Excite

E' morto Charlton Heston, il duro di Hollywood

Si è spento ieri nella sua casa di Beverly Hills, Charlton Heston, mito di hollywood e controversa figura dello star system americano. L'attore aveva 84 anni e circa 6 anni fa aveva reso pubblica la sua malattia, l'Alzheimer, tramite un video trasmesso in tv.

Guarda le foto di Charlton Heston

L'attore aveva partecipato a più di 100 film, tra cui molte pietre miliari della cinematografia internazionale: divenne famoso come Mosè ne I dieci comandamenti di Cecil De Mille, partecipò due anni dopo a L'Infernale Quinlan di Orson Welles, ma il film che lo consacrò al grande pubblico fu Ben-Hur, film che gli valse l'Oscar.

Tra gli altri importantissimi titoli ricordiamo: Il principe guerriero (1965) Khartoum, in cui recitò contrapposto a Laurence Olivier. Per non parlare del dannato ultimo uomo del Pianeta delle scimmie. E poi il genere western, ma anche la drammatica attualità di Airport 75 e Terremoto.

I più giovani probabilmente lo ricorderanno in Bowling a Columbine di Michael Moore, in cui il regista gli fa pronunciare il celebre discorso "mi toglierete il fucile solo dalle mie fredde mani" subito dopo la morte di una bambina in una città; non tutti sanno tuttavia che il discorso era stato pronunciato circa un anno prima.

Heston era infatti dal 1998 di presidente della National Rifle Association, la lobby americana delle armi, sostenitrice del diritto dei cittadini a difendersi con le armi. Aveva ricoperto inoltre ruoli istituzionali come presidente del Sindacato degli attori e poi dell'American Film Institute.

Negli anni '60, prima della svolta conservatrice, lottò per il movimento dei diritti civili al fianco di Martin Luther King.

cinema.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017