Excite

"Cose dell'altro mondo", presa in giro del razzismo

  • *LaPresse*

Un'Italia allo sbaraglio senza immigrati: punta il dito contro il razzismo usando le armi della fantasia e dell'umorismo, la prossima commedia di Francesco Patierno dal titolo 'Cose dell'altro mondo', dal 3 settembre nelle sale.

Protagonisti Diego Abatantuono, Valerio Mastandrea e Valentina Lodovini, il film è ambientato in una non identificata cittadina del Nord, dove un imprenditore Libero Golfetto lancia continui appelli dai toni offensivi affinchè gli immigrati lascino il paese. E come nella più tipica delle fiabe, il suo desiderio finirà per avverarsi: una mattina gli immigrati non ci sono più. Ma le conseguenze saranno disastrose e a farne le spese, oltre a Golfetto interpretato da Abatantuono, sarà tutto il Paese.

Spesse volte purtroppo la realtà supera la fantasia, e non tutti sono dsposti a schiaffare sul grande schermo un tema scottante come la mancata integrazione : infatti, durante le riprese di 'Cose dell'altro mondo', il sindaco di sindaco di Treviso Gian Paolo Gobbo ha negato i permessi alla Rodeo Drive per girare in città, costringendo la troupe a trovare un'alternativa. Il regista Patierno per fortuna è riuscito a ripiegare a Bassano del Grappa.

La pellicola, si vocifera, potrebbe essere presentata in anteprima al Festival di Venezia nella sezione Controcampo: e a proposito di integrazione, la Lodovini - dopo il successo di 'Benvenuti al Sud' - è al momento sul set del sequel 'Benvenuti al Nord' con Claudio Bisio e Alessandro Siani.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2019