Excite

Festival di Cannes 2013, i premi degli italiani: "Salvo" e "Miele" della Golino

  • Getty Images

Si è conclusa la sessantaseiesima edizione del Festival di Cannes. Sulla Croisette ha trionfato il film di Abdellatif Kechiche, “La vie d’Adele” che ha garantito, in via del tutto speciale, la Palma d’Oro anche alle due attrici Adele Exarchopoulos e Lea Seydoux. Il cinema italiano si è avvicinato alla serata finale con grandi ambizioni ed è tornato a casa un po’ deluso.

Scopri tutti i vincitori del Festival di Cannes 2013

Nel concorso principale “La grande bellezza” di Paolo Sorrentino era tra i favoriti alla vittoria finale ma non ha ricevuto nessun tipo di premio. Il film del regista italiano non è stato premiato. Probabilmente la giuria ha voluto valorizzare un tema più forte e difficile come quello trattato ne “La vie d’Adele”. Un tema che in questi giorni in Francia è molto sentito e dibattuto.

Guarda le foto del film "La vie d'Adele"

Resta indubitabile la qualità cinematografica del film di Abdellatif Kechiche. Dove il film di Sorrentino è stato maggiormente penalizzato è stato nell’attribuzione dei premi “tecnici”. Il premio come miglior attore è andato a Bruce Dern per il suo ruolo in “Nebraska”, un film profondamente americano che deve aver colpito particolarmente la giuria. Toni Servillo meritava sicuramente maggior considerazione in questo contesto.

Veniamo alle note liete. Innanzitutto la bella sorpresa di Salvo” di Fabio Grassadonia e Antonio Piazza che ha vinto Il Gran Premio della Semaine della Critique a cui ha aggiunto il premio come film rivelazione della stessa sezione. Formalmente è stato l’unico premio ricevuto da produzioni italiane al quale, però, si sono aggiunte due menzioni speciali.

La prima è andata a Valeria Golino con il suo “Miele” che in Francia è stato molto apprezzato dopo essere passato senza grande clamore nelle sale cinematografiche italiane. Per l’attrice regista italiana è comunque un grande incoraggiamento e la certificazione di una bravura e di una tecnica che le promettono una bella carriera anche dietro la macchina da presa.

La seconda menzione è andata ad Adriano Valerio con il suo cortometraggio “37 4s” che potrebbe essere il via per una luminosa carriera da regista.

Guarda il trailer di Miele

cinema.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017