Excite

Caso Mesiano, Brachino sospeso per due mesi dall'Odg della Lombardia

Per il direttore responsabile di Videonews, Claudio Brachino, è arrivata la sospensione per due mesi dall'Ordine dei giornalisti della Lombardia in seguito al servizio sul magistrato Raimondo Mesiano mandato in onda a metà ottobre nel corso della trasmissione di Mediaset 'Mattino Cinque'.

Il servizio su Raimondo Mesiano a Mattino Cinque

Come riportato nel comunicato dell'Odg, Brachino è stato sanzionato per aver messo in onda un servizio filmato contenente 'immagini diffuse in violazione dell'art. 2 della Legge istitutiva dell'Ordine, la n. 69 del 3 febbraio 1969 nonché degli art. 137 Dlgs 196/2003 e 6 del Codice deontologico'. Nella nota poi si legge: 'Il servizio firmato da Annalisa Spinoso (iscritta all'Ordine della Sicilia) ritraeva Raimondo Mesiano, giudice del Tribunale di Milano, che pochi giorni prima aveva emesso in sede civile una sentenza di risarcimento danni di 750 milioni di euro a carico di Fininvest, cui fa riferimento la rete televisiva per la quale Brachino lavora'.

Il Consiglio dell'Ordine dei giornalisti della Lombardia ha ravvisato, nella diffusione del servizio, il mancato rispetto delle leggi deontologiche e la violazione della privacy 'al fine di screditare la reputazione del protagonista del video e delegittimare agli occhi dell'opinione pubblica la sentenza da lui emessa in precedenza nei confronti di Fininvest'. Secondo quanto affermato dall'Ordine, con l'accostamento ad immagini 'non essenziali e prive in sé di interesse pubblico in quanto notizia', il servizio 'ha prodotto un effetto diffamatorio nel suo insinuare presunte stravaganze e stranezze del personaggio, fino a sfiorare il vero e proprio dileggio. Immagini non essenziali (addirittura il colore dei calzini) costituiscono l'unico contenuto del servizio e sono sostenute da un commento in stile gossip. Risulta quanto meno fuorviante alimentare dubbi sulle inchieste di un giudice in virtù della scelta del colore dei suoi calzini'.

Brachino ha commentato la decisione dell'Odg parlando di sanzione ingiusta, motivata da ragioni politiche. Secondo l'ex conduttore di 'Mattino Cinque' le scuse da lui poste dopo la messa in onda del servizio erano sufficienti, ma il Consiglio dell'ente di categoria non è stato dello stesso parere.

Le scuse di Claudio Brachino

Questo quanto affermato da Brachino dopo la notizia della sospensione: 'Non posso non pensare che si tratti di una condanna simbolica e tutta politica da parte dell'organismo che dovrebbe tutelare, al netto di ogni calcolo di convenienza ed opportunità, la libertà della categoria'. Il direttore di Videonews ha annunciato immediato ricorso. 'L'immediato ricorso è contro un provvedimento che giudico profondamente ingiusto - ha detto Brachino - mi limito a far notare che subito dopo la trasmissione in un editoriale anche autocritico ho analizzato a freddo quanto accaduto, ponendo una serie di domande sul merito della vicenda sottostante il servizio, a cui nessuno si è preso la briga di rispondere. Nonostante il linciaggio mediatico a cui sono stato sottoposto, ho risposto tempestivamente alla convocazione dell'Ordine discutendo la questione con impegno e serietà'.

Attraverso una nota anche Mediaset è intervenuta sulla vicenda definendo 'iniquo' il provvedimento con il quale è stata decisa la sospensione del giornalista. L'azienda ha fatto sapere che 'sosterrà il giornalista nell'impugnazione dello stesso'. Anche per Annalisa Spinoso, autrice del servizio su Mesiano, è stato preso il medesimo provvedimento. L'Ordine dei Giornalisti della Sicilia ha, infatti, deciso di sospenderla.

 (foto © LaPresse)

cinema.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017