Excite

Berlino, Ralph Fiennes presenta il suo "Coriolanus"

Prosegue a tambur battente il Festival di Berlino: oggi è stato il giorno di Ralph Fiennes. L'attore britannico ha presentato il suo primo film da regista, 'Coriolanus', verisone moderna del dramma del 'Bardo' William Shakespeare.

Accanto a lui il macho Gerard Butler - che dopo una serie di commedie amorose torna ad imbracciare le armi come il ruolo che lo rese celebre, Leonida in '300' - e la veterana Vanessa Redgrave, nei rispettivi ruoli di Tullus Aufidius e della madre del protagonista, Volumnia.

Fiennes interpretò l'antieroe shakespeariano dieci anni fa a teatro a Londra: 'Quando ho iniziato a concepire il mio film avevo pensato di ambientarlo nell'antica Roma, ma negli ultimi anni la situazione economica e sociale mi ha influenzato a tal punto da spingermi a lavorare su un adattamento contemporaneo' ha spiegato il neo regista, che ha confessato di aver tratto ispirazione anche da 'Romeo+Juliet' di Buz Luhrmann.

Presentato nella sezione Panorama il film italiano di Giulio Manfredonia 'Qualunquemente', traddotto con il titolo 'Whatsoeverly'. La pellicola in cui Antonio Albanese interpreta il personaggio di Cetto La Qualunque ha riscosso grandi applausi in sala. In conferenza è stato chiesto se la pellicola fosse ispirata alle vicende più recenti della cronaca nostrana, ma Albanese ha risposto che si trattava di una coincidenza. 'Mi sento un po’ come ‘u pilu sopra Berlino' ha aggiunto ironicamente l'attore citando 'Il cielo sopra Berlino' di Wim Wenders.

E a proposito di quest'ultimo, ieri il cineasta tedesco ha diviso i riflettori della kermesse con l'altrettanto illustre collega Werner Herzog, presentando entrambi documentari in 3D: quello di Wenders ha come titolo 'Pina', dedicato all'amica coreografa Pina Bausch, quello di Herzog 'Cave of the Forgotten Dreams', un viaggio alla scoperta delle pitture rupestri nelle caverne del sud della Francia.

Foto da YouTube

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2019