Excite

Fiore e Giacchino, gli Oscar tricolore

Malgrado l'esclusione di 'Baarìa' ai premi Oscar 2010, l'Italia è riuscita a portare casa ben due statuette grazie al talento di due maghi, uno dell'immagine, l'altro del suono: Mauro Fiore e Michael Giacchino, il primo per la fotografia di 'Avatar', il secondo per la colonna sonora di 'Up'.

'Un gran saluto all'Italia. Viva l'Italia. Un grande abbraccio!' ha detto Fiore sul palco del Kodak Theatre stringendo la statuetta tra le mani. Il premio legato al kolossal di James Cameron è il coronamento di una carriera intrapresa nei primi anni '90. Calabrese, figlio di emigrati, Fiore rimase negli Usa dopo il ritorno dei genitori in Italia e iniziò come elettricista e tecnico luci di Steven Spielberg.

Guarda il video della premiazione di Mauro Fiore

'Sono piena di gioia' ha dichiarato la mamma Romilda Carpino, che ha seguito la premiazione in diretta. 'Ci ha anche ringraziato sul palco, sono scoppiata a piangere. All'inizio ero molto scettica sul lavoro di Mauro nel cinema - aggiunge - e invece eccolo qui a vincere l'Oscar e rendere fiera la Calabria e l'Italia intera'.

Il collega Giacchino, nato nel New Jersey e con nonni abruzzesi, ha a sua volta dichiarato: 'Sono italiano e molto orgoglioso delle mia radici. Non e' un segreto che gli italiani hanno composto alcuni dei migliori brani musicali mai creati'. Il 43enne, che ha ottenuto la cittadinanza italiana nel 2009, ha già vinto un Emmy e un Grammy Awards, rispettivamente per la colonna sonora del telefilm 'Lost' e dell'altro capolavoro Pixar 'Ratatouille'.

cinema.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017