Excite

Daniel Radcliffe sarà Sebastian Coe in "Gold", il nuovo film di James Watkins

  • Getty Images

di Marta Gasparroni

Ormai è chiaro. Daniel Radcliffe si sta emancipando dal vecchio ruolo di mago.

Deposti mantello e bacchetta, l’attore britannico è pronto per darsi allo sport, protagonista del nuovo film di James Watkins Gold, prodotto dalla BBC Films, la BFI e la AL Films e incentrato sull’atleta britannico Sebastian Coe, campione olimpionico di mezzofondo.

Guarda le foto di Daniel Radcliffe a Venezia 70

Attualmente sugli schermi nei panni di un imberbe Allen Ginsberg al centro di un triangolo omosessuale nel beat "Giovani Ribelli – Kill Your Darlings" di John Krokidas, Daniel Radcliffe si riunisce al regista di "Eden Lake", dopo "The Woman in Black", un mistery-thriller tanto apprezzato dalla critica da essere definito, sull’Hollywood Reporter, il miglior film horror degli ultimi 20 anni, con incassi al boxoffice di gran lunga superiori alle aspettative, che hanno raggiunto i 14milioni di dollari nel giro di tre settimane da numero uno nelle classifiche britanniche e un totale che sfiora i 128 milioni di dollari in tutto il mondo.

Dal recente "Rush" di Ron Howard, si torna a parlare di rivalità sportiva anche con questo "Gold", pellicola che ripercorrerà il duro conflitto per la vittoria che ha coinvolto Sebastian Coe e il connazionale Steve Ovett, negli anni di preparazione al grande evento dei Giochi Olimpionici di Mosca nel 1980.

Sebastian Coe si aggiudicò due medaglie d’oro per i 1500 m piani, quella di Mosca e quella di Los Angeles nel 1984, ottenendone successivamente altre due e stabilendo il record mondiale di mezzofondo.

L’ex atleta, politico e insignito del titolo nobiliare di Barone di Ranmore, è attualmente dirigente sportivo del Comitato dei Giochi Olimpionici di Londra dal 2012.

Lo script, basato sul romanzo di Pat Butcher “The Perfect Distance”, vanterà la penna di Simon Beaufoy, Premio Oscar alla sceneggiatura per Full Monty – Squattrinati organizzati e quella di Will Davies.

Le riprese si svolgeranno tra UK e Russia a partire dal prossimo aprile e l’entusiasmo coinvolge già tutta la troupe.

Lo stesso Beaufoy ha dichiarato alla BBC che si tratterà di un film brillante dal finale perfetto: Non ho realizzato quanto fosse bello fina a che non ho scavato nel loro passato. Erano straordinariamente differenti, come atleti e come persone. […] Si contrano raramente, se non sul circuito.

Christine Langan della BBC Films ha confermato, sempre su BBC: Avvincente, divertente e commovente, Gold è un gioiello e la BBC Films è orgogliosa di proporlo ad un pubblico internazionale.

Continua poi Tim Haslam,che si occupa del lancio del film per la Embankment Films: Gold è un film su un insaziabile bisogno di vincere, alimentato da un’intensa ambizione, possibile solo attraverso il sostegno dell’amore familiare.

Dati i presupposti, appare evidente la scalata dell’attore britannico, in una metamorfosi che vuole liberarsi dall’etichetta che lo costringe al volto di Harry, difficile da oscurare nell’immaginario collettivo.

Dopo aver partecipato a “The Cripple of Inishmaan”,acclamata opera teatrale di Martin McDonagh, sarà Igor in "Frankenstein" di Paul McGuigan, previsto per il 2015.

Si, Daniel Radcliffe, di certo ce la sta mettendo tutta, tra nudi e quadricipiti in mostra.

cinema.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017