Excite

"Caterpillar" conquista il Festival di Berlino

Si contina a parlare di sesso al Festival di Berlino, ma in maniera diversa rispetto a 'Cosa voglio di più' di Silvio Soldini: oggi è stato presentato in concorso 'Caterpillar' del giapponese Koji Wakamatsu, film crudo e intenso ambientato nel 1940 durante la seconda guerra Cino-Giapponese.

Tornato a casa con il massimo onori ma privo di braccia, gambe e udito, il tenente Kurokawa (Shima Ohnishi) è costretto a farsi accudire continuamente dalla moglie (Shinobu Terajima), che prima della guerra subiva i continui maltrattatamenti del marito. Il regista non risparmia i particolari delle scene di sesso fra i due protagonisti, che visto lo stato del tenente, ridotto a un relitto umano, risultano molto forti. La storia si concluderà sul nascere della Seconda Guerra Mondiale.

'Il mio paese è fondamentalmente una società maschilista' - ha dichiarato Koji Wakamatsu. 'Gli uomini hanno usato senza alcuna vergogna violenza alla donne e le hanno considerate solo degli oggetti sessuali o macchine per produrre figli. Una cosa quest'ultima ancora molto sentita tanto da essere stata ribadita ultimamente da un nostro membro del parlamento'.

La moglie del protagonista, dopo l'iniziale ribrezzo nei confronti dell'uomo, è costretta a strargli vicino anche per un dovere morale nei confronti della patria, i cui massimi rappresentati hanno soprannominato il tenente 'soldato di dio'. Ma oltre al sentimento di compassione, nella donna scatta anche la vendetta che sfogherà bistrattando il marito, il quale in passato aveva fatto lo stesso con lei.

'Caterpillar' è considerato uno dei migliori lavori presentati fin'ora alla Berlinale. 'In questo film ho voluto descrivere come la violenza delle guerra può cambiare tutto anche i radicati rapporti che ci sono tra uomo e donna' ha concluso Wakamatsu.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017