venus Noire" racconta una storia particolare, quella della "venere ottentotta" (come fu soprannominata nell'Ottocento Saartjie Baartman), una giovane donna nera della tribù "Khoe Khoe" dell'Africa del Sud: quest'ultima, nata con gravi deformità fisiche, venne portata in Europa ed esibita come attrazione in un circo di Parigi, schernita in seguito da curiosi e avventori insensibili delle sue deformità. Una pellicola che per le sue immagini crude e spietate scuote le nostre coscienze. | Segui lo Speciale Venezia 2010 (©LaPresse)
Alla 67a Mostra del Cinema di Venezia è la volta del film in concorso diretto dal regista tunisino Abdellatif Kechiche; "Venus Noire" racconta una storia particolare, quella della "venere ottentotta" (come fu soprannominata nell'Ottocento Saartjie Baartman), una giovane donna nera della tribù "Khoe Khoe" dell'Africa del Sud: quest'ultima, nata con gravi deformità fisiche, venne portata in Europa ed esibita come attrazione in un circo di Parigi, schernita in seguito da curiosi e avventori insensibili delle sue deformità. Una pellicola che per le sue immagini crude e spietate scuote le nostre coscienze. | Segui lo Speciale Venezia 2010 (©LaPresse)
Alla 67a Mostra del Cinema di Venezia è la volta del film in concorso diretto dal regista tunisino Abdellatif Kechiche; "Venus Noire" racconta una storia particolare, quella della "venere ottentotta" (come fu soprannominata nell'Ottocento Saartjie Baartman), una giovane donna nera della tribù "Khoe Khoe" dell'Africa del Sud: quest'ultima, nata con gravi deformità fisiche, venne portata in Europa ed esibita come attrazione in un circo di Parigi, schernita in seguito da curiosi e avventori insensibili delle sue deformità. Una pellicola che per le sue immagini crude e spietate scuote le nostre coscienze. | Segui lo Speciale Venezia 2010 (©LaPresse)
Alla 67a Mostra del Cinema di Venezia è la volta del film in concorso diretto dal regista tunisino Abdellatif Kechiche; "Venus Noire" racconta una storia particolare, quella della "venere ottentotta" (come fu soprannominata nell'Ottocento Saartjie Baartman), una giovane donna nera della tribù "Khoe Khoe" dell'Africa del Sud: quest'ultima, nata con gravi deformità fisiche, venne portata in Europa ed esibita come attrazione in un circo di Parigi, schernita in seguito da curiosi e avventori insensibili delle sue deformità. Una pellicola che per le sue immagini crude e spietate scuote le nostre coscienze. | Segui lo Speciale Venezia 2010 (©LaPresse)
Alla 67a Mostra del Cinema di Venezia è la volta del film in concorso diretto dal regista tunisino Abdellatif Kechiche; "Venus Noire" racconta una storia particolare, quella della "venere ottentotta" (come fu soprannominata nell'Ottocento Saartjie Baartman), una giovane donna nera della tribù "Khoe Khoe" dell'Africa del Sud: quest'ultima, nata con gravi deformità fisiche, venne portata in Europa ed esibita come attrazione in un circo di Parigi, schernita in seguito da curiosi e avventori insensibili delle sue deformità. Una pellicola che per le sue immagini crude e spietate scuote le nostre coscienze. | Segui lo Speciale Venezia 2010 (©LaPresse)
Alla 67a Mostra del Cinema di Venezia è la volta del film in concorso diretto dal regista tunisino Abdellatif Kechiche; "Venus Noire" racconta una storia particolare, quella della "venere ottentotta" (come fu soprannominata nell'Ottocento Saartjie Baartman), una giovane donna nera della tribù "Khoe Khoe" dell'Africa del Sud: quest'ultima, nata con gravi deformità fisiche, venne portata in Europa ed esibita come attrazione in un circo di Parigi, schernita in seguito da curiosi e avventori insensibili delle sue deformità. Una pellicola che per le sue immagini crude e spietate scuote le nostre coscienze. | Segui lo Speciale Venezia 2010 (©LaPresse)

cinema.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017