Excite

Foto: La pietà di Kim Ki-Duk

Kang-do (Lee Jung-Jin) è lo scagnozzo senza scrupoli di un usuraio di Seul che per recuperare i debiti dei più poveri non ricorre alle mezze misure, ma deturpa ogni operaio o artigiano che non sia stato in grado di pagare i propri debiti. Sulla sua strada, però, un giorno conosce la misteriosa Mi-sun (Cho Min-Soo), che gli confessa di essere la madre che, 30 anni prima, lo aveva abbandonato dopo la nascita.

Con Pietà, in concorso a Venezia 69, un nuovo inizio s'intravede nella carriera del regista coreano Kim Ki-Duk, che lo scorso anno al festival di Cannes aveva presentato Arirang, lo straziante film autobiografico che portava sul grande schermo la cupa e devastante depressione che lo aveva colpito dopo il terribile incidente di Dream.

Tra le opere in corsa per il Leone d'oro 2012 più applaudite dalla stampa, il film affronta con nichilismo il tema della perdita dei valori, veicolata dal protagonista, uno strozzino spietato, e affida a una figura femminile e tutt'altro che angelica un messaggio di speranza.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2019