Excite

Festival di Roma, si parte il 27 ottobre

  • romacinefest.it

La sesta edizione del Festival di Roma è in arrivo: si terrà dal 27 ottobre al 4 novembre presso l'Auditorium della Conciliazione. Si ripresentano le polemiche riguardanti la rivalità con Venezia, ma stavolta il sindaco Gianni Alemanno la mette giù dura: 'Non permetteremo a nessun ministro di rompere le scatole a questa rassegna'. E il presidente del Festival Gianluigi Rondi non è meno deciso: 'Sottoscrivo in pieno quello che ha detto l'onorevole sindaco'. Poi Alemanno rilancia con un 'Del contributo statale possiamo fare a meno', riferendosi a quei 270mila euro in ballo, e piuttosto si augura che vengano raccolti grandi successi.

Tutto il programma del Festival di Roma 2011

Quest'anno ci sono in gara ben 56 film italiani, di cui quattro in concorso nella selezione ufficiale: 'La kriptonite nella borsa' di Ivan Cotroneo, con Valeria Golino e Luca Zingaretti; 'Il cuore grande delle ragazze' di Pupi Avati, con Micaela Ramazzotti e Cesare Cremonini; 'Il mio domani' di Marina Spada, con Claudia Gerini e Raffaele Pisu; 'Il paese delle spose infelici' dell'esordiente Pippo Mezzapesa, tratto dal romanzo di Mario Desiati.

Fuori concorso, e molto attesi, ecco 'L'industriale' di Giuliano Montaldo, con Pierfrancesco Favino e Carolina Crescentini; 'Un giorno questo dolore' ti sarà utile di Roberto Faenza, ispirato al romanzo di Peter Cameron e interpretato da Marcia Gay Harden e Ellen Burstyn. Da citare anche i documentari su Stefano Cucchi e su Agostino Di Bartolomei (per il secondo dovrebbero fare la loro comparsa sul red carpet anche Carlo Verdone e Francesco Totti); 'L'illazione' di Lelio Luttazzi; 'Noi di settembre' di Stefano Veneruso, sulle confessioni di Franco Califano; 'La passione di Laura' di Paolo Petrucci, dedicato a Laura Betti e alla sua storia d'amore con Pasolini. Meritevole di una nota a parte 'Totò in 3D - Il più grande spettacolo del mondo', restaurato da Aurelio De Laurentiis: è il primo film italiano mai realizzato in 3D.

Notevole la curiosità che ruota intorna al discusso 'La mia settimana con Marilyn' di Simon Curtis, che potrebbe anche essere in lizza per gli Oscar: sarà presentato anche questo fuori concorso e ricostruisce l'incontro sul set de 'Il Principe e la ballerina' fra la Monroe e il regista e attore Laurence Olivier, interpretati rispettivamente da Michelle Williams e Kenneth Branagh. Nella sezione 'L'altro cinema - Extra', che ospita i documentari, fra gli altri in gara ci sono 'Franca la prima', realizzato da Sabina Guzzanti su Franca Valeri, 'Grazia e furore' di Heidi Rizzo, 'From the sky down' di Davis Guggenheim, in cui si racconta la figura di Bono degli U2, e quello di Wim Wenders su Pina Baush. Fuori gara troviamo 'Africa Women: in Viaggio per il Nobel della pace' di Stefano Scialotti e 'Io non sono io. Giulietta e gli altri', testimonianza sulla preparazione di Riccardo Scamarcio per lo spettacolo teatrale 'Romeo e Giulietta'.

La rassegna sarà aperta da 'The Lady', biopic di Luc Besson su Aung San Suu Kyi, la pacifista birmana premio Nobel per la Pace, interpretata da Michelle Yeoh; e si chiuderà con la versione restaurata di 'Colazione da Tiffany' di Blake Edwards. Al presidente della giuria Ennio Morricone si affiancheranno l'étoile Roberto Bolle, il produttore David Puttnam, l’artista visivo Pierre Thoretton, l’attrice Debra Winger, la regista Susanne Bier e Carmen Chaplin, nipote di Charlie.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017