Excite

Audrey Hepburn

Audrey Hepburn nasce a Bruxelles nel 1929 da una baronessa olandese e da un uomo d'affari irlandese. Si trasferisce molto piccola in Inghilterra dove studia danza: il suo esordio nel mondo dello spettacolo è infatti come ballerina.

Al cinema esordisce nel 1951 con una particina in Risate in Paradiso di Mario Zampi a cui fanno seguito ruoli in film di scarso livello.

Il 1953 vede la consacrazione della Hepburn come stella del firmamento Hollywoodiano nel ruolo di protagonista in Vacanze Romane di W. Wayler che le valse un premio Oscar.

I film più riusciti della sua carriera sono quelli che la vedono vestire i panni di giovane donna un po' svampita, alla ricerca di un buon partito (Sabrina 1954; Cenerentola a Parigi 1957; Arianna 1957; Colazione da Tiffany 1962; Quelle due... 1962; Insieme a Parigi 1963; Sciarada 1963). Audrey in breve tempo diventa un mito e inizia a dettare le regole della moda femminile occidentale negli anni '60.

Tra gli altri film ricordiamo: Guerra e pace 1956; Storia di una monaca 1960 (in cui ha tentato la recitazione drammatica), My Fair Lady 1964; Come rubare un milione di dollari e vivere felici.

Dedica gli ultimi anni della sua vita alla assistenza dei bimbi abbandonati, come ambasciatrice dell'Unicef. Muore nel 1993 (64 anni) per un tumore.
Audrey Hepburn nasce a Bruxelles nel 1929 da una baronessa olandese e da un uomo d'affari irlandese. Si trasferisce molto piccola in Inghilterra dove studia danza: il suo esordio nel mondo dello spettacolo è infatti come ballerina.

Al cinema esordisce nel 1951 con una particina in Risate in Paradiso di Mario Zampi a cui fanno seguito ruoli in film di scarso livello.

Il 1953 vede la consacrazione della Hepburn come stella del firmamento Hollywoodiano nel ruolo di protagonista in Vacanze Romane di W. Wayler che le valse un premio Oscar.

I film più riusciti della sua carriera sono quelli che la vedono vestire i panni di giovane donna un po' svampita, alla ricerca di un buon partito (Sabrina 1954; Cenerentola a Parigi 1957; Arianna 1957; Colazione da Tiffany 1962; Quelle due... 1962; Insieme a Parigi 1963; Sciarada 1963). Audrey in breve tempo diventa un mito e inizia a dettare le regole della moda femminile occidentale negli anni '60.

Tra gli altri film ricordiamo: Guerra e pace 1956; Storia di una monaca 1960 (in cui ha tentato la recitazione drammatica), My Fair Lady 1964; Come rubare un milione di dollari e vivere felici.

Dedica gli ultimi anni della sua vita alla assistenza dei bimbi abbandonati, come ambasciatrice dell'Unicef. Muore nel 1993 (64 anni) per un tumore.
Audrey Hepburn nasce a Bruxelles nel 1929 da una baronessa olandese e da un uomo d'affari irlandese. Si trasferisce molto piccola in Inghilterra dove studia danza: il suo esordio nel mondo dello spettacolo è infatti come ballerina.

Al cinema esordisce nel 1951 con una particina in Risate in Paradiso di Mario Zampi a cui fanno seguito ruoli in film di scarso livello.

Il 1953 vede la consacrazione della Hepburn come stella del firmamento Hollywoodiano nel ruolo di protagonista in Vacanze Romane di W. Wayler che le valse un premio Oscar.

I film più riusciti della sua carriera sono quelli che la vedono vestire i panni di giovane donna un po' svampita, alla ricerca di un buon partito (Sabrina 1954; Cenerentola a Parigi 1957; Arianna 1957; Colazione da Tiffany 1962; Quelle due... 1962; Insieme a Parigi 1963; Sciarada 1963). Audrey in breve tempo diventa un mito e inizia a dettare le regole della moda femminile occidentale negli anni '60.

Tra gli altri film ricordiamo: Guerra e pace 1956; Storia di una monaca 1960 (in cui ha tentato la recitazione drammatica), My Fair Lady 1964; Come rubare un milione di dollari e vivere felici.

Dedica gli ultimi anni della sua vita alla assistenza dei bimbi abbandonati, come ambasciatrice dell'Unicef. Muore nel 1993 (64 anni) per un tumore.
Audrey Hepburn nasce a Bruxelles nel 1929 da una baronessa olandese e da un uomo d'affari irlandese. Si trasferisce molto piccola in Inghilterra dove studia danza: il suo esordio nel mondo dello spettacolo è infatti come ballerina.

Al cinema esordisce nel 1951 con una particina in Risate in Paradiso di Mario Zampi a cui fanno seguito ruoli in film di scarso livello.

Il 1953 vede la consacrazione della Hepburn come stella del firmamento Hollywoodiano nel ruolo di protagonista in Vacanze Romane di W. Wayler che le valse un premio Oscar.

I film più riusciti della sua carriera sono quelli che la vedono vestire i panni di giovane donna un po' svampita, alla ricerca di un buon partito (Sabrina 1954; Cenerentola a Parigi 1957; Arianna 1957; Colazione da Tiffany 1962; Quelle due... 1962; Insieme a Parigi 1963; Sciarada 1963). Audrey in breve tempo diventa un mito e inizia a dettare le regole della moda femminile occidentale negli anni '60.

Tra gli altri film ricordiamo: Guerra e pace 1956; Storia di una monaca 1960 (in cui ha tentato la recitazione drammatica), My Fair Lady 1964; Come rubare un milione di dollari e vivere felici.

Dedica gli ultimi anni della sua vita alla assistenza dei bimbi abbandonati, come ambasciatrice dell'Unicef. Muore nel 1993 (64 anni) per un tumore.
Audrey Hepburn nasce a Bruxelles nel 1929 da una baronessa olandese e da un uomo d'affari irlandese. Si trasferisce molto piccola in Inghilterra dove studia danza: il suo esordio nel mondo dello spettacolo è infatti come ballerina.

Al cinema esordisce nel 1951 con una particina in Risate in Paradiso di Mario Zampi a cui fanno seguito ruoli in film di scarso livello.

Il 1953 vede la consacrazione della Hepburn come stella del firmamento Hollywoodiano nel ruolo di protagonista in Vacanze Romane di W. Wayler che le valse un premio Oscar.

I film più riusciti della sua carriera sono quelli che la vedono vestire i panni di giovane donna un po' svampita, alla ricerca di un buon partito (Sabrina 1954; Cenerentola a Parigi 1957; Arianna 1957; Colazione da Tiffany 1962; Quelle due... 1962; Insieme a Parigi 1963; Sciarada 1963). Audrey in breve tempo diventa un mito e inizia a dettare le regole della moda femminile occidentale negli anni '60.

Tra gli altri film ricordiamo: Guerra e pace 1956; Storia di una monaca 1960 (in cui ha tentato la recitazione drammatica), My Fair Lady 1964; Come rubare un milione di dollari e vivere felici.

Dedica gli ultimi anni della sua vita alla assistenza dei bimbi abbandonati, come ambasciatrice dell'Unicef. Muore nel 1993 (64 anni) per un tumore.
Audrey Hepburn nasce a Bruxelles nel 1929 da una baronessa olandese e da un uomo d'affari irlandese. Si trasferisce molto piccola in Inghilterra dove studia danza: il suo esordio nel mondo dello spettacolo è infatti come ballerina.

Al cinema esordisce nel 1951 con una particina in Risate in Paradiso di Mario Zampi a cui fanno seguito ruoli in film di scarso livello.

Il 1953 vede la consacrazione della Hepburn come stella del firmamento Hollywoodiano nel ruolo di protagonista in Vacanze Romane di W. Wayler che le valse un premio Oscar.

I film più riusciti della sua carriera sono quelli che la vedono vestire i panni di giovane donna un po' svampita, alla ricerca di un buon partito (Sabrina 1954; Cenerentola a Parigi 1957; Arianna 1957; Colazione da Tiffany 1962; Quelle due... 1962; Insieme a Parigi 1963; Sciarada 1963). Audrey in breve tempo diventa un mito e inizia a dettare le regole della moda femminile occidentale negli anni '60.

Tra gli altri film ricordiamo: Guerra e pace 1956; Storia di una monaca 1960 (in cui ha tentato la recitazione drammatica), My Fair Lady 1964; Come rubare un milione di dollari e vivere felici.

Dedica gli ultimi anni della sua vita alla assistenza dei bimbi abbandonati, come ambasciatrice dell'Unicef. Muore nel 1993 (64 anni) per un tumore.
Audrey Hepburn nasce a Bruxelles nel 1929 da una baronessa olandese e da un uomo d'affari irlandese. Si trasferisce molto piccola in Inghilterra dove studia danza: il suo esordio nel mondo dello spettacolo è infatti come ballerina.

Al cinema esordisce nel 1951 con una particina in Risate in Paradiso di Mario Zampi a cui fanno seguito ruoli in film di scarso livello.

Il 1953 vede la consacrazione della Hepburn come stella del firmamento Hollywoodiano nel ruolo di protagonista in Vacanze Romane di W. Wayler che le valse un premio Oscar.

I film più riusciti della sua carriera sono quelli che la vedono vestire i panni di giovane donna un po' svampita, alla ricerca di un buon partito (Sabrina 1954; Cenerentola a Parigi 1957; Arianna 1957; Colazione da Tiffany 1962; Quelle due... 1962; Insieme a Parigi 1963; Sciarada 1963). Audrey in breve tempo diventa un mito e inizia a dettare le regole della moda femminile occidentale negli anni '60.

Tra gli altri film ricordiamo: Guerra e pace 1956; Storia di una monaca 1960 (in cui ha tentato la recitazione drammatica), My Fair Lady 1964; Come rubare un milione di dollari e vivere felici.

Dedica gli ultimi anni della sua vita alla assistenza dei bimbi abbandonati, come ambasciatrice dell'Unicef. Muore nel 1993 (64 anni) per un tumore.
Audrey Hepburn nasce a Bruxelles nel 1929 da una baronessa olandese e da un uomo d'affari irlandese. Si trasferisce molto piccola in Inghilterra dove studia danza: il suo esordio nel mondo dello spettacolo è infatti come ballerina.

Al cinema esordisce nel 1951 con una particina in Risate in Paradiso di Mario Zampi a cui fanno seguito ruoli in film di scarso livello.

Il 1953 vede la consacrazione della Hepburn come stella del firmamento Hollywoodiano nel ruolo di protagonista in Vacanze Romane di W. Wayler che le valse un premio Oscar.

I film più riusciti della sua carriera sono quelli che la vedono vestire i panni di giovane donna un po' svampita, alla ricerca di un buon partito (Sabrina 1954; Cenerentola a Parigi 1957; Arianna 1957; Colazione da Tiffany 1962; Quelle due... 1962; Insieme a Parigi 1963; Sciarada 1963). Audrey in breve tempo diventa un mito e inizia a dettare le regole della moda femminile occidentale negli anni '60.

Tra gli altri film ricordiamo: Guerra e pace 1956; Storia di una monaca 1960 (in cui ha tentato la recitazione drammatica), My Fair Lady 1964; Come rubare un milione di dollari e vivere felici.

Dedica gli ultimi anni della sua vita alla assistenza dei bimbi abbandonati, come ambasciatrice dell'Unicef. Muore nel 1993 (64 anni) per un tumore.
Audrey Hepburn nasce a Bruxelles nel 1929 da una baronessa olandese e da un uomo d'affari irlandese. Si trasferisce molto piccola in Inghilterra dove studia danza: il suo esordio nel mondo dello spettacolo è infatti come ballerina.

Al cinema esordisce nel 1951 con una particina in Risate in Paradiso di Mario Zampi a cui fanno seguito ruoli in film di scarso livello.

Il 1953 vede la consacrazione della Hepburn come stella del firmamento Hollywoodiano nel ruolo di protagonista in Vacanze Romane di W. Wayler che le valse un premio Oscar.

I film più riusciti della sua carriera sono quelli che la vedono vestire i panni di giovane donna un po' svampita, alla ricerca di un buon partito (Sabrina 1954; Cenerentola a Parigi 1957; Arianna 1957; Colazione da Tiffany 1962; Quelle due... 1962; Insieme a Parigi 1963; Sciarada 1963). Audrey in breve tempo diventa un mito e inizia a dettare le regole della moda femminile occidentale negli anni '60.

Tra gli altri film ricordiamo: Guerra e pace 1956; Storia di una monaca 1960 (in cui ha tentato la recitazione drammatica), My Fair Lady 1964; Come rubare un milione di dollari e vivere felici.

Dedica gli ultimi anni della sua vita alla assistenza dei bimbi abbandonati, come ambasciatrice dell'Unicef. Muore nel 1993 (64 anni) per un tumore.
Audrey Hepburn nasce a Bruxelles nel 1929 da una baronessa olandese e da un uomo d'affari irlandese. Si trasferisce molto piccola in Inghilterra dove studia danza: il suo esordio nel mondo dello spettacolo è infatti come ballerina.

Al cinema esordisce nel 1951 con una particina in Risate in Paradiso di Mario Zampi a cui fanno seguito ruoli in film di scarso livello.

Il 1953 vede la consacrazione della Hepburn come stella del firmamento Hollywoodiano nel ruolo di protagonista in Vacanze Romane di W. Wayler che le valse un premio Oscar.

I film più riusciti della sua carriera sono quelli che la vedono vestire i panni di giovane donna un po' svampita, alla ricerca di un buon partito (Sabrina 1954; Cenerentola a Parigi 1957; Arianna 1957; Colazione da Tiffany 1962; Quelle due... 1962; Insieme a Parigi 1963; Sciarada 1963). Audrey in breve tempo diventa un mito e inizia a dettare le regole della moda femminile occidentale negli anni '60.

Tra gli altri film ricordiamo: Guerra e pace 1956; Storia di una monaca 1960 (in cui ha tentato la recitazione drammatica), My Fair Lady 1964; Come rubare un milione di dollari e vivere felici.

Dedica gli ultimi anni della sua vita alla assistenza dei bimbi abbandonati, come ambasciatrice dell'Unicef. Muore nel 1993 (64 anni) per un tumore.
Audrey Hepburn nasce a Bruxelles nel 1929 da una baronessa olandese e da un uomo d'affari irlandese. Si trasferisce molto piccola in Inghilterra dove studia danza: il suo esordio nel mondo dello spettacolo è infatti come ballerina.

Al cinema esordisce nel 1951 con una particina in Risate in Paradiso di Mario Zampi a cui fanno seguito ruoli in film di scarso livello.

Il 1953 vede la consacrazione della Hepburn come stella del firmamento Hollywoodiano nel ruolo di protagonista in Vacanze Romane di W. Wayler che le valse un premio Oscar.

I film più riusciti della sua carriera sono quelli che la vedono vestire i panni di giovane donna un po' svampita, alla ricerca di un buon partito (Sabrina 1954; Cenerentola a Parigi 1957; Arianna 1957; Colazione da Tiffany 1962; Quelle due... 1962; Insieme a Parigi 1963; Sciarada 1963). Audrey in breve tempo diventa un mito e inizia a dettare le regole della moda femminile occidentale negli anni '60.

Tra gli altri film ricordiamo: Guerra e pace 1956; Storia di una monaca 1960 (in cui ha tentato la recitazione drammatica), My Fair Lady 1964; Come rubare un milione di dollari e vivere felici.

Dedica gli ultimi anni della sua vita alla assistenza dei bimbi abbandonati, come ambasciatrice dell'Unicef. Muore nel 1993 (64 anni) per un tumore.
Audrey Hepburn nasce a Bruxelles nel 1929 da una baronessa olandese e da un uomo d'affari irlandese. Si trasferisce molto piccola in Inghilterra dove studia danza: il suo esordio nel mondo dello spettacolo è infatti come ballerina.

Al cinema esordisce nel 1951 con una particina in Risate in Paradiso di Mario Zampi a cui fanno seguito ruoli in film di scarso livello.

Il 1953 vede la consacrazione della Hepburn come stella del firmamento Hollywoodiano nel ruolo di protagonista in Vacanze Romane di W. Wayler che le valse un premio Oscar.

I film più riusciti della sua carriera sono quelli che la vedono vestire i panni di giovane donna un po' svampita, alla ricerca di un buon partito (Sabrina 1954; Cenerentola a Parigi 1957; Arianna 1957; Colazione da Tiffany 1962; Quelle due... 1962; Insieme a Parigi 1963; Sciarada 1963). Audrey in breve tempo diventa un mito e inizia a dettare le regole della moda femminile occidentale negli anni '60.

Tra gli altri film ricordiamo: Guerra e pace 1956; Storia di una monaca 1960 (in cui ha tentato la recitazione drammatica), My Fair Lady 1964; Come rubare un milione di dollari e vivere felici.

Dedica gli ultimi anni della sua vita alla assistenza dei bimbi abbandonati, come ambasciatrice dell'Unicef. Muore nel 1993 (64 anni) per un tumore.
Audrey Hepburn nasce a Bruxelles nel 1929 da una baronessa olandese e da un uomo d'affari irlandese. Si trasferisce molto piccola in Inghilterra dove studia danza: il suo esordio nel mondo dello spettacolo è infatti come ballerina.

Al cinema esordisce nel 1951 con una particina in Risate in Paradiso di Mario Zampi a cui fanno seguito ruoli in film di scarso livello.

Il 1953 vede la consacrazione della Hepburn come stella del firmamento Hollywoodiano nel ruolo di protagonista in Vacanze Romane di W. Wayler che le valse un premio Oscar.

I film più riusciti della sua carriera sono quelli che la vedono vestire i panni di giovane donna un po' svampita, alla ricerca di un buon partito (Sabrina 1954; Cenerentola a Parigi 1957; Arianna 1957; Colazione da Tiffany 1962; Quelle due... 1962; Insieme a Parigi 1963; Sciarada 1963). Audrey in breve tempo diventa un mito e inizia a dettare le regole della moda femminile occidentale negli anni '60.

Tra gli altri film ricordiamo: Guerra e pace 1956; Storia di una monaca 1960 (in cui ha tentato la recitazione drammatica), My Fair Lady 1964; Come rubare un milione di dollari e vivere felici.

Dedica gli ultimi anni della sua vita alla assistenza dei bimbi abbandonati, come ambasciatrice dell'Unicef. Muore nel 1993 (64 anni) per un tumore.
Audrey Hepburn nasce a Bruxelles nel 1929 da una baronessa olandese e da un uomo d'affari irlandese. Si trasferisce molto piccola in Inghilterra dove studia danza: il suo esordio nel mondo dello spettacolo è infatti come ballerina.

Al cinema esordisce nel 1951 con una particina in Risate in Paradiso di Mario Zampi a cui fanno seguito ruoli in film di scarso livello.

Il 1953 vede la consacrazione della Hepburn come stella del firmamento Hollywoodiano nel ruolo di protagonista in Vacanze Romane di W. Wayler che le valse un premio Oscar.

I film più riusciti della sua carriera sono quelli che la vedono vestire i panni di giovane donna un po' svampita, alla ricerca di un buon partito (Sabrina 1954; Cenerentola a Parigi 1957; Arianna 1957; Colazione da Tiffany 1962; Quelle due... 1962; Insieme a Parigi 1963; Sciarada 1963). Audrey in breve tempo diventa un mito e inizia a dettare le regole della moda femminile occidentale negli anni '60.

Tra gli altri film ricordiamo: Guerra e pace 1956; Storia di una monaca 1960 (in cui ha tentato la recitazione drammatica), My Fair Lady 1964; Come rubare un milione di dollari e vivere felici.

Dedica gli ultimi anni della sua vita alla assistenza dei bimbi abbandonati, come ambasciatrice dell'Unicef. Muore nel 1993 (64 anni) per un tumore.
Audrey Hepburn nasce a Bruxelles nel 1929 da una baronessa olandese e da un uomo d'affari irlandese. Si trasferisce molto piccola in Inghilterra dove studia danza: il suo esordio nel mondo dello spettacolo è infatti come ballerina.

Al cinema esordisce nel 1951 con una particina in Risate in Paradiso di Mario Zampi a cui fanno seguito ruoli in film di scarso livello.

Il 1953 vede la consacrazione della Hepburn come stella del firmamento Hollywoodiano nel ruolo di protagonista in Vacanze Romane di W. Wayler che le valse un premio Oscar.

I film più riusciti della sua carriera sono quelli che la vedono vestire i panni di giovane donna un po' svampita, alla ricerca di un buon partito (Sabrina 1954; Cenerentola a Parigi 1957; Arianna 1957; Colazione da Tiffany 1962; Quelle due... 1962; Insieme a Parigi 1963; Sciarada 1963). Audrey in breve tempo diventa un mito e inizia a dettare le regole della moda femminile occidentale negli anni '60.

Tra gli altri film ricordiamo: Guerra e pace 1956; Storia di una monaca 1960 (in cui ha tentato la recitazione drammatica), My Fair Lady 1964; Come rubare un milione di dollari e vivere felici.

Dedica gli ultimi anni della sua vita alla assistenza dei bimbi abbandonati, come ambasciatrice dell'Unicef. Muore nel 1993 (64 anni) per un tumore.
Audrey Hepburn nasce a Bruxelles nel 1929 da una baronessa olandese e da un uomo d'affari irlandese. Si trasferisce molto piccola in Inghilterra dove studia danza: il suo esordio nel mondo dello spettacolo è infatti come ballerina.

Al cinema esordisce nel 1951 con una particina in Risate in Paradiso di Mario Zampi a cui fanno seguito ruoli in film di scarso livello.

Il 1953 vede la consacrazione della Hepburn come stella del firmamento Hollywoodiano nel ruolo di protagonista in Vacanze Romane di W. Wayler che le valse un premio Oscar.

I film più riusciti della sua carriera sono quelli che la vedono vestire i panni di giovane donna un po' svampita, alla ricerca di un buon partito (Sabrina 1954; Cenerentola a Parigi 1957; Arianna 1957; Colazione da Tiffany 1962; Quelle due... 1962; Insieme a Parigi 1963; Sciarada 1963). Audrey in breve tempo diventa un mito e inizia a dettare le regole della moda femminile occidentale negli anni '60.

Tra gli altri film ricordiamo: Guerra e pace 1956; Storia di una monaca 1960 (in cui ha tentato la recitazione drammatica), My Fair Lady 1964; Come rubare un milione di dollari e vivere felici.

Dedica gli ultimi anni della sua vita alla assistenza dei bimbi abbandonati, come ambasciatrice dell'Unicef. Muore nel 1993 (64 anni) per un tumore.
Audrey Hepburn nasce a Bruxelles nel 1929 da una baronessa olandese e da un uomo d'affari irlandese. Si trasferisce molto piccola in Inghilterra dove studia danza: il suo esordio nel mondo dello spettacolo è infatti come ballerina.

Al cinema esordisce nel 1951 con una particina in Risate in Paradiso di Mario Zampi a cui fanno seguito ruoli in film di scarso livello.

Il 1953 vede la consacrazione della Hepburn come stella del firmamento Hollywoodiano nel ruolo di protagonista in Vacanze Romane di W. Wayler che le valse un premio Oscar.

I film più riusciti della sua carriera sono quelli che la vedono vestire i panni di giovane donna un po' svampita, alla ricerca di un buon partito (Sabrina 1954; Cenerentola a Parigi 1957; Arianna 1957; Colazione da Tiffany 1962; Quelle due... 1962; Insieme a Parigi 1963; Sciarada 1963). Audrey in breve tempo diventa un mito e inizia a dettare le regole della moda femminile occidentale negli anni '60.

Tra gli altri film ricordiamo: Guerra e pace 1956; Storia di una monaca 1960 (in cui ha tentato la recitazione drammatica), My Fair Lady 1964; Come rubare un milione di dollari e vivere felici.

Dedica gli ultimi anni della sua vita alla assistenza dei bimbi abbandonati, come ambasciatrice dell'Unicef. Muore nel 1993 (64 anni) per un tumore.
Audrey Hepburn nasce a Bruxelles nel 1929 da una baronessa olandese e da un uomo d'affari irlandese. Si trasferisce molto piccola in Inghilterra dove studia danza: il suo esordio nel mondo dello spettacolo è infatti come ballerina.

Al cinema esordisce nel 1951 con una particina in Risate in Paradiso di Mario Zampi a cui fanno seguito ruoli in film di scarso livello.

Il 1953 vede la consacrazione della Hepburn come stella del firmamento Hollywoodiano nel ruolo di protagonista in Vacanze Romane di W. Wayler che le valse un premio Oscar.

I film più riusciti della sua carriera sono quelli che la vedono vestire i panni di giovane donna un po' svampita, alla ricerca di un buon partito (Sabrina 1954; Cenerentola a Parigi 1957; Arianna 1957; Colazione da Tiffany 1962; Quelle due... 1962; Insieme a Parigi 1963; Sciarada 1963). Audrey in breve tempo diventa un mito e inizia a dettare le regole della moda femminile occidentale negli anni '60.

Tra gli altri film ricordiamo: Guerra e pace 1956; Storia di una monaca 1960 (in cui ha tentato la recitazione drammatica), My Fair Lady 1964; Come rubare un milione di dollari e vivere felici.

Dedica gli ultimi anni della sua vita alla assistenza dei bimbi abbandonati, come ambasciatrice dell'Unicef. Muore nel 1993 (64 anni) per un tumore.
Audrey Hepburn nasce a Bruxelles nel 1929 da una baronessa olandese e da un uomo d'affari irlandese. Si trasferisce molto piccola in Inghilterra dove studia danza: il suo esordio nel mondo dello spettacolo è infatti come ballerina.

Al cinema esordisce nel 1951 con una particina in Risate in Paradiso di Mario Zampi a cui fanno seguito ruoli in film di scarso livello.

Il 1953 vede la consacrazione della Hepburn come stella del firmamento Hollywoodiano nel ruolo di protagonista in Vacanze Romane di W. Wayler che le valse un premio Oscar.

I film più riusciti della sua carriera sono quelli che la vedono vestire i panni di giovane donna un po' svampita, alla ricerca di un buon partito (Sabrina 1954; Cenerentola a Parigi 1957; Arianna 1957; Colazione da Tiffany 1962; Quelle due... 1962; Insieme a Parigi 1963; Sciarada 1963). Audrey in breve tempo diventa un mito e inizia a dettare le regole della moda femminile occidentale negli anni '60.

Tra gli altri film ricordiamo: Guerra e pace 1956; Storia di una monaca 1960 (in cui ha tentato la recitazione drammatica), My Fair Lady 1964; Come rubare un milione di dollari e vivere felici.

Dedica gli ultimi anni della sua vita alla assistenza dei bimbi abbandonati, come ambasciatrice dell'Unicef. Muore nel 1993 (64 anni) per un tumore.
Audrey Hepburn nasce a Bruxelles nel 1929 da una baronessa olandese e da un uomo d'affari irlandese. Si trasferisce molto piccola in Inghilterra dove studia danza: il suo esordio nel mondo dello spettacolo è infatti come ballerina.

Al cinema esordisce nel 1951 con una particina in Risate in Paradiso di Mario Zampi a cui fanno seguito ruoli in film di scarso livello.

Il 1953 vede la consacrazione della Hepburn come stella del firmamento Hollywoodiano nel ruolo di protagonista in Vacanze Romane di W. Wayler che le valse un premio Oscar.

I film più riusciti della sua carriera sono quelli che la vedono vestire i panni di giovane donna un po' svampita, alla ricerca di un buon partito (Sabrina 1954; Cenerentola a Parigi 1957; Arianna 1957; Colazione da Tiffany 1962; Quelle due... 1962; Insieme a Parigi 1963; Sciarada 1963). Audrey in breve tempo diventa un mito e inizia a dettare le regole della moda femminile occidentale negli anni '60.

Tra gli altri film ricordiamo: Guerra e pace 1956; Storia di una monaca 1960 (in cui ha tentato la recitazione drammatica), My Fair Lady 1964; Come rubare un milione di dollari e vivere felici.

Dedica gli ultimi anni della sua vita alla assistenza dei bimbi abbandonati, come ambasciatrice dell'Unicef. Muore nel 1993 (64 anni) per un tumore.
Audrey Hepburn nasce a Bruxelles nel 1929 da una baronessa olandese e da un uomo d'affari irlandese. Si trasferisce molto piccola in Inghilterra dove studia danza: il suo esordio nel mondo dello spettacolo è infatti come ballerina.

Al cinema esordisce nel 1951 con una particina in Risate in Paradiso di Mario Zampi a cui fanno seguito ruoli in film di scarso livello.

Il 1953 vede la consacrazione della Hepburn come stella del firmamento Hollywoodiano nel ruolo di protagonista in Vacanze Romane di W. Wayler che le valse un premio Oscar.

I film più riusciti della sua carriera sono quelli che la vedono vestire i panni di giovane donna un po' svampita, alla ricerca di un buon partito (Sabrina 1954; Cenerentola a Parigi 1957; Arianna 1957; Colazione da Tiffany 1962; Quelle due... 1962; Insieme a Parigi 1963; Sciarada 1963). Audrey in breve tempo diventa un mito e inizia a dettare le regole della moda femminile occidentale negli anni '60.

Tra gli altri film ricordiamo: Guerra e pace 1956; Storia di una monaca 1960 (in cui ha tentato la recitazione drammatica), My Fair Lady 1964; Come rubare un milione di dollari e vivere felici.

Dedica gli ultimi anni della sua vita alla assistenza dei bimbi abbandonati, come ambasciatrice dell'Unicef. Muore nel 1993 (64 anni) per un tumore.
Audrey Hepburn nasce a Bruxelles nel 1929 da una baronessa olandese e da un uomo d'affari irlandese. Si trasferisce molto piccola in Inghilterra dove studia danza: il suo esordio nel mondo dello spettacolo è infatti come ballerina.

Al cinema esordisce nel 1951 con una particina in Risate in Paradiso di Mario Zampi a cui fanno seguito ruoli in film di scarso livello.

Il 1953 vede la consacrazione della Hepburn come stella del firmamento Hollywoodiano nel ruolo di protagonista in Vacanze Romane di W. Wayler che le valse un premio Oscar.

I film più riusciti della sua carriera sono quelli che la vedono vestire i panni di giovane donna un po' svampita, alla ricerca di un buon partito (Sabrina 1954; Cenerentola a Parigi 1957; Arianna 1957; Colazione da Tiffany 1962; Quelle due... 1962; Insieme a Parigi 1963; Sciarada 1963). Audrey in breve tempo diventa un mito e inizia a dettare le regole della moda femminile occidentale negli anni '60.

Tra gli altri film ricordiamo: Guerra e pace 1956; Storia di una monaca 1960 (in cui ha tentato la recitazione drammatica), My Fair Lady 1964; Come rubare un milione di dollari e vivere felici.

Dedica gli ultimi anni della sua vita alla assistenza dei bimbi abbandonati, come ambasciatrice dell'Unicef. Muore nel 1993 (64 anni) per un tumore.
Audrey Hepburn nasce a Bruxelles nel 1929 da una baronessa olandese e da un uomo d'affari irlandese. Si trasferisce molto piccola in Inghilterra dove studia danza: il suo esordio nel mondo dello spettacolo è infatti come ballerina.

Al cinema esordisce nel 1951 con una particina in Risate in Paradiso di Mario Zampi a cui fanno seguito ruoli in film di scarso livello.

Il 1953 vede la consacrazione della Hepburn come stella del firmamento Hollywoodiano nel ruolo di protagonista in Vacanze Romane di W. Wayler che le valse un premio Oscar.

I film più riusciti della sua carriera sono quelli che la vedono vestire i panni di giovane donna un po' svampita, alla ricerca di un buon partito (Sabrina 1954; Cenerentola a Parigi 1957; Arianna 1957; Colazione da Tiffany 1962; Quelle due... 1962; Insieme a Parigi 1963; Sciarada 1963). Audrey in breve tempo diventa un mito e inizia a dettare le regole della moda femminile occidentale negli anni '60.

Tra gli altri film ricordiamo: Guerra e pace 1956; Storia di una monaca 1960 (in cui ha tentato la recitazione drammatica), My Fair Lady 1964; Come rubare un milione di dollari e vivere felici.

Dedica gli ultimi anni della sua vita alla assistenza dei bimbi abbandonati, come ambasciatrice dell'Unicef. Muore nel 1993 (64 anni) per un tumore.
Audrey Hepburn nasce a Bruxelles nel 1929 da una baronessa olandese e da un uomo d'affari irlandese. Si trasferisce molto piccola in Inghilterra dove studia danza: il suo esordio nel mondo dello spettacolo è infatti come ballerina.

Al cinema esordisce nel 1951 con una particina in Risate in Paradiso di Mario Zampi a cui fanno seguito ruoli in film di scarso livello.

Il 1953 vede la consacrazione della Hepburn come stella del firmamento Hollywoodiano nel ruolo di protagonista in Vacanze Romane di W. Wayler che le valse un premio Oscar.

I film più riusciti della sua carriera sono quelli che la vedono vestire i panni di giovane donna un po' svampita, alla ricerca di un buon partito (Sabrina 1954; Cenerentola a Parigi 1957; Arianna 1957; Colazione da Tiffany 1962; Quelle due... 1962; Insieme a Parigi 1963; Sciarada 1963). Audrey in breve tempo diventa un mito e inizia a dettare le regole della moda femminile occidentale negli anni '60.

Tra gli altri film ricordiamo: Guerra e pace 1956; Storia di una monaca 1960 (in cui ha tentato la recitazione drammatica), My Fair Lady 1964; Come rubare un milione di dollari e vivere felici.

Dedica gli ultimi anni della sua vita alla assistenza dei bimbi abbandonati, come ambasciatrice dell'Unicef. Muore nel 1993 (64 anni) per un tumore.
Audrey Hepburn nasce a Bruxelles nel 1929 da una baronessa olandese e da un uomo d'affari irlandese. Si trasferisce molto piccola in Inghilterra dove studia danza: il suo esordio nel mondo dello spettacolo è infatti come ballerina.

Al cinema esordisce nel 1951 con una particina in Risate in Paradiso di Mario Zampi a cui fanno seguito ruoli in film di scarso livello.

Il 1953 vede la consacrazione della Hepburn come stella del firmamento Hollywoodiano nel ruolo di protagonista in Vacanze Romane di W. Wayler che le valse un premio Oscar.

I film più riusciti della sua carriera sono quelli che la vedono vestire i panni di giovane donna un po' svampita, alla ricerca di un buon partito (Sabrina 1954; Cenerentola a Parigi 1957; Arianna 1957; Colazione da Tiffany 1962; Quelle due... 1962; Insieme a Parigi 1963; Sciarada 1963). Audrey in breve tempo diventa un mito e inizia a dettare le regole della moda femminile occidentale negli anni '60.

Tra gli altri film ricordiamo: Guerra e pace 1956; Storia di una monaca 1960 (in cui ha tentato la recitazione drammatica), My Fair Lady 1964; Come rubare un milione di dollari e vivere felici.

Dedica gli ultimi anni della sua vita alla assistenza dei bimbi abbandonati, come ambasciatrice dell'Unicef. Muore nel 1993 (64 anni) per un tumore.
Audrey Hepburn nasce a Bruxelles nel 1929 da una baronessa olandese e da un uomo d'affari irlandese. Si trasferisce molto piccola in Inghilterra dove studia danza: il suo esordio nel mondo dello spettacolo è infatti come ballerina.

Al cinema esordisce nel 1951 con una particina in Risate in Paradiso di Mario Zampi a cui fanno seguito ruoli in film di scarso livello.

Il 1953 vede la consacrazione della Hepburn come stella del firmamento Hollywoodiano nel ruolo di protagonista in Vacanze Romane di W. Wayler che le valse un premio Oscar.

I film più riusciti della sua carriera sono quelli che la vedono vestire i panni di giovane donna un po' svampita, alla ricerca di un buon partito (Sabrina 1954; Cenerentola a Parigi 1957; Arianna 1957; Colazione da Tiffany 1962; Quelle due... 1962; Insieme a Parigi 1963; Sciarada 1963). Audrey in breve tempo diventa un mito e inizia a dettare le regole della moda femminile occidentale negli anni '60.

Tra gli altri film ricordiamo: Guerra e pace 1956; Storia di una monaca 1960 (in cui ha tentato la recitazione drammatica), My Fair Lady 1964; Come rubare un milione di dollari e vivere felici.

Dedica gli ultimi anni della sua vita alla assistenza dei bimbi abbandonati, come ambasciatrice dell'Unicef. Muore nel 1993 (64 anni) per un tumore.
Audrey Hepburn nasce a Bruxelles nel 1929 da una baronessa olandese e da un uomo d'affari irlandese. Si trasferisce molto piccola in Inghilterra dove studia danza: il suo esordio nel mondo dello spettacolo è infatti come ballerina.

Al cinema esordisce nel 1951 con una particina in Risate in Paradiso di Mario Zampi a cui fanno seguito ruoli in film di scarso livello.

Il 1953 vede la consacrazione della Hepburn come stella del firmamento Hollywoodiano nel ruolo di protagonista in Vacanze Romane di W. Wayler che le valse un premio Oscar.

I film più riusciti della sua carriera sono quelli che la vedono vestire i panni di giovane donna un po' svampita, alla ricerca di un buon partito (Sabrina 1954; Cenerentola a Parigi 1957; Arianna 1957; Colazione da Tiffany 1962; Quelle due... 1962; Insieme a Parigi 1963; Sciarada 1963). Audrey in breve tempo diventa un mito e inizia a dettare le regole della moda femminile occidentale negli anni '60.

Tra gli altri film ricordiamo: Guerra e pace 1956; Storia di una monaca 1960 (in cui ha tentato la recitazione drammatica), My Fair Lady 1964; Come rubare un milione di dollari e vivere felici.

Dedica gli ultimi anni della sua vita alla assistenza dei bimbi abbandonati, come ambasciatrice dell'Unicef. Muore nel 1993 (64 anni) per un tumore.
Audrey Hepburn nasce a Bruxelles nel 1929 da una baronessa olandese e da un uomo d'affari irlandese. Si trasferisce molto piccola in Inghilterra dove studia danza: il suo esordio nel mondo dello spettacolo è infatti come ballerina.

Al cinema esordisce nel 1951 con una particina in Risate in Paradiso di Mario Zampi a cui fanno seguito ruoli in film di scarso livello.

Il 1953 vede la consacrazione della Hepburn come stella del firmamento Hollywoodiano nel ruolo di protagonista in Vacanze Romane di W. Wayler che le valse un premio Oscar.

I film più riusciti della sua carriera sono quelli che la vedono vestire i panni di giovane donna un po' svampita, alla ricerca di un buon partito (Sabrina 1954; Cenerentola a Parigi 1957; Arianna 1957; Colazione da Tiffany 1962; Quelle due... 1962; Insieme a Parigi 1963; Sciarada 1963). Audrey in breve tempo diventa un mito e inizia a dettare le regole della moda femminile occidentale negli anni '60.

Tra gli altri film ricordiamo: Guerra e pace 1956; Storia di una monaca 1960 (in cui ha tentato la recitazione drammatica), My Fair Lady 1964; Come rubare un milione di dollari e vivere felici.

Dedica gli ultimi anni della sua vita alla assistenza dei bimbi abbandonati, come ambasciatrice dell'Unicef. Muore nel 1993 (64 anni) per un tumore.
Audrey Hepburn nasce a Bruxelles nel 1929 da una baronessa olandese e da un uomo d'affari irlandese. Si trasferisce molto piccola in Inghilterra dove studia danza: il suo esordio nel mondo dello spettacolo è infatti come ballerina.

Al cinema esordisce nel 1951 con una particina in Risate in Paradiso di Mario Zampi a cui fanno seguito ruoli in film di scarso livello.

Il 1953 vede la consacrazione della Hepburn come stella del firmamento Hollywoodiano nel ruolo di protagonista in Vacanze Romane di W. Wayler che le valse un premio Oscar.

I film più riusciti della sua carriera sono quelli che la vedono vestire i panni di giovane donna un po' svampita, alla ricerca di un buon partito (Sabrina 1954; Cenerentola a Parigi 1957; Arianna 1957; Colazione da Tiffany 1962; Quelle due... 1962; Insieme a Parigi 1963; Sciarada 1963). Audrey in breve tempo diventa un mito e inizia a dettare le regole della moda femminile occidentale negli anni '60.

Tra gli altri film ricordiamo: Guerra e pace 1956; Storia di una monaca 1960 (in cui ha tentato la recitazione drammatica), My Fair Lady 1964; Come rubare un milione di dollari e vivere felici.

Dedica gli ultimi anni della sua vita alla assistenza dei bimbi abbandonati, come ambasciatrice dell'Unicef. Muore nel 1993 (64 anni) per un tumore.
Audrey Hepburn nasce a Bruxelles nel 1929 da una baronessa olandese e da un uomo d'affari irlandese. Si trasferisce molto piccola in Inghilterra dove studia danza: il suo esordio nel mondo dello spettacolo è infatti come ballerina.

Al cinema esordisce nel 1951 con una particina in Risate in Paradiso di Mario Zampi a cui fanno seguito ruoli in film di scarso livello.

Il 1953 vede la consacrazione della Hepburn come stella del firmamento Hollywoodiano nel ruolo di protagonista in Vacanze Romane di W. Wayler che le valse un premio Oscar.

I film più riusciti della sua carriera sono quelli che la vedono vestire i panni di giovane donna un po' svampita, alla ricerca di un buon partito (Sabrina 1954; Cenerentola a Parigi 1957; Arianna 1957; Colazione da Tiffany 1962; Quelle due... 1962; Insieme a Parigi 1963; Sciarada 1963). Audrey in breve tempo diventa un mito e inizia a dettare le regole della moda femminile occidentale negli anni '60.

Tra gli altri film ricordiamo: Guerra e pace 1956; Storia di una monaca 1960 (in cui ha tentato la recitazione drammatica), My Fair Lady 1964; Come rubare un milione di dollari e vivere felici.

Dedica gli ultimi anni della sua vita alla assistenza dei bimbi abbandonati, come ambasciatrice dell'Unicef. Muore nel 1993 (64 anni) per un tumore.
Audrey Hepburn nasce a Bruxelles nel 1929 da una baronessa olandese e da un uomo d'affari irlandese. Si trasferisce molto piccola in Inghilterra dove studia danza: il suo esordio nel mondo dello spettacolo è infatti come ballerina.

Al cinema esordisce nel 1951 con una particina in Risate in Paradiso di Mario Zampi a cui fanno seguito ruoli in film di scarso livello.

Il 1953 vede la consacrazione della Hepburn come stella del firmamento Hollywoodiano nel ruolo di protagonista in Vacanze Romane di W. Wayler che le valse un premio Oscar.

I film più riusciti della sua carriera sono quelli che la vedono vestire i panni di giovane donna un po' svampita, alla ricerca di un buon partito (Sabrina 1954; Cenerentola a Parigi 1957; Arianna 1957; Colazione da Tiffany 1962; Quelle due... 1962; Insieme a Parigi 1963; Sciarada 1963). Audrey in breve tempo diventa un mito e inizia a dettare le regole della moda femminile occidentale negli anni '60.

Tra gli altri film ricordiamo: Guerra e pace 1956; Storia di una monaca 1960 (in cui ha tentato la recitazione drammatica), My Fair Lady 1964; Come rubare un milione di dollari e vivere felici.

Dedica gli ultimi anni della sua vita alla assistenza dei bimbi abbandonati, come ambasciatrice dell'Unicef. Muore nel 1993 (64 anni) per un tumore.
Audrey Hepburn nasce a Bruxelles nel 1929 da una baronessa olandese e da un uomo d'affari irlandese. Si trasferisce molto piccola in Inghilterra dove studia danza: il suo esordio nel mondo dello spettacolo è infatti come ballerina.

Al cinema esordisce nel 1951 con una particina in Risate in Paradiso di Mario Zampi a cui fanno seguito ruoli in film di scarso livello.

Il 1953 vede la consacrazione della Hepburn come stella del firmamento Hollywoodiano nel ruolo di protagonista in Vacanze Romane di W. Wayler che le valse un premio Oscar.

I film più riusciti della sua carriera sono quelli che la vedono vestire i panni di giovane donna un po' svampita, alla ricerca di un buon partito (Sabrina 1954; Cenerentola a Parigi 1957; Arianna 1957; Colazione da Tiffany 1962; Quelle due... 1962; Insieme a Parigi 1963; Sciarada 1963). Audrey in breve tempo diventa un mito e inizia a dettare le regole della moda femminile occidentale negli anni '60.

Tra gli altri film ricordiamo: Guerra e pace 1956; Storia di una monaca 1960 (in cui ha tentato la recitazione drammatica), My Fair Lady 1964; Come rubare un milione di dollari e vivere felici.

Dedica gli ultimi anni della sua vita alla assistenza dei bimbi abbandonati, come ambasciatrice dell'Unicef. Muore nel 1993 (64 anni) per un tumore.
Audrey Hepburn nasce a Bruxelles nel 1929 da una baronessa olandese e da un uomo d'affari irlandese. Si trasferisce molto piccola in Inghilterra dove studia danza: il suo esordio nel mondo dello spettacolo è infatti come ballerina.

Al cinema esordisce nel 1951 con una particina in Risate in Paradiso di Mario Zampi a cui fanno seguito ruoli in film di scarso livello.

Il 1953 vede la consacrazione della Hepburn come stella del firmamento Hollywoodiano nel ruolo di protagonista in Vacanze Romane di W. Wayler che le valse un premio Oscar.

I film più riusciti della sua carriera sono quelli che la vedono vestire i panni di giovane donna un po' svampita, alla ricerca di un buon partito (Sabrina 1954; Cenerentola a Parigi 1957; Arianna 1957; Colazione da Tiffany 1962; Quelle due... 1962; Insieme a Parigi 1963; Sciarada 1963). Audrey in breve tempo diventa un mito e inizia a dettare le regole della moda femminile occidentale negli anni '60.

Tra gli altri film ricordiamo: Guerra e pace 1956; Storia di una monaca 1960 (in cui ha tentato la recitazione drammatica), My Fair Lady 1964; Come rubare un milione di dollari e vivere felici.

Dedica gli ultimi anni della sua vita alla assistenza dei bimbi abbandonati, come ambasciatrice dell'Unicef. Muore nel 1993 (64 anni) per un tumore.
Audrey Hepburn nasce a Bruxelles nel 1929 da una baronessa olandese e da un uomo d'affari irlandese. Si trasferisce molto piccola in Inghilterra dove studia danza: il suo esordio nel mondo dello spettacolo è infatti come ballerina.

Al cinema esordisce nel 1951 con una particina in Risate in Paradiso di Mario Zampi a cui fanno seguito ruoli in film di scarso livello.

Il 1953 vede la consacrazione della Hepburn come stella del firmamento Hollywoodiano nel ruolo di protagonista in Vacanze Romane di W. Wayler che le valse un premio Oscar.

I film più riusciti della sua carriera sono quelli che la vedono vestire i panni di giovane donna un po' svampita, alla ricerca di un buon partito (Sabrina 1954; Cenerentola a Parigi 1957; Arianna 1957; Colazione da Tiffany 1962; Quelle due... 1962; Insieme a Parigi 1963; Sciarada 1963). Audrey in breve tempo diventa un mito e inizia a dettare le regole della moda femminile occidentale negli anni '60.

Tra gli altri film ricordiamo: Guerra e pace 1956; Storia di una monaca 1960 (in cui ha tentato la recitazione drammatica), My Fair Lady 1964; Come rubare un milione di dollari e vivere felici.

Dedica gli ultimi anni della sua vita alla assistenza dei bimbi abbandonati, come ambasciatrice dell'Unicef. Muore nel 1993 (64 anni) per un tumore.
Audrey Hepburn nasce a Bruxelles nel 1929 da una baronessa olandese e da un uomo d'affari irlandese. Si trasferisce molto piccola in Inghilterra dove studia danza: il suo esordio nel mondo dello spettacolo è infatti come ballerina.

Al cinema esordisce nel 1951 con una particina in Risate in Paradiso di Mario Zampi a cui fanno seguito ruoli in film di scarso livello.

Il 1953 vede la consacrazione della Hepburn come stella del firmamento Hollywoodiano nel ruolo di protagonista in Vacanze Romane di W. Wayler che le valse un premio Oscar.

I film più riusciti della sua carriera sono quelli che la vedono vestire i panni di giovane donna un po' svampita, alla ricerca di un buon partito (Sabrina 1954; Cenerentola a Parigi 1957; Arianna 1957; Colazione da Tiffany 1962; Quelle due... 1962; Insieme a Parigi 1963; Sciarada 1963). Audrey in breve tempo diventa un mito e inizia a dettare le regole della moda femminile occidentale negli anni '60.

Tra gli altri film ricordiamo: Guerra e pace 1956; Storia di una monaca 1960 (in cui ha tentato la recitazione drammatica), My Fair Lady 1964; Come rubare un milione di dollari e vivere felici.

Dedica gli ultimi anni della sua vita alla assistenza dei bimbi abbandonati, come ambasciatrice dell'Unicef. Muore nel 1993 (64 anni) per un tumore.
Audrey Hepburn nasce a Bruxelles nel 1929 da una baronessa olandese e da un uomo d'affari irlandese. Si trasferisce molto piccola in Inghilterra dove studia danza: il suo esordio nel mondo dello spettacolo è infatti come ballerina.

Al cinema esordisce nel 1951 con una particina in Risate in Paradiso di Mario Zampi a cui fanno seguito ruoli in film di scarso livello.

Il 1953 vede la consacrazione della Hepburn come stella del firmamento Hollywoodiano nel ruolo di protagonista in Vacanze Romane di W. Wayler che le valse un premio Oscar.

I film più riusciti della sua carriera sono quelli che la vedono vestire i panni di giovane donna un po' svampita, alla ricerca di un buon partito (Sabrina 1954; Cenerentola a Parigi 1957; Arianna 1957; Colazione da Tiffany 1962; Quelle due... 1962; Insieme a Parigi 1963; Sciarada 1963). Audrey in breve tempo diventa un mito e inizia a dettare le regole della moda femminile occidentale negli anni '60.

Tra gli altri film ricordiamo: Guerra e pace 1956; Storia di una monaca 1960 (in cui ha tentato la recitazione drammatica), My Fair Lady 1964; Come rubare un milione di dollari e vivere felici.

Dedica gli ultimi anni della sua vita alla assistenza dei bimbi abbandonati, come ambasciatrice dell'Unicef. Muore nel 1993 (64 anni) per un tumore.
Audrey Hepburn nasce a Bruxelles nel 1929 da una baronessa olandese e da un uomo d'affari irlandese. Si trasferisce molto piccola in Inghilterra dove studia danza: il suo esordio nel mondo dello spettacolo è infatti come ballerina.

Al cinema esordisce nel 1951 con una particina in Risate in Paradiso di Mario Zampi a cui fanno seguito ruoli in film di scarso livello.

Il 1953 vede la consacrazione della Hepburn come stella del firmamento Hollywoodiano nel ruolo di protagonista in Vacanze Romane di W. Wayler che le valse un premio Oscar.

I film più riusciti della sua carriera sono quelli che la vedono vestire i panni di giovane donna un po' svampita, alla ricerca di un buon partito (Sabrina 1954; Cenerentola a Parigi 1957; Arianna 1957; Colazione da Tiffany 1962; Quelle due... 1962; Insieme a Parigi 1963; Sciarada 1963). Audrey in breve tempo diventa un mito e inizia a dettare le regole della moda femminile occidentale negli anni '60.

Tra gli altri film ricordiamo: Guerra e pace 1956; Storia di una monaca 1960 (in cui ha tentato la recitazione drammatica), My Fair Lady 1964; Come rubare un milione di dollari e vivere felici.

Dedica gli ultimi anni della sua vita alla assistenza dei bimbi abbandonati, come ambasciatrice dell'Unicef. Muore nel 1993 (64 anni) per un tumore.
Audrey Hepburn nasce a Bruxelles nel 1929 da una baronessa olandese e da un uomo d'affari irlandese. Si trasferisce molto piccola in Inghilterra dove studia danza: il suo esordio nel mondo dello spettacolo è infatti come ballerina.

Al cinema esordisce nel 1951 con una particina in Risate in Paradiso di Mario Zampi a cui fanno seguito ruoli in film di scarso livello.

Il 1953 vede la consacrazione della Hepburn come stella del firmamento Hollywoodiano nel ruolo di protagonista in Vacanze Romane di W. Wayler che le valse un premio Oscar.

I film più riusciti della sua carriera sono quelli che la vedono vestire i panni di giovane donna un po' svampita, alla ricerca di un buon partito (Sabrina 1954; Cenerentola a Parigi 1957; Arianna 1957; Colazione da Tiffany 1962; Quelle due... 1962; Insieme a Parigi 1963; Sciarada 1963). Audrey in breve tempo diventa un mito e inizia a dettare le regole della moda femminile occidentale negli anni '60.

Tra gli altri film ricordiamo: Guerra e pace 1956; Storia di una monaca 1960 (in cui ha tentato la recitazione drammatica), My Fair Lady 1964; Come rubare un milione di dollari e vivere felici.

Dedica gli ultimi anni della sua vita alla assistenza dei bimbi abbandonati, come ambasciatrice dell'Unicef. Muore nel 1993 (64 anni) per un tumore.
Audrey Hepburn nasce a Bruxelles nel 1929 da una baronessa olandese e da un uomo d'affari irlandese. Si trasferisce molto piccola in Inghilterra dove studia danza: il suo esordio nel mondo dello spettacolo è infatti come ballerina.

Al cinema esordisce nel 1951 con una particina in Risate in Paradiso di Mario Zampi a cui fanno seguito ruoli in film di scarso livello.

Il 1953 vede la consacrazione della Hepburn come stella del firmamento Hollywoodiano nel ruolo di protagonista in Vacanze Romane di W. Wayler che le valse un premio Oscar.

I film più riusciti della sua carriera sono quelli che la vedono vestire i panni di giovane donna un po' svampita, alla ricerca di un buon partito (Sabrina 1954; Cenerentola a Parigi 1957; Arianna 1957; Colazione da Tiffany 1962; Quelle due... 1962; Insieme a Parigi 1963; Sciarada 1963). Audrey in breve tempo diventa un mito e inizia a dettare le regole della moda femminile occidentale negli anni '60.

Tra gli altri film ricordiamo: Guerra e pace 1956; Storia di una monaca 1960 (in cui ha tentato la recitazione drammatica), My Fair Lady 1964; Come rubare un milione di dollari e vivere felici.

Dedica gli ultimi anni della sua vita alla assistenza dei bimbi abbandonati, come ambasciatrice dell'Unicef. Muore nel 1993 (64 anni) per un tumore.
Audrey Hepburn nasce a Bruxelles nel 1929 da una baronessa olandese e da un uomo d'affari irlandese. Si trasferisce molto piccola in Inghilterra dove studia danza: il suo esordio nel mondo dello spettacolo è infatti come ballerina.

Al cinema esordisce nel 1951 con una particina in Risate in Paradiso di Mario Zampi a cui fanno seguito ruoli in film di scarso livello.

Il 1953 vede la consacrazione della Hepburn come stella del firmamento Hollywoodiano nel ruolo di protagonista in Vacanze Romane di W. Wayler che le valse un premio Oscar.

I film più riusciti della sua carriera sono quelli che la vedono vestire i panni di giovane donna un po' svampita, alla ricerca di un buon partito (Sabrina 1954; Cenerentola a Parigi 1957; Arianna 1957; Colazione da Tiffany 1962; Quelle due... 1962; Insieme a Parigi 1963; Sciarada 1963). Audrey in breve tempo diventa un mito e inizia a dettare le regole della moda femminile occidentale negli anni '60.

Tra gli altri film ricordiamo: Guerra e pace 1956; Storia di una monaca 1960 (in cui ha tentato la recitazione drammatica), My Fair Lady 1964; Come rubare un milione di dollari e vivere felici.

Dedica gli ultimi anni della sua vita alla assistenza dei bimbi abbandonati, come ambasciatrice dell'Unicef. Muore nel 1993 (64 anni) per un tumore.
Audrey Hepburn nasce a Bruxelles nel 1929 da una baronessa olandese e da un uomo d'affari irlandese. Si trasferisce molto piccola in Inghilterra dove studia danza: il suo esordio nel mondo dello spettacolo è infatti come ballerina.

Al cinema esordisce nel 1951 con una particina in Risate in Paradiso di Mario Zampi a cui fanno seguito ruoli in film di scarso livello.

Il 1953 vede la consacrazione della Hepburn come stella del firmamento Hollywoodiano nel ruolo di protagonista in Vacanze Romane di W. Wayler che le valse un premio Oscar.

I film più riusciti della sua carriera sono quelli che la vedono vestire i panni di giovane donna un po' svampita, alla ricerca di un buon partito (Sabrina 1954; Cenerentola a Parigi 1957; Arianna 1957; Colazione da Tiffany 1962; Quelle due... 1962; Insieme a Parigi 1963; Sciarada 1963). Audrey in breve tempo diventa un mito e inizia a dettare le regole della moda femminile occidentale negli anni '60.

Tra gli altri film ricordiamo: Guerra e pace 1956; Storia di una monaca 1960 (in cui ha tentato la recitazione drammatica), My Fair Lady 1964; Come rubare un milione di dollari e vivere felici.

Dedica gli ultimi anni della sua vita alla assistenza dei bimbi abbandonati, come ambasciatrice dell'Unicef. Muore nel 1993 (64 anni) per un tumore.
Audrey Hepburn nasce a Bruxelles nel 1929 da una baronessa olandese e da un uomo d'affari irlandese. Si trasferisce molto piccola in Inghilterra dove studia danza: il suo esordio nel mondo dello spettacolo è infatti come ballerina.

Al cinema esordisce nel 1951 con una particina in Risate in Paradiso di Mario Zampi a cui fanno seguito ruoli in film di scarso livello.

Il 1953 vede la consacrazione della Hepburn come stella del firmamento Hollywoodiano nel ruolo di protagonista in Vacanze Romane di W. Wayler che le valse un premio Oscar.

I film più riusciti della sua carriera sono quelli che la vedono vestire i panni di giovane donna un po' svampita, alla ricerca di un buon partito (Sabrina 1954; Cenerentola a Parigi 1957; Arianna 1957; Colazione da Tiffany 1962; Quelle due... 1962; Insieme a Parigi 1963; Sciarada 1963). Audrey in breve tempo diventa un mito e inizia a dettare le regole della moda femminile occidentale negli anni '60.

Tra gli altri film ricordiamo: Guerra e pace 1956; Storia di una monaca 1960 (in cui ha tentato la recitazione drammatica), My Fair Lady 1964; Come rubare un milione di dollari e vivere felici.

Dedica gli ultimi anni della sua vita alla assistenza dei bimbi abbandonati, come ambasciatrice dell'Unicef. Muore nel 1993 (64 anni) per un tumore.
Audrey Hepburn nasce a Bruxelles nel 1929 da una baronessa olandese e da un uomo d'affari irlandese. Si trasferisce molto piccola in Inghilterra dove studia danza: il suo esordio nel mondo dello spettacolo è infatti come ballerina.

Al cinema esordisce nel 1951 con una particina in Risate in Paradiso di Mario Zampi a cui fanno seguito ruoli in film di scarso livello.

Il 1953 vede la consacrazione della Hepburn come stella del firmamento Hollywoodiano nel ruolo di protagonista in Vacanze Romane di W. Wayler che le valse un premio Oscar.

I film più riusciti della sua carriera sono quelli che la vedono vestire i panni di giovane donna un po' svampita, alla ricerca di un buon partito (Sabrina 1954; Cenerentola a Parigi 1957; Arianna 1957; Colazione da Tiffany 1962; Quelle due... 1962; Insieme a Parigi 1963; Sciarada 1963). Audrey in breve tempo diventa un mito e inizia a dettare le regole della moda femminile occidentale negli anni '60.

Tra gli altri film ricordiamo: Guerra e pace 1956; Storia di una monaca 1960 (in cui ha tentato la recitazione drammatica), My Fair Lady 1964; Come rubare un milione di dollari e vivere felici.

Dedica gli ultimi anni della sua vita alla assistenza dei bimbi abbandonati, come ambasciatrice dell'Unicef. Muore nel 1993 (64 anni) per un tumore.
Audrey Hepburn nasce a Bruxelles nel 1929 da una baronessa olandese e da un uomo d'affari irlandese. Si trasferisce molto piccola in Inghilterra dove studia danza: il suo esordio nel mondo dello spettacolo è infatti come ballerina.

Al cinema esordisce nel 1951 con una particina in Risate in Paradiso di Mario Zampi a cui fanno seguito ruoli in film di scarso livello.

Il 1953 vede la consacrazione della Hepburn come stella del firmamento Hollywoodiano nel ruolo di protagonista in Vacanze Romane di W. Wayler che le valse un premio Oscar.

I film più riusciti della sua carriera sono quelli che la vedono vestire i panni di giovane donna un po' svampita, alla ricerca di un buon partito (Sabrina 1954; Cenerentola a Parigi 1957; Arianna 1957; Colazione da Tiffany 1962; Quelle due... 1962; Insieme a Parigi 1963; Sciarada 1963). Audrey in breve tempo diventa un mito e inizia a dettare le regole della moda femminile occidentale negli anni '60.

Tra gli altri film ricordiamo: Guerra e pace 1956; Storia di una monaca 1960 (in cui ha tentato la recitazione drammatica), My Fair Lady 1964; Come rubare un milione di dollari e vivere felici.

Dedica gli ultimi anni della sua vita alla assistenza dei bimbi abbandonati, come ambasciatrice dell'Unicef. Muore nel 1993 (64 anni) per un tumore.
Audrey Hepburn nasce a Bruxelles nel 1929 da una baronessa olandese e da un uomo d'affari irlandese. Si trasferisce molto piccola in Inghilterra dove studia danza: il suo esordio nel mondo dello spettacolo è infatti come ballerina.

Al cinema esordisce nel 1951 con una particina in Risate in Paradiso di Mario Zampi a cui fanno seguito ruoli in film di scarso livello.

Il 1953 vede la consacrazione della Hepburn come stella del firmamento Hollywoodiano nel ruolo di protagonista in Vacanze Romane di W. Wayler che le valse un premio Oscar.

I film più riusciti della sua carriera sono quelli che la vedono vestire i panni di giovane donna un po' svampita, alla ricerca di un buon partito (Sabrina 1954; Cenerentola a Parigi 1957; Arianna 1957; Colazione da Tiffany 1962; Quelle due... 1962; Insieme a Parigi 1963; Sciarada 1963). Audrey in breve tempo diventa un mito e inizia a dettare le regole della moda femminile occidentale negli anni '60.

Tra gli altri film ricordiamo: Guerra e pace 1956; Storia di una monaca 1960 (in cui ha tentato la recitazione drammatica), My Fair Lady 1964; Come rubare un milione di dollari e vivere felici.

Dedica gli ultimi anni della sua vita alla assistenza dei bimbi abbandonati, come ambasciatrice dell'Unicef. Muore nel 1993 (64 anni) per un tumore.
Audrey Hepburn nasce a Bruxelles nel 1929 da una baronessa olandese e da un uomo d'affari irlandese. Si trasferisce molto piccola in Inghilterra dove studia danza: il suo esordio nel mondo dello spettacolo è infatti come ballerina.

Al cinema esordisce nel 1951 con una particina in Risate in Paradiso di Mario Zampi a cui fanno seguito ruoli in film di scarso livello.

Il 1953 vede la consacrazione della Hepburn come stella del firmamento Hollywoodiano nel ruolo di protagonista in Vacanze Romane di W. Wayler che le valse un premio Oscar.

I film più riusciti della sua carriera sono quelli che la vedono vestire i panni di giovane donna un po' svampita, alla ricerca di un buon partito (Sabrina 1954; Cenerentola a Parigi 1957; Arianna 1957; Colazione da Tiffany 1962; Quelle due... 1962; Insieme a Parigi 1963; Sciarada 1963). Audrey in breve tempo diventa un mito e inizia a dettare le regole della moda femminile occidentale negli anni '60.

Tra gli altri film ricordiamo: Guerra e pace 1956; Storia di una monaca 1960 (in cui ha tentato la recitazione drammatica), My Fair Lady 1964; Come rubare un milione di dollari e vivere felici.

Dedica gli ultimi anni della sua vita alla assistenza dei bimbi abbandonati, come ambasciatrice dell'Unicef. Muore nel 1993 (64 anni) per un tumore.
Audrey Hepburn nasce a Bruxelles nel 1929 da una baronessa olandese e da un uomo d'affari irlandese. Si trasferisce molto piccola in Inghilterra dove studia danza: il suo esordio nel mondo dello spettacolo è infatti come ballerina.

Al cinema esordisce nel 1951 con una particina in Risate in Paradiso di Mario Zampi a cui fanno seguito ruoli in film di scarso livello.

Il 1953 vede la consacrazione della Hepburn come stella del firmamento Hollywoodiano nel ruolo di protagonista in Vacanze Romane di W. Wayler che le valse un premio Oscar.

I film più riusciti della sua carriera sono quelli che la vedono vestire i panni di giovane donna un po' svampita, alla ricerca di un buon partito (Sabrina 1954; Cenerentola a Parigi 1957; Arianna 1957; Colazione da Tiffany 1962; Quelle due... 1962; Insieme a Parigi 1963; Sciarada 1963). Audrey in breve tempo diventa un mito e inizia a dettare le regole della moda femminile occidentale negli anni '60.

Tra gli altri film ricordiamo: Guerra e pace 1956; Storia di una monaca 1960 (in cui ha tentato la recitazione drammatica), My Fair Lady 1964; Come rubare un milione di dollari e vivere felici.

Dedica gli ultimi anni della sua vita alla assistenza dei bimbi abbandonati, come ambasciatrice dell'Unicef. Muore nel 1993 (64 anni) per un tumore.
Audrey Hepburn nasce a Bruxelles nel 1929 da una baronessa olandese e da un uomo d'affari irlandese. Si trasferisce molto piccola in Inghilterra dove studia danza: il suo esordio nel mondo dello spettacolo è infatti come ballerina.

Al cinema esordisce nel 1951 con una particina in Risate in Paradiso di Mario Zampi a cui fanno seguito ruoli in film di scarso livello.

Il 1953 vede la consacrazione della Hepburn come stella del firmamento Hollywoodiano nel ruolo di protagonista in Vacanze Romane di W. Wayler che le valse un premio Oscar.

I film più riusciti della sua carriera sono quelli che la vedono vestire i panni di giovane donna un po' svampita, alla ricerca di un buon partito (Sabrina 1954; Cenerentola a Parigi 1957; Arianna 1957; Colazione da Tiffany 1962; Quelle due... 1962; Insieme a Parigi 1963; Sciarada 1963). Audrey in breve tempo diventa un mito e inizia a dettare le regole della moda femminile occidentale negli anni '60.

Tra gli altri film ricordiamo: Guerra e pace 1956; Storia di una monaca 1960 (in cui ha tentato la recitazione drammatica), My Fair Lady 1964; Come rubare un milione di dollari e vivere felici.

Dedica gli ultimi anni della sua vita alla assistenza dei bimbi abbandonati, come ambasciatrice dell'Unicef. Muore nel 1993 (64 anni) per un tumore.
Audrey Hepburn nasce a Bruxelles nel 1929 da una baronessa olandese e da un uomo d'affari irlandese. Si trasferisce molto piccola in Inghilterra dove studia danza: il suo esordio nel mondo dello spettacolo è infatti come ballerina.

Al cinema esordisce nel 1951 con una particina in Risate in Paradiso di Mario Zampi a cui fanno seguito ruoli in film di scarso livello.

Il 1953 vede la consacrazione della Hepburn come stella del firmamento Hollywoodiano nel ruolo di protagonista in Vacanze Romane di W. Wayler che le valse un premio Oscar.

I film più riusciti della sua carriera sono quelli che la vedono vestire i panni di giovane donna un po' svampita, alla ricerca di un buon partito (Sabrina 1954; Cenerentola a Parigi 1957; Arianna 1957; Colazione da Tiffany 1962; Quelle due... 1962; Insieme a Parigi 1963; Sciarada 1963). Audrey in breve tempo diventa un mito e inizia a dettare le regole della moda femminile occidentale negli anni '60.

Tra gli altri film ricordiamo: Guerra e pace 1956; Storia di una monaca 1960 (in cui ha tentato la recitazione drammatica), My Fair Lady 1964; Come rubare un milione di dollari e vivere felici.

Dedica gli ultimi anni della sua vita alla assistenza dei bimbi abbandonati, come ambasciatrice dell'Unicef. Muore nel 1993 (64 anni) per un tumore.
Audrey Hepburn nasce a Bruxelles nel 1929 da una baronessa olandese e da un uomo d'affari irlandese. Si trasferisce molto piccola in Inghilterra dove studia danza: il suo esordio nel mondo dello spettacolo è infatti come ballerina.

Al cinema esordisce nel 1951 con una particina in Risate in Paradiso di Mario Zampi a cui fanno seguito ruoli in film di scarso livello.

Il 1953 vede la consacrazione della Hepburn come stella del firmamento Hollywoodiano nel ruolo di protagonista in Vacanze Romane di W. Wayler che le valse un premio Oscar.

I film più riusciti della sua carriera sono quelli che la vedono vestire i panni di giovane donna un po' svampita, alla ricerca di un buon partito (Sabrina 1954; Cenerentola a Parigi 1957; Arianna 1957; Colazione da Tiffany 1962; Quelle due... 1962; Insieme a Parigi 1963; Sciarada 1963). Audrey in breve tempo diventa un mito e inizia a dettare le regole della moda femminile occidentale negli anni '60.

Tra gli altri film ricordiamo: Guerra e pace 1956; Storia di una monaca 1960 (in cui ha tentato la recitazione drammatica), My Fair Lady 1964; Come rubare un milione di dollari e vivere felici.

Dedica gli ultimi anni della sua vita alla assistenza dei bimbi abbandonati, come ambasciatrice dell'Unicef. Muore nel 1993 (64 anni) per un tumore.
Audrey Hepburn nasce a Bruxelles nel 1929 da una baronessa olandese e da un uomo d'affari irlandese. Si trasferisce molto piccola in Inghilterra dove studia danza: il suo esordio nel mondo dello spettacolo è infatti come ballerina.

Al cinema esordisce nel 1951 con una particina in Risate in Paradiso di Mario Zampi a cui fanno seguito ruoli in film di scarso livello.

Il 1953 vede la consacrazione della Hepburn come stella del firmamento Hollywoodiano nel ruolo di protagonista in Vacanze Romane di W. Wayler che le valse un premio Oscar.

I film più riusciti della sua carriera sono quelli che la vedono vestire i panni di giovane donna un po' svampita, alla ricerca di un buon partito (Sabrina 1954; Cenerentola a Parigi 1957; Arianna 1957; Colazione da Tiffany 1962; Quelle due... 1962; Insieme a Parigi 1963; Sciarada 1963). Audrey in breve tempo diventa un mito e inizia a dettare le regole della moda femminile occidentale negli anni '60.

Tra gli altri film ricordiamo: Guerra e pace 1956; Storia di una monaca 1960 (in cui ha tentato la recitazione drammatica), My Fair Lady 1964; Come rubare un milione di dollari e vivere felici.

Dedica gli ultimi anni della sua vita alla assistenza dei bimbi abbandonati, come ambasciatrice dell'Unicef. Muore nel 1993 (64 anni) per un tumore.
Audrey Hepburn nasce a Bruxelles nel 1929 da una baronessa olandese e da un uomo d'affari irlandese. Si trasferisce molto piccola in Inghilterra dove studia danza: il suo esordio nel mondo dello spettacolo è infatti come ballerina.

Al cinema esordisce nel 1951 con una particina in Risate in Paradiso di Mario Zampi a cui fanno seguito ruoli in film di scarso livello.

Il 1953 vede la consacrazione della Hepburn come stella del firmamento Hollywoodiano nel ruolo di protagonista in Vacanze Romane di W. Wayler che le valse un premio Oscar.

I film più riusciti della sua carriera sono quelli che la vedono vestire i panni di giovane donna un po' svampita, alla ricerca di un buon partito (Sabrina 1954; Cenerentola a Parigi 1957; Arianna 1957; Colazione da Tiffany 1962; Quelle due... 1962; Insieme a Parigi 1963; Sciarada 1963). Audrey in breve tempo diventa un mito e inizia a dettare le regole della moda femminile occidentale negli anni '60.

Tra gli altri film ricordiamo: Guerra e pace 1956; Storia di una monaca 1960 (in cui ha tentato la recitazione drammatica), My Fair Lady 1964; Come rubare un milione di dollari e vivere felici.

Dedica gli ultimi anni della sua vita alla assistenza dei bimbi abbandonati, come ambasciatrice dell'Unicef. Muore nel 1993 (64 anni) per un tumore.
Audrey Hepburn nasce a Bruxelles nel 1929 da una baronessa olandese e da un uomo d'affari irlandese. Si trasferisce molto piccola in Inghilterra dove studia danza: il suo esordio nel mondo dello spettacolo è infatti come ballerina.

Al cinema esordisce nel 1951 con una particina in Risate in Paradiso di Mario Zampi a cui fanno seguito ruoli in film di scarso livello.

Il 1953 vede la consacrazione della Hepburn come stella del firmamento Hollywoodiano nel ruolo di protagonista in Vacanze Romane di W. Wayler che le valse un premio Oscar.

I film più riusciti della sua carriera sono quelli che la vedono vestire i panni di giovane donna un po' svampita, alla ricerca di un buon partito (Sabrina 1954; Cenerentola a Parigi 1957; Arianna 1957; Colazione da Tiffany 1962; Quelle due... 1962; Insieme a Parigi 1963; Sciarada 1963). Audrey in breve tempo diventa un mito e inizia a dettare le regole della moda femminile occidentale negli anni '60.

Tra gli altri film ricordiamo: Guerra e pace 1956; Storia di una monaca 1960 (in cui ha tentato la recitazione drammatica), My Fair Lady 1964; Come rubare un milione di dollari e vivere felici.

Dedica gli ultimi anni della sua vita alla assistenza dei bimbi abbandonati, come ambasciatrice dell'Unicef. Muore nel 1993 (64 anni) per un tumore.
Audrey Hepburn nasce a Bruxelles nel 1929 da una baronessa olandese e da un uomo d'affari irlandese. Si trasferisce molto piccola in Inghilterra dove studia danza: il suo esordio nel mondo dello spettacolo è infatti come ballerina.

Al cinema esordisce nel 1951 con una particina in Risate in Paradiso di Mario Zampi a cui fanno seguito ruoli in film di scarso livello.

Il 1953 vede la consacrazione della Hepburn come stella del firmamento Hollywoodiano nel ruolo di protagonista in Vacanze Romane di W. Wayler che le valse un premio Oscar.

I film più riusciti della sua carriera sono quelli che la vedono vestire i panni di giovane donna un po' svampita, alla ricerca di un buon partito (Sabrina 1954; Cenerentola a Parigi 1957; Arianna 1957; Colazione da Tiffany 1962; Quelle due... 1962; Insieme a Parigi 1963; Sciarada 1963). Audrey in breve tempo diventa un mito e inizia a dettare le regole della moda femminile occidentale negli anni '60.

Tra gli altri film ricordiamo: Guerra e pace 1956; Storia di una monaca 1960 (in cui ha tentato la recitazione drammatica), My Fair Lady 1964; Come rubare un milione di dollari e vivere felici.

Dedica gli ultimi anni della sua vita alla assistenza dei bimbi abbandonati, come ambasciatrice dell'Unicef. Muore nel 1993 (64 anni) per un tumore.
Audrey Hepburn nasce a Bruxelles nel 1929 da una baronessa olandese e da un uomo d'affari irlandese. Si trasferisce molto piccola in Inghilterra dove studia danza: il suo esordio nel mondo dello spettacolo è infatti come ballerina.

Al cinema esordisce nel 1951 con una particina in Risate in Paradiso di Mario Zampi a cui fanno seguito ruoli in film di scarso livello.

Il 1953 vede la consacrazione della Hepburn come stella del firmamento Hollywoodiano nel ruolo di protagonista in Vacanze Romane di W. Wayler che le valse un premio Oscar.

I film più riusciti della sua carriera sono quelli che la vedono vestire i panni di giovane donna un po' svampita, alla ricerca di un buon partito (Sabrina 1954; Cenerentola a Parigi 1957; Arianna 1957; Colazione da Tiffany 1962; Quelle due... 1962; Insieme a Parigi 1963; Sciarada 1963). Audrey in breve tempo diventa un mito e inizia a dettare le regole della moda femminile occidentale negli anni '60.

Tra gli altri film ricordiamo: Guerra e pace 1956; Storia di una monaca 1960 (in cui ha tentato la recitazione drammatica), My Fair Lady 1964; Come rubare un milione di dollari e vivere felici.

Dedica gli ultimi anni della sua vita alla assistenza dei bimbi abbandonati, come ambasciatrice dell'Unicef. Muore nel 1993 (64 anni) per un tumore.
Audrey Hepburn nasce a Bruxelles nel 1929 da una baronessa olandese e da un uomo d'affari irlandese. Si trasferisce molto piccola in Inghilterra dove studia danza: il suo esordio nel mondo dello spettacolo è infatti come ballerina.

Al cinema esordisce nel 1951 con una particina in Risate in Paradiso di Mario Zampi a cui fanno seguito ruoli in film di scarso livello.

Il 1953 vede la consacrazione della Hepburn come stella del firmamento Hollywoodiano nel ruolo di protagonista in Vacanze Romane di W. Wayler che le valse un premio Oscar.

I film più riusciti della sua carriera sono quelli che la vedono vestire i panni di giovane donna un po' svampita, alla ricerca di un buon partito (Sabrina 1954; Cenerentola a Parigi 1957; Arianna 1957; Colazione da Tiffany 1962; Quelle due... 1962; Insieme a Parigi 1963; Sciarada 1963). Audrey in breve tempo diventa un mito e inizia a dettare le regole della moda femminile occidentale negli anni '60.

Tra gli altri film ricordiamo: Guerra e pace 1956; Storia di una monaca 1960 (in cui ha tentato la recitazione drammatica), My Fair Lady 1964; Come rubare un milione di dollari e vivere felici.

Dedica gli ultimi anni della sua vita alla assistenza dei bimbi abbandonati, come ambasciatrice dell'Unicef. Muore nel 1993 (64 anni) per un tumore.
Audrey Hepburn nasce a Bruxelles nel 1929 da una baronessa olandese e da un uomo d'affari irlandese. Si trasferisce molto piccola in Inghilterra dove studia danza: il suo esordio nel mondo dello spettacolo è infatti come ballerina.

Al cinema esordisce nel 1951 con una particina in Risate in Paradiso di Mario Zampi a cui fanno seguito ruoli in film di scarso livello.

Il 1953 vede la consacrazione della Hepburn come stella del firmamento Hollywoodiano nel ruolo di protagonista in Vacanze Romane di W. Wayler che le valse un premio Oscar.

I film più riusciti della sua carriera sono quelli che la vedono vestire i panni di giovane donna un po' svampita, alla ricerca di un buon partito (Sabrina 1954; Cenerentola a Parigi 1957; Arianna 1957; Colazione da Tiffany 1962; Quelle due... 1962; Insieme a Parigi 1963; Sciarada 1963). Audrey in breve tempo diventa un mito e inizia a dettare le regole della moda femminile occidentale negli anni '60.

Tra gli altri film ricordiamo: Guerra e pace 1956; Storia di una monaca 1960 (in cui ha tentato la recitazione drammatica), My Fair Lady 1964; Come rubare un milione di dollari e vivere felici.

Dedica gli ultimi anni della sua vita alla assistenza dei bimbi abbandonati, come ambasciatrice dell'Unicef. Muore nel 1993 (64 anni) per un tumore.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017