Excite

Due Vite per Caso, la presentazione

Alessandro Aronadio, regista siciliano 24enne, propone il suo primo lavoro 'Due vite per caso'. Tema centrale del film è il disagio dei giovani, la loro cronica precarietà in un lavoro che cita più o meno esplicitamente 'Sliding Doors' e anche in modo sfumato le tragiche vicende del G8 di Genova. Appassionato da sempre della figura del doppio, Aronadio mette in campo in questo film la storia di Matteo Carli (alias Lorenzo Balducci), un ragazzo in attesa di qualcosa che non arriva e che a un certo punto, insieme a un suo amico, tampona la macchina di due poliziotti violenti e si ritrova a vivere una vita che non si aspettava affatto. Protagonista femminile è Isabella Ragonese che interpreta Sonia, una barista che ha una relazione con Matteo. Da venerdì 7 maggio nelle sale (©LaPresse)
Alessandro Aronadio, regista siciliano 24enne, propone il suo primo lavoro 'Due vite per caso'. Tema centrale del film è il disagio dei giovani, la loro cronica precarietà in un lavoro che cita più o meno esplicitamente 'Sliding Doors' e anche in modo sfumato le tragiche vicende del G8 di Genova. Appassionato da sempre della figura del doppio, Aronadio mette in campo in questo film la storia di Matteo Carli (alias Lorenzo Balducci), un ragazzo in attesa di qualcosa che non arriva e che a un certo punto, insieme a un suo amico, tampona la macchina di due poliziotti violenti e si ritrova a vivere una vita che non si aspettava affatto. Protagonista femminile è Isabella Ragonese che interpreta Sonia, una barista che ha una relazione con Matteo. Da venerdì 7 maggio nelle sale (©LaPresse)
Alessandro Aronadio, regista siciliano 24enne, propone il suo primo lavoro 'Due vite per caso'. Tema centrale del film è il disagio dei giovani, la loro cronica precarietà in un lavoro che cita più o meno esplicitamente 'Sliding Doors' e anche in modo sfumato le tragiche vicende del G8 di Genova. Appassionato da sempre della figura del doppio, Aronadio mette in campo in questo film la storia di Matteo Carli (alias Lorenzo Balducci), un ragazzo in attesa di qualcosa che non arriva e che a un certo punto, insieme a un suo amico, tampona la macchina di due poliziotti violenti e si ritrova a vivere una vita che non si aspettava affatto. Protagonista femminile è Isabella Ragonese che interpreta Sonia, una barista che ha una relazione con Matteo. Da venerdì 7 maggio nelle sale (©LaPresse)
Alessandro Aronadio, regista siciliano 24enne, propone il suo primo lavoro 'Due vite per caso'. Tema centrale del film è il disagio dei giovani, la loro cronica precarietà in un lavoro che cita più o meno esplicitamente 'Sliding Doors' e anche in modo sfumato le tragiche vicende del G8 di Genova. Appassionato da sempre della figura del doppio, Aronadio mette in campo in questo film la storia di Matteo Carli (alias Lorenzo Balducci), un ragazzo in attesa di qualcosa che non arriva e che a un certo punto, insieme a un suo amico, tampona la macchina di due poliziotti violenti e si ritrova a vivere una vita che non si aspettava affatto. Protagonista femminile è Isabella Ragonese che interpreta Sonia, una barista che ha una relazione con Matteo. Da venerdì 7 maggio nelle sale (©LaPresse)
Alessandro Aronadio, regista siciliano 24enne, propone il suo primo lavoro 'Due vite per caso'. Tema centrale del film è il disagio dei giovani, la loro cronica precarietà in un lavoro che cita più o meno esplicitamente 'Sliding Doors' e anche in modo sfumato le tragiche vicende del G8 di Genova. Appassionato da sempre della figura del doppio, Aronadio mette in campo in questo film la storia di Matteo Carli (alias Lorenzo Balducci), un ragazzo in attesa di qualcosa che non arriva e che a un certo punto, insieme a un suo amico, tampona la macchina di due poliziotti violenti e si ritrova a vivere una vita che non si aspettava affatto. Protagonista femminile è Isabella Ragonese che interpreta Sonia, una barista che ha una relazione con Matteo. Da venerdì 7 maggio nelle sale (©LaPresse)
Alessandro Aronadio, regista siciliano 24enne, propone il suo primo lavoro 'Due vite per caso'. Tema centrale del film è il disagio dei giovani, la loro cronica precarietà in un lavoro che cita più o meno esplicitamente 'Sliding Doors' e anche in modo sfumato le tragiche vicende del G8 di Genova. Appassionato da sempre della figura del doppio, Aronadio mette in campo in questo film la storia di Matteo Carli (alias Lorenzo Balducci), un ragazzo in attesa di qualcosa che non arriva e che a un certo punto, insieme a un suo amico, tampona la macchina di due poliziotti violenti e si ritrova a vivere una vita che non si aspettava affatto. Protagonista femminile è Isabella Ragonese che interpreta Sonia, una barista che ha una relazione con Matteo. Da venerdì 7 maggio nelle sale (©LaPresse)
Alessandro Aronadio, regista siciliano 24enne, propone il suo primo lavoro 'Due vite per caso'. Tema centrale del film è il disagio dei giovani, la loro cronica precarietà in un lavoro che cita più o meno esplicitamente 'Sliding Doors' e anche in modo sfumato le tragiche vicende del G8 di Genova. Appassionato da sempre della figura del doppio, Aronadio mette in campo in questo film la storia di Matteo Carli (alias Lorenzo Balducci), un ragazzo in attesa di qualcosa che non arriva e che a un certo punto, insieme a un suo amico, tampona la macchina di due poliziotti violenti e si ritrova a vivere una vita che non si aspettava affatto. Protagonista femminile è Isabella Ragonese che interpreta Sonia, una barista che ha una relazione con Matteo. Da venerdì 7 maggio nelle sale (©LaPresse)
Alessandro Aronadio, regista siciliano 24enne, propone il suo primo lavoro 'Due vite per caso'. Tema centrale del film è il disagio dei giovani, la loro cronica precarietà in un lavoro che cita più o meno esplicitamente 'Sliding Doors' e anche in modo sfumato le tragiche vicende del G8 di Genova. Appassionato da sempre della figura del doppio, Aronadio mette in campo in questo film la storia di Matteo Carli (alias Lorenzo Balducci), un ragazzo in attesa di qualcosa che non arriva e che a un certo punto, insieme a un suo amico, tampona la macchina di due poliziotti violenti e si ritrova a vivere una vita che non si aspettava affatto. Protagonista femminile è Isabella Ragonese che interpreta Sonia, una barista che ha una relazione con Matteo. Da venerdì 7 maggio nelle sale (©LaPresse)
Alessandro Aronadio, regista siciliano 24enne, propone il suo primo lavoro 'Due vite per caso'. Tema centrale del film è il disagio dei giovani, la loro cronica precarietà in un lavoro che cita più o meno esplicitamente 'Sliding Doors' e anche in modo sfumato le tragiche vicende del G8 di Genova. Appassionato da sempre della figura del doppio, Aronadio mette in campo in questo film la storia di Matteo Carli (alias Lorenzo Balducci), un ragazzo in attesa di qualcosa che non arriva e che a un certo punto, insieme a un suo amico, tampona la macchina di due poliziotti violenti e si ritrova a vivere una vita che non si aspettava affatto. Protagonista femminile è Isabella Ragonese che interpreta Sonia, una barista che ha una relazione con Matteo. Da venerdì 7 maggio nelle sale (©LaPresse)
Alessandro Aronadio, regista siciliano 24enne, propone il suo primo lavoro 'Due vite per caso'. Tema centrale del film è il disagio dei giovani, la loro cronica precarietà in un lavoro che cita più o meno esplicitamente 'Sliding Doors' e anche in modo sfumato le tragiche vicende del G8 di Genova. Appassionato da sempre della figura del doppio, Aronadio mette in campo in questo film la storia di Matteo Carli (alias Lorenzo Balducci), un ragazzo in attesa di qualcosa che non arriva e che a un certo punto, insieme a un suo amico, tampona la macchina di due poliziotti violenti e si ritrova a vivere una vita che non si aspettava affatto. Protagonista femminile è Isabella Ragonese che interpreta Sonia, una barista che ha una relazione con Matteo. Da venerdì 7 maggio nelle sale (©LaPresse)
Alessandro Aronadio, regista siciliano 24enne, propone il suo primo lavoro 'Due vite per caso'. Tema centrale del film è il disagio dei giovani, la loro cronica precarietà in un lavoro che cita più o meno esplicitamente 'Sliding Doors' e anche in modo sfumato le tragiche vicende del G8 di Genova. Appassionato da sempre della figura del doppio, Aronadio mette in campo in questo film la storia di Matteo Carli (alias Lorenzo Balducci), un ragazzo in attesa di qualcosa che non arriva e che a un certo punto, insieme a un suo amico, tampona la macchina di due poliziotti violenti e si ritrova a vivere una vita che non si aspettava affatto. Protagonista femminile è Isabella Ragonese che interpreta Sonia, una barista che ha una relazione con Matteo. Da venerdì 7 maggio nelle sale (©LaPresse)
Alessandro Aronadio, regista siciliano 24enne, propone il suo primo lavoro 'Due vite per caso'. Tema centrale del film è il disagio dei giovani, la loro cronica precarietà in un lavoro che cita più o meno esplicitamente 'Sliding Doors' e anche in modo sfumato le tragiche vicende del G8 di Genova. Appassionato da sempre della figura del doppio, Aronadio mette in campo in questo film la storia di Matteo Carli (alias Lorenzo Balducci), un ragazzo in attesa di qualcosa che non arriva e che a un certo punto, insieme a un suo amico, tampona la macchina di due poliziotti violenti e si ritrova a vivere una vita che non si aspettava affatto. Protagonista femminile è Isabella Ragonese che interpreta Sonia, una barista che ha una relazione con Matteo. Da venerdì 7 maggio nelle sale (©LaPresse)
Alessandro Aronadio, regista siciliano 24enne, propone il suo primo lavoro 'Due vite per caso'. Tema centrale del film è il disagio dei giovani, la loro cronica precarietà in un lavoro che cita più o meno esplicitamente 'Sliding Doors' e anche in modo sfumato le tragiche vicende del G8 di Genova. Appassionato da sempre della figura del doppio, Aronadio mette in campo in questo film la storia di Matteo Carli (alias Lorenzo Balducci), un ragazzo in attesa di qualcosa che non arriva e che a un certo punto, insieme a un suo amico, tampona la macchina di due poliziotti violenti e si ritrova a vivere una vita che non si aspettava affatto. Protagonista femminile è Isabella Ragonese che interpreta Sonia, una barista che ha una relazione con Matteo. Da venerdì 7 maggio nelle sale (©LaPresse)
Alessandro Aronadio, regista siciliano 24enne, propone il suo primo lavoro 'Due vite per caso'. Tema centrale del film è il disagio dei giovani, la loro cronica precarietà in un lavoro che cita più o meno esplicitamente 'Sliding Doors' e anche in modo sfumato le tragiche vicende del G8 di Genova. Appassionato da sempre della figura del doppio, Aronadio mette in campo in questo film la storia di Matteo Carli (alias Lorenzo Balducci), un ragazzo in attesa di qualcosa che non arriva e che a un certo punto, insieme a un suo amico, tampona la macchina di due poliziotti violenti e si ritrova a vivere una vita che non si aspettava affatto. Protagonista femminile è Isabella Ragonese che interpreta Sonia, una barista che ha una relazione con Matteo. Da venerdì 7 maggio nelle sale (©LaPresse)
Alessandro Aronadio, regista siciliano 24enne, propone il suo primo lavoro 'Due vite per caso'. Tema centrale del film è il disagio dei giovani, la loro cronica precarietà in un lavoro che cita più o meno esplicitamente 'Sliding Doors' e anche in modo sfumato le tragiche vicende del G8 di Genova. Appassionato da sempre della figura del doppio, Aronadio mette in campo in questo film la storia di Matteo Carli (alias Lorenzo Balducci), un ragazzo in attesa di qualcosa che non arriva e che a un certo punto, insieme a un suo amico, tampona la macchina di due poliziotti violenti e si ritrova a vivere una vita che non si aspettava affatto. Protagonista femminile è Isabella Ragonese che interpreta Sonia, una barista che ha una relazione con Matteo. Da venerdì 7 maggio nelle sale (©LaPresse)
Alessandro Aronadio, regista siciliano 24enne, propone il suo primo lavoro 'Due vite per caso'. Tema centrale del film è il disagio dei giovani, la loro cronica precarietà in un lavoro che cita più o meno esplicitamente 'Sliding Doors' e anche in modo sfumato le tragiche vicende del G8 di Genova. Appassionato da sempre della figura del doppio, Aronadio mette in campo in questo film la storia di Matteo Carli (alias Lorenzo Balducci), un ragazzo in attesa di qualcosa che non arriva e che a un certo punto, insieme a un suo amico, tampona la macchina di due poliziotti violenti e si ritrova a vivere una vita che non si aspettava affatto. Protagonista femminile è Isabella Ragonese che interpreta Sonia, una barista che ha una relazione con Matteo. Da venerdì 7 maggio nelle sale (©LaPresse)
Alessandro Aronadio, regista siciliano 24enne, propone il suo primo lavoro 'Due vite per caso'. Tema centrale del film è il disagio dei giovani, la loro cronica precarietà in un lavoro che cita più o meno esplicitamente 'Sliding Doors' e anche in modo sfumato le tragiche vicende del G8 di Genova. Appassionato da sempre della figura del doppio, Aronadio mette in campo in questo film la storia di Matteo Carli (alias Lorenzo Balducci), un ragazzo in attesa di qualcosa che non arriva e che a un certo punto, insieme a un suo amico, tampona la macchina di due poliziotti violenti e si ritrova a vivere una vita che non si aspettava affatto. Protagonista femminile è Isabella Ragonese che interpreta Sonia, una barista che ha una relazione con Matteo. Da venerdì 7 maggio nelle sale (©LaPresse)
Alessandro Aronadio, regista siciliano 24enne, propone il suo primo lavoro 'Due vite per caso'. Tema centrale del film è il disagio dei giovani, la loro cronica precarietà in un lavoro che cita più o meno esplicitamente 'Sliding Doors' e anche in modo sfumato le tragiche vicende del G8 di Genova. Appassionato da sempre della figura del doppio, Aronadio mette in campo in questo film la storia di Matteo Carli (alias Lorenzo Balducci), un ragazzo in attesa di qualcosa che non arriva e che a un certo punto, insieme a un suo amico, tampona la macchina di due poliziotti violenti e si ritrova a vivere una vita che non si aspettava affatto. Protagonista femminile è Isabella Ragonese che interpreta Sonia, una barista che ha una relazione con Matteo. Da venerdì 7 maggio nelle sale (©LaPresse)
Alessandro Aronadio, regista siciliano 24enne, propone il suo primo lavoro 'Due vite per caso'. Tema centrale del film è il disagio dei giovani, la loro cronica precarietà in un lavoro che cita più o meno esplicitamente 'Sliding Doors' e anche in modo sfumato le tragiche vicende del G8 di Genova. Appassionato da sempre della figura del doppio, Aronadio mette in campo in questo film la storia di Matteo Carli (alias Lorenzo Balducci), un ragazzo in attesa di qualcosa che non arriva e che a un certo punto, insieme a un suo amico, tampona la macchina di due poliziotti violenti e si ritrova a vivere una vita che non si aspettava affatto. Protagonista femminile è Isabella Ragonese che interpreta Sonia, una barista che ha una relazione con Matteo. Da venerdì 7 maggio nelle sale (©LaPresse)
Alessandro Aronadio, regista siciliano 24enne, propone il suo primo lavoro 'Due vite per caso'. Tema centrale del film è il disagio dei giovani, la loro cronica precarietà in un lavoro che cita più o meno esplicitamente 'Sliding Doors' e anche in modo sfumato le tragiche vicende del G8 di Genova. Appassionato da sempre della figura del doppio, Aronadio mette in campo in questo film la storia di Matteo Carli (alias Lorenzo Balducci), un ragazzo in attesa di qualcosa che non arriva e che a un certo punto, insieme a un suo amico, tampona la macchina di due poliziotti violenti e si ritrova a vivere una vita che non si aspettava affatto. Protagonista femminile è Isabella Ragonese che interpreta Sonia, una barista che ha una relazione con Matteo. Da venerdì 7 maggio nelle sale (©LaPresse)
Alessandro Aronadio, regista siciliano 24enne, propone il suo primo lavoro 'Due vite per caso'. Tema centrale del film è il disagio dei giovani, la loro cronica precarietà in un lavoro che cita più o meno esplicitamente 'Sliding Doors' e anche in modo sfumato le tragiche vicende del G8 di Genova. Appassionato da sempre della figura del doppio, Aronadio mette in campo in questo film la storia di Matteo Carli (alias Lorenzo Balducci), un ragazzo in attesa di qualcosa che non arriva e che a un certo punto, insieme a un suo amico, tampona la macchina di due poliziotti violenti e si ritrova a vivere una vita che non si aspettava affatto. Protagonista femminile è Isabella Ragonese che interpreta Sonia, una barista che ha una relazione con Matteo. Da venerdì 7 maggio nelle sale (©LaPresse)
Alessandro Aronadio, regista siciliano 24enne, propone il suo primo lavoro 'Due vite per caso'. Tema centrale del film è il disagio dei giovani, la loro cronica precarietà in un lavoro che cita più o meno esplicitamente 'Sliding Doors' e anche in modo sfumato le tragiche vicende del G8 di Genova. Appassionato da sempre della figura del doppio, Aronadio mette in campo in questo film la storia di Matteo Carli (alias Lorenzo Balducci), un ragazzo in attesa di qualcosa che non arriva e che a un certo punto, insieme a un suo amico, tampona la macchina di due poliziotti violenti e si ritrova a vivere una vita che non si aspettava affatto. Protagonista femminile è Isabella Ragonese che interpreta Sonia, una barista che ha una relazione con Matteo. Da venerdì 7 maggio nelle sale (©LaPresse)
Alessandro Aronadio, regista siciliano 24enne, propone il suo primo lavoro 'Due vite per caso'. Tema centrale del film è il disagio dei giovani, la loro cronica precarietà in un lavoro che cita più o meno esplicitamente 'Sliding Doors' e anche in modo sfumato le tragiche vicende del G8 di Genova. Appassionato da sempre della figura del doppio, Aronadio mette in campo in questo film la storia di Matteo Carli (alias Lorenzo Balducci), un ragazzo in attesa di qualcosa che non arriva e che a un certo punto, insieme a un suo amico, tampona la macchina di due poliziotti violenti e si ritrova a vivere una vita che non si aspettava affatto. Protagonista femminile è Isabella Ragonese che interpreta Sonia, una barista che ha una relazione con Matteo. Da venerdì 7 maggio nelle sale (©LaPresse)
Alessandro Aronadio, regista siciliano 24enne, propone il suo primo lavoro 'Due vite per caso'. Tema centrale del film è il disagio dei giovani, la loro cronica precarietà in un lavoro che cita più o meno esplicitamente 'Sliding Doors' e anche in modo sfumato le tragiche vicende del G8 di Genova. Appassionato da sempre della figura del doppio, Aronadio mette in campo in questo film la storia di Matteo Carli (alias Lorenzo Balducci), un ragazzo in attesa di qualcosa che non arriva e che a un certo punto, insieme a un suo amico, tampona la macchina di due poliziotti violenti e si ritrova a vivere una vita che non si aspettava affatto. Protagonista femminile è Isabella Ragonese che interpreta Sonia, una barista che ha una relazione con Matteo. Da venerdì 7 maggio nelle sale (©LaPresse)
Alessandro Aronadio, regista siciliano 24enne, propone il suo primo lavoro 'Due vite per caso'. Tema centrale del film è il disagio dei giovani, la loro cronica precarietà in un lavoro che cita più o meno esplicitamente 'Sliding Doors' e anche in modo sfumato le tragiche vicende del G8 di Genova. Appassionato da sempre della figura del doppio, Aronadio mette in campo in questo film la storia di Matteo Carli (alias Lorenzo Balducci), un ragazzo in attesa di qualcosa che non arriva e che a un certo punto, insieme a un suo amico, tampona la macchina di due poliziotti violenti e si ritrova a vivere una vita che non si aspettava affatto. Protagonista femminile è Isabella Ragonese che interpreta Sonia, una barista che ha una relazione con Matteo. Da venerdì 7 maggio nelle sale (©LaPresse)
Alessandro Aronadio, regista siciliano 24enne, propone il suo primo lavoro 'Due vite per caso'. Tema centrale del film è il disagio dei giovani, la loro cronica precarietà in un lavoro che cita più o meno esplicitamente 'Sliding Doors' e anche in modo sfumato le tragiche vicende del G8 di Genova. Appassionato da sempre della figura del doppio, Aronadio mette in campo in questo film la storia di Matteo Carli (alias Lorenzo Balducci), un ragazzo in attesa di qualcosa che non arriva e che a un certo punto, insieme a un suo amico, tampona la macchina di due poliziotti violenti e si ritrova a vivere una vita che non si aspettava affatto. Protagonista femminile è Isabella Ragonese che interpreta Sonia, una barista che ha una relazione con Matteo. Da venerdì 7 maggio nelle sale (©LaPresse)
Alessandro Aronadio, regista siciliano 24enne, propone il suo primo lavoro 'Due vite per caso'. Tema centrale del film è il disagio dei giovani, la loro cronica precarietà in un lavoro che cita più o meno esplicitamente 'Sliding Doors' e anche in modo sfumato le tragiche vicende del G8 di Genova. Appassionato da sempre della figura del doppio, Aronadio mette in campo in questo film la storia di Matteo Carli (alias Lorenzo Balducci), un ragazzo in attesa di qualcosa che non arriva e che a un certo punto, insieme a un suo amico, tampona la macchina di due poliziotti violenti e si ritrova a vivere una vita che non si aspettava affatto. Protagonista femminile è Isabella Ragonese che interpreta Sonia, una barista che ha una relazione con Matteo. Da venerdì 7 maggio nelle sale (©LaPresse)
Alessandro Aronadio, regista siciliano 24enne, propone il suo primo lavoro 'Due vite per caso'. Tema centrale del film è il disagio dei giovani, la loro cronica precarietà in un lavoro che cita più o meno esplicitamente 'Sliding Doors' e anche in modo sfumato le tragiche vicende del G8 di Genova. Appassionato da sempre della figura del doppio, Aronadio mette in campo in questo film la storia di Matteo Carli (alias Lorenzo Balducci), un ragazzo in attesa di qualcosa che non arriva e che a un certo punto, insieme a un suo amico, tampona la macchina di due poliziotti violenti e si ritrova a vivere una vita che non si aspettava affatto. Protagonista femminile è Isabella Ragonese che interpreta Sonia, una barista che ha una relazione con Matteo. Da venerdì 7 maggio nelle sale (©LaPresse)
Alessandro Aronadio, regista siciliano 24enne, propone il suo primo lavoro 'Due vite per caso'. Tema centrale del film è il disagio dei giovani, la loro cronica precarietà in un lavoro che cita più o meno esplicitamente 'Sliding Doors' e anche in modo sfumato le tragiche vicende del G8 di Genova. Appassionato da sempre della figura del doppio, Aronadio mette in campo in questo film la storia di Matteo Carli (alias Lorenzo Balducci), un ragazzo in attesa di qualcosa che non arriva e che a un certo punto, insieme a un suo amico, tampona la macchina di due poliziotti violenti e si ritrova a vivere una vita che non si aspettava affatto. Protagonista femminile è Isabella Ragonese che interpreta Sonia, una barista che ha una relazione con Matteo. Da venerdì 7 maggio nelle sale (©LaPresse)
Alessandro Aronadio, regista siciliano 24enne, propone il suo primo lavoro 'Due vite per caso'. Tema centrale del film è il disagio dei giovani, la loro cronica precarietà in un lavoro che cita più o meno esplicitamente 'Sliding Doors' e anche in modo sfumato le tragiche vicende del G8 di Genova. Appassionato da sempre della figura del doppio, Aronadio mette in campo in questo film la storia di Matteo Carli (alias Lorenzo Balducci), un ragazzo in attesa di qualcosa che non arriva e che a un certo punto, insieme a un suo amico, tampona la macchina di due poliziotti violenti e si ritrova a vivere una vita che non si aspettava affatto. Protagonista femminile è Isabella Ragonese che interpreta Sonia, una barista che ha una relazione con Matteo. Da venerdì 7 maggio nelle sale (©LaPresse)
Alessandro Aronadio, regista siciliano 24enne, propone il suo primo lavoro 'Due vite per caso'. Tema centrale del film è il disagio dei giovani, la loro cronica precarietà in un lavoro che cita più o meno esplicitamente 'Sliding Doors' e anche in modo sfumato le tragiche vicende del G8 di Genova. Appassionato da sempre della figura del doppio, Aronadio mette in campo in questo film la storia di Matteo Carli (alias Lorenzo Balducci), un ragazzo in attesa di qualcosa che non arriva e che a un certo punto, insieme a un suo amico, tampona la macchina di due poliziotti violenti e si ritrova a vivere una vita che non si aspettava affatto. Protagonista femminile è Isabella Ragonese che interpreta Sonia, una barista che ha una relazione con Matteo. Da venerdì 7 maggio nelle sale (©LaPresse)
Alessandro Aronadio, regista siciliano 24enne, propone il suo primo lavoro 'Due vite per caso'. Tema centrale del film è il disagio dei giovani, la loro cronica precarietà in un lavoro che cita più o meno esplicitamente 'Sliding Doors' e anche in modo sfumato le tragiche vicende del G8 di Genova. Appassionato da sempre della figura del doppio, Aronadio mette in campo in questo film la storia di Matteo Carli (alias Lorenzo Balducci), un ragazzo in attesa di qualcosa che non arriva e che a un certo punto, insieme a un suo amico, tampona la macchina di due poliziotti violenti e si ritrova a vivere una vita che non si aspettava affatto. Protagonista femminile è Isabella Ragonese che interpreta Sonia, una barista che ha una relazione con Matteo. Da venerdì 7 maggio nelle sale (©LaPresse)
Alessandro Aronadio, regista siciliano 24enne, propone il suo primo lavoro 'Due vite per caso'. Tema centrale del film è il disagio dei giovani, la loro cronica precarietà in un lavoro che cita più o meno esplicitamente 'Sliding Doors' e anche in modo sfumato le tragiche vicende del G8 di Genova. Appassionato da sempre della figura del doppio, Aronadio mette in campo in questo film la storia di Matteo Carli (alias Lorenzo Balducci), un ragazzo in attesa di qualcosa che non arriva e che a un certo punto, insieme a un suo amico, tampona la macchina di due poliziotti violenti e si ritrova a vivere una vita che non si aspettava affatto. Protagonista femminile è Isabella Ragonese che interpreta Sonia, una barista che ha una relazione con Matteo. Da venerdì 7 maggio nelle sale (©LaPresse)

cinema.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017