Excite

Festival di Roma, manifestazione di Action all'auditorium

Nell'ultimo giorno della kermesse romana ennesima protesta dinanzi lo spazio antistante i cancelli dell'Auditorium da parte di 300 persone facenti parte di 'Action', movimento per il diritto alla casa e al lavoro. 'Più case meno caserme', lo slogan di alcuni striscioni esposti. Già nella prima giornata ci fu una manifestazione contro i tagli effettuati dal governo alla cultura.
(© LaPresse)
Nell'ultimo giorno della kermesse romana ennesima protesta dinanzi lo spazio antistante i cancelli dell'Auditorium da parte di 300 persone facenti parte di 'Action', movimento per il diritto alla casa e al lavoro. 'Più case meno caserme', lo slogan di alcuni striscioni esposti. Già nella prima giornata ci fu una manifestazione contro i tagli effettuati dal governo alla cultura.
(© LaPresse)
Nell'ultimo giorno della kermesse romana ennesima protesta dinanzi lo spazio antistante i cancelli dell'Auditorium da parte di 300 persone facenti parte di 'Action', movimento per il diritto alla casa e al lavoro. 'Più case meno caserme', lo slogan di alcuni striscioni esposti. Già nella prima giornata ci fu una manifestazione contro i tagli effettuati dal governo alla cultura.
(© LaPresse)
Nell'ultimo giorno della kermesse romana ennesima protesta dinanzi lo spazio antistante i cancelli dell'Auditorium da parte di 300 persone facenti parte di 'Action', movimento per il diritto alla casa e al lavoro. 'Più case meno caserme', lo slogan di alcuni striscioni esposti. Già nella prima giornata ci fu una manifestazione contro i tagli effettuati dal governo alla cultura.
(© LaPresse)
Nell'ultimo giorno della kermesse romana ennesima protesta dinanzi lo spazio antistante i cancelli dell'Auditorium da parte di 300 persone facenti parte di 'Action', movimento per il diritto alla casa e al lavoro. 'Più case meno caserme', lo slogan di alcuni striscioni esposti. Già nella prima giornata ci fu una manifestazione contro i tagli effettuati dal governo alla cultura.
(© LaPresse)
Nell'ultimo giorno della kermesse romana ennesima protesta dinanzi lo spazio antistante i cancelli dell'Auditorium da parte di 300 persone facenti parte di 'Action', movimento per il diritto alla casa e al lavoro. 'Più case meno caserme', lo slogan di alcuni striscioni esposti. Già nella prima giornata ci fu una manifestazione contro i tagli effettuati dal governo alla cultura.
(© LaPresse)
Nell'ultimo giorno della kermesse romana ennesima protesta dinanzi lo spazio antistante i cancelli dell'Auditorium da parte di 300 persone facenti parte di 'Action', movimento per il diritto alla casa e al lavoro. 'Più case meno caserme', lo slogan di alcuni striscioni esposti. Già nella prima giornata ci fu una manifestazione contro i tagli effettuati dal governo alla cultura.
(© LaPresse)
Nell'ultimo giorno della kermesse romana ennesima protesta dinanzi lo spazio antistante i cancelli dell'Auditorium da parte di 300 persone facenti parte di 'Action', movimento per il diritto alla casa e al lavoro. 'Più case meno caserme', lo slogan di alcuni striscioni esposti. Già nella prima giornata ci fu una manifestazione contro i tagli effettuati dal governo alla cultura.
(© LaPresse)
Nell'ultimo giorno della kermesse romana ennesima protesta dinanzi lo spazio antistante i cancelli dell'Auditorium da parte di 300 persone facenti parte di 'Action', movimento per il diritto alla casa e al lavoro. 'Più case meno caserme', lo slogan di alcuni striscioni esposti. Già nella prima giornata ci fu una manifestazione contro i tagli effettuati dal governo alla cultura.
(© LaPresse)
Nell'ultimo giorno della kermesse romana ennesima protesta dinanzi lo spazio antistante i cancelli dell'Auditorium da parte di 300 persone facenti parte di 'Action', movimento per il diritto alla casa e al lavoro. 'Più case meno caserme', lo slogan di alcuni striscioni esposti. Già nella prima giornata ci fu una manifestazione contro i tagli effettuati dal governo alla cultura.
(© LaPresse)
Nell'ultimo giorno della kermesse romana ennesima protesta dinanzi lo spazio antistante i cancelli dell'Auditorium da parte di 300 persone facenti parte di 'Action', movimento per il diritto alla casa e al lavoro. 'Più case meno caserme', lo slogan di alcuni striscioni esposti. Già nella prima giornata ci fu una manifestazione contro i tagli effettuati dal governo alla cultura.
(© LaPresse)
Nell'ultimo giorno della kermesse romana ennesima protesta dinanzi lo spazio antistante i cancelli dell'Auditorium da parte di 300 persone facenti parte di 'Action', movimento per il diritto alla casa e al lavoro. 'Più case meno caserme', lo slogan di alcuni striscioni esposti. Già nella prima giornata ci fu una manifestazione contro i tagli effettuati dal governo alla cultura.
(© LaPresse)
Nell'ultimo giorno della kermesse romana ennesima protesta dinanzi lo spazio antistante i cancelli dell'Auditorium da parte di 300 persone facenti parte di 'Action', movimento per il diritto alla casa e al lavoro. 'Più case meno caserme', lo slogan di alcuni striscioni esposti. Già nella prima giornata ci fu una manifestazione contro i tagli effettuati dal governo alla cultura.
(© LaPresse)
Nell'ultimo giorno della kermesse romana ennesima protesta dinanzi lo spazio antistante i cancelli dell'Auditorium da parte di 300 persone facenti parte di 'Action', movimento per il diritto alla casa e al lavoro. 'Più case meno caserme', lo slogan di alcuni striscioni esposti. Già nella prima giornata ci fu una manifestazione contro i tagli effettuati dal governo alla cultura.
(© LaPresse)
Nell'ultimo giorno della kermesse romana ennesima protesta dinanzi lo spazio antistante i cancelli dell'Auditorium da parte di 300 persone facenti parte di 'Action', movimento per il diritto alla casa e al lavoro. 'Più case meno caserme', lo slogan di alcuni striscioni esposti. Già nella prima giornata ci fu una manifestazione contro i tagli effettuati dal governo alla cultura.
(© LaPresse)
Nell'ultimo giorno della kermesse romana ennesima protesta dinanzi lo spazio antistante i cancelli dell'Auditorium da parte di 300 persone facenti parte di 'Action', movimento per il diritto alla casa e al lavoro. 'Più case meno caserme', lo slogan di alcuni striscioni esposti. Già nella prima giornata ci fu una manifestazione contro i tagli effettuati dal governo alla cultura.
(© LaPresse)
Nell'ultimo giorno della kermesse romana ennesima protesta dinanzi lo spazio antistante i cancelli dell'Auditorium da parte di 300 persone facenti parte di 'Action', movimento per il diritto alla casa e al lavoro. 'Più case meno caserme', lo slogan di alcuni striscioni esposti. Già nella prima giornata ci fu una manifestazione contro i tagli effettuati dal governo alla cultura.
(© LaPresse)
Nell'ultimo giorno della kermesse romana ennesima protesta dinanzi lo spazio antistante i cancelli dell'Auditorium da parte di 300 persone facenti parte di 'Action', movimento per il diritto alla casa e al lavoro. 'Più case meno caserme', lo slogan di alcuni striscioni esposti. Già nella prima giornata ci fu una manifestazione contro i tagli effettuati dal governo alla cultura.
(© LaPresse)
Nell'ultimo giorno della kermesse romana ennesima protesta dinanzi lo spazio antistante i cancelli dell'Auditorium da parte di 300 persone facenti parte di 'Action', movimento per il diritto alla casa e al lavoro. 'Più case meno caserme', lo slogan di alcuni striscioni esposti. Già nella prima giornata ci fu una manifestazione contro i tagli effettuati dal governo alla cultura.
(© LaPresse)

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017