Excite

Cosimo e Nicole: Scamarcio, l'amore e... il G8

  • Area Press Festival Roma

Il G8 di Genova arriva sul red carpet del Festival di Roma 2012. E non per fare lezione di sociologia, ma per emozionare con “una storia d’amore moderna e autentica”, universale: quella di Cosimo e Nicole, applaudita seconda prova alla regia di Francesco Amato – dopo il suo film di diploma al Centro Sperimentale, Ma che ci faccio qui! (2007). A dare un volto ai due personaggi del titolo, Clara Ponsot e Riccardo Scamarcio, una coppia di ragazzi che si incontrano durante gli scontri dello storico G8. Basta un solo sguardo per cadere l’uno nelle braccia dell’altra, protagonisti di una passione travolgente che da lì in poi non li abbandonerà. Almeno fino a quando un drammatico incidente non irrompe fragorosamente nella loro quotidianità cambiando per sempre le loro vite.

Guarda le foto di Riccardo Scamarcio al Festival di Roma 2012

Una coppia poco convenzionale, così l’ha descritta il regista: “Cosimo e Nicole sono vagabondi e senza una reale meta che non sia il semplice gusto stesso di vivere assieme. Non hanno legami, sono precari per scelta, indipendenti, incasinati e un po’ incoscienti”. Lui è italiano, lei francese, come lo sono Scamarcio e la Ponsot: “Ho chiesto a Riccardo Scamarcio e Clara Ponsot di interpretare Cosimo e Nicole – ha spiegato Amato – perché sapevo che da loro potevo ottenere l’intensità fisica ed emotiva (le due facce della stessa medaglia) che serviva ai personaggi: fare del corpo dell’attore il piano su cui si disegna la storia, questo era il mio obiettivo”.

Guarda il trailer di Cosimo e Nicole

Perché quella del film è una grande storia d’amore e i drammatici fatti di Genova sono solo un pretesto per raccontarla: “Non c’è in ‘Cosimo e Nicole’ la volontà di analizzare in modo propagandistico o demagogico quel contesto. Con questa storia – sottolinea Scamarcio – Finalmente il cinema si riappropria dell’aspetto antropologico piuttosto che sociologico e io da sempre tifo per un cinema fatto di personaggi. Quello che c’è intorno ai due personaggi, gli ostacoli che incontreranno sono fondamentali per capire il motivo che porterà queste due personalità a fare delle scelte giuste o sbagliate che siano. Il centro sono Cosimo e Nicole.

Il cinema deve analizzare gli uomini e trasmettere degli spaccati, la sua funzione primaria è quella di divulgare bellezza. La politica ci ha rubato i riflettori ed io non voglio più parlarne”
. E per chi non ha avuto la possibilità di vederlo al festival – dove la pellicola è stata presentata in concorso nella sezione Prospettive Italia – niente paura: il film arriverà in sala il prossimo 29 novembre distribuito da Bolero.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017