Excite

David di Donatello 2014, le nomination: in testa Paolo Virzì e Paolo Sorrentino

  • Getty Images

Sono stati annunciati ieri i titoli in corsa per i David di Donatello 2014, l'ambito premio cinematografico italiano equivalente al Premio Oscar. Una delle principali novità di quest'anno è che tra i candidati principali risaltano alcune opere prime del cinema italiano, tra cui Smetto quando voglio di Sydney Sibilia e La mafia uccide solo d'estate di Pif: il primo concorre con ben 12 candidature, il secondo con 9, ottenendo la doppia nomination al David per miglior film e al "David giovani". La cerimonia di assegnazione del premio si svolgerà martedì 10 giugno.

Scopri i vincitori del David di Donatello 2013

In testa, spiccano due dei film italiani più appaluditi della stagione scorsa: Il capitale umano di Paolo Virzì e l'ultimo Premio Oscar 2013 per miglior film straniero, La grande bellezza di Paolo Sorrentino, rispettivamente con 19 e 18 nomination l'uno. Segue poi l'ultima pellicola di Ferzan Özpetek, Allacciate le cinture, con 11 candidature. Per questa 53esima edzione la cinquina degli interpreti vede sfilare Paola Cortellesi, Kasia Smutniak e Jasmine Trinca nel campo femminile, di contro a Giuseppe Battiston, Edoardo Leo e Carlo Cecchi, in lizza per miglior attore.

Di seguito tutte le nomination

  • Miglior film
  • Il capitale umano di Paolo Virzì
  • La grande bellezza di Paolo Sorrentino
  • La mafia uccide solo d'estate di Pierfrancesco Diliberto
  • La sedia della felicità di Carlo Mazzacurati
  • Smetto quando voglio di Sydney Sibilia
  • Migliore regista
  • Carlo Mazzacurati per La sedia della felicità
  • Ferzan Ozpetek per Allacciate le cinture
  • Ettore Scola per Che strano chiamarsi Federico. Scola racconta Fellini
  • Paolo Sorrentino per La grande bellezza
  • Paolo Virzì per Il capitale umano
  • Migliore regista esordiente
  • Pierfrancesco Diliberto per La mafia uccide solo d'estate
  • Valeria Golino per Miele
  • Fabio Grassadonia, Antonio Piazza per Salvo
  • Matteo Oleotto per Zoran il mio nipote scemo
  • Sydney Sibilia per Smetto quando voglio
  • Migliore sceneggiatura
  • Francesco Piccolo, Francesco Bruni, Paolo Virzì per Il capitale umano
  • Paolo Sorrentino, Umberto Contarello per La grande bellezza
  • Michele Astori, Pierfrancesco Diliberto, Marco Martani per La mafia uccide solo d'estate
  • Francesca Marciano, Valia Santella, Valeria Golino per Miele
  • Valerio Attanasio, Andrea Garello, Sydney Sibilia per Smetto quando voglio
  • Migliore produttore (con ex aequo)
  • Per Indiana Production Fabrizio Donvito, Benedetto Habib, Marco Cohen, co-produttore per Manny Films Philippe Gompel e Birgit Kemner, con Rai Cinema e Motorino Amaranto - Il capitale umano
  • Nicola Guliano, Francesca Cima per Indigo Film - La grande bellezza
  • Mario Gianani e Lorenzo Mieli per Wildside con Rai Cinema - La mafia uccide solo d'estate
  • Riccardo Scamarcio, Viola Prestieri per Buena Onda Film e con Rai Cinema - Miele
  • Massimo Cristaldi, Fabrizio Mosca - Salvo
  • Domenico Procacci, Matteo Rovere con Rai Cinema - Smetto quando voglio
  • Migliore attrice protagonista
  • Valeria Bruni Tedeschi per Il capitale umano
  • Paola Cortellesi per Sotto una buona stella
  • Sabrina Ferilli per La grande bellezza
  • Kasia Smutniak per Allacciate le cinture
  • Jasmine Trinca per Miele
  • Migliore attore protagonista
  • Giuseppe Battiston per Zoran il mio nipote scemo
  • Fabrizio Bentivoglio per Il capitale umano
  • Carlo Cecchi per Miele
  • Edoardo Leo per Smetto quando voglio
  • Toni Servillo per La grande bellezza
  • Migliore attrice non protagonista
  • Claudia Gerini per Tutta colpa di Freud
  • Valeria Golino per Il capitale umano
  • Paola Minaccioni per Allacciate le cinture
  • Galatea Ranzi per La grande bellezza
  • Milena Vukotic per La sedia della felicità
  • Migliore attore non protagonista (con ex aequo)
  • Valerio Aprea in Smetto quando voglio
  • Giuseppe Battiston in La sedia della felicità
  • Libero De Rienzo in Smetto quando voglio
  • Stefano Fresi in Smetto quando voglio
  • Fabrizio Gifuni in Il capitale umano
  • Carlo Verdone in La grande bellezza
  • Migliore direttore della fotografia
  • Jérôme Almèras, Il capitale umano
  • Luca Bigazzi, La grande bellezza
  • Daniele Ccprì, Salvo
  • Gian Filippo Corticelli, Allacciate le cinture
  • Gergely Poharnok, Miele
  • Miglior Musicista
  • - Pasquale CATALANO per Allacciate le cinture
  • - Lele MARCHITELLI per La grande bellezza
  • - PIVIO e Aldo DE SCALZI per Song’e Napule
  • - Umberto SCIPIONE per Sotto una buona stella
  • - Carlo VIRZÌ per Il capitale umano
  • Miglior Canzone Originale
  • - “I’M SORRY”, musica e testi di Giacomo VACCAI, interpretata da JACKIE O’S FARM per Il capitale umano
  • - “’A MALÌA”, musica e testi di Dario SANSONE, interpretata da FOJA per L’arte della felicità
  • - “TOSAMI LADY”, musica e testi di Santi PULVIRENTI, interpretata da Domenico CENTAMORE per La mafia uccide solo d’estate
  • - “SMETTO QUANDO VOGLIO”, musica e testi di Domenico SCARDAMAGLIA, interpretata da SCARDA per Smetto quando voglio
  • - “A’ VERITÁ”, musica di Francesco LICCARDO, Rosario CASTAGNOLA, testi di Francesco LICCARDO, Sarah TARTUFFO, Alessandro GAROFALO, interpretata da Franco RICCIARDI per Song’e Napule
  • - “DOVE CADONO I FULMINI”, musica, testi e interpretazione di Erica MOU per Una piccola impresa meridionale
  • Miglior Scenografo
  • - Giancarlo BASILI per Anni felici
  • - Stefania CELLA per La grande bellezza
  • - Marco DENTICI per Salvo
  • - Marta MAFFUCCI per Allacciate le cinture
  • - Mauro RADAELLI per Il capitale umano
  • Migliore Costumista
  • - Maria Rita BARBERA per Anni felici
  • - Daniela CIANCIO per La grande bellezza
  • - Alessandro LA per Allacciate le cinture
  • - Bettina PONTIGGIA per Il capitale umano
  • - Cristiana RICCERI per La mafia uccide solo d’estate
  • Miglior Truccatore
  • - Dalia COLLI per La mafia uccide solo d’estate
  • - Paola GATTABRUSI per Anni felici
  • - Caroline PHILIPPONNAT per Il capitale umano
  • - Maurizio SILVI per La grande bellezza
  • - Ermanno SPERA per Allacciate le cinture
  • Migliore Acconciatore
  • - Francesca DE SIMONE per Allacciate le cinture
  • - Stéphane DESMAREZ per Il capitale umano
  • - Massimo GATTABRUSI per Anni felici
  • - Sharim SABATINI per La sedia della felicità
  • - Aldo SIGNORETTI per La grande bellezza
  • Miglior Montatore
  • - Giogiò FRANCHINI per Miele
  • - Patrizio MARONE per Allacciate le cinture
  • - Cristiano TRAVAGLIOLI per La grande bellezza
  • - Gianni VEZZOSI per Smetto quando voglio
  • - Cecilia ZANUSO per Il capitale umano
  • Migliori effetti digitali
  • - EDI Effetti Digitali Italiani per Il capitale umano
  • - Rodolfo MIGLIARI e Luca DELLA GROTTA per CHROMATICA per La grande bellezza
  • - Paola TRISOGLIO e Stefano MARINONI per VISUALOGIE per la mafia uccide solo d’estate
  • - Rodolfo MIGLIARI per CHROMATICA per Smetto quando voglio
  • - PALANTIR DIGITAL per Song’e Napule
  • Migliore film dell'Unione Europea
  • - IDA di Pawel PAWLIKOWSKI (Parthénos)
  • - LA VITA DI ADELE di Abdellatif KECHICHE (Lucky Red)
  • - PHILOMENA di Stephen FREARS (Lucky Red)
  • - STILL LIFE di Uberto PASOLINI (BIM)
  • - VENERE IN PELLICCIA di Roman POLANSKI (01 Distribution)
  • Miglior film Straniero
  • - 12 ANNI SCHIAVO di Steve McQUEEN (BIM)
  • - AMERICAN HUSTLE di David O. RUSSELL (Eagle Pictures)
  • - BLUE JASMINE di Woody ALLEN (Warner Bros Pictures)
  • - GRAND BUDAPEST HOTEL di Wes ANDERSON (20th Century Fox)
  • - THE WOLF OF WALL STREET di Martin SCORSESE (01 Distribution)
  • Miglior documentario di un lungometraggio ( con un ex aequo)
  • - DAL PROFONDO di Valentina Pedicini
  • - IL SEGRETO di Cyop&Kaf
  • - IN UTERO SREBRENICA di Giuseppe Carrieri
  • - L’AMMINISTRATORE di Vincenzo Marra
  • - SACRO GRA di Gianfranco Rosi
  • - STOP THE POUNDING HEART – TRILOGIA DEL TEXAS, atto III di Roberto Minervini

Il miglior documentario di lungometraggio Premio David di Donatello 2014 è: STOP THE POUNDING HEART – TRILOGIA DEL TEXAS, atto III di Roberto Minervini

  • Miglior Cortometraggio
  • - 37°4 S di Adriano Valerio
  • - A PASSO D’UOMO di Giovanni Aloi
  • - BELLA DI NOTTE di Paolo Zucca
  • - LAO di Gabriele Sabatino Nardis
  • - NON SONO NESSUNO di Francesco Segré

Il miglior cortometraggio Premio David di Donatello 2014 è: 37°4 S di Adriano Valerio

  • David Giovani
  • - IL CAPITALE UMANO di Paolo Virzì
  • - LA GRANDE BELLEZZA di Paolo Sorrentino
  • - LA MAFIA UCCIDE SOLO D’ESTATE di Pierfrancesco Diliberto
  • - SOLE A CATINELLE di Gennaro Nunziante
  • - TUTTA COLPA DI FREUD di Paolo Genovese

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017