Excite

E' morto John Hughes

Si è spento all'età di 59 anni, stroncato da un infarto, il regista e sceneggiatore John Hughes, uno dei portabandiera della commedia americana anni '80, e che in seguito si diede alla stesura di alcuni dei più famosi copioni degli anni '90.

Con i suoi film Hughes lanciò molti giovani attori destinati a diventare famosi: da Molly Ringwald, resa famosa grazie alle pellicole "Sixteen candles" nell'84 e due anni dopo in "Bella in rosa", fino a Matthew Broderick, Emilio Estevez ed Ally Sheedy, che rappresentavano gli adolescenti dell'epoca. Hughes diresse anche Kelly LeBrock (famosa per "La signora in rosso") in "La donna esplosiva".

Tra i suoi ultimi lavori da regista si annoverano "Un biglietto per due", con Steve Martin e John Candy, "Zio Buck" e "La tenera canaglia", Hughes decide di dedicarsi unicamente alla sceneggiatura: fra i suoi maggiori successi, pellicole per ragazzi quali "Mamma, ho perso l'aereo", "Beethoven", "La carica dei 101" e "Flubber".

A proposito del suo modo di fare cinema, il sito Badtaste ha pubblicato una dichiarazione di Hughes: "I ragazzi sono sufficientemente intelligenti per sapere che la maggior parte delle pellicole adolescenziali li stanno sfruttando, ma loro reagiscono positivamente quando gli adolescenti vengono descritti come persone reali. I miei film parlano della bellezza di crescere".

"Ritengo - concluse il regista scomparso - che soprattutto le adolescenti siano pronte per questo tipo di pellicole, dopo essere state infastidite da tutto il sesso e la violenza presenti in buona parte dei film adolescenziali. Le persone dimenticano che, quando hai 16 anni, probabilmente quello è il periodo della tua vita in cui sei più serio. Pensi seriamente alle questioni importanti".

cinema.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017