Excite

Cannes: pollice verso per "Antichrist", alto per Cantona

L'atteso film di Lars Von Trier, "Antichrist", è stato accolto al Festival di Cannes con fischi e risate nel corso della proiezione per la stampa. La pellicola shock ha sconvolto i giornalisti, tanto che alcuni di loro l'hanno interpretata come una provocazione nei loro confronti.

Della trama se n'era parlato già in anteprima: la coppia interpretata da Charlotte Gainsbourg e Willem Dafoe perde il figlioletto in tragiche circostanze, così i due si trasferiscono in uno chalet nel bosco per ritrovare la serenità. Ma l'orrore, prima psicologico e poi fisico, prenderà il sopravvento.

Guarda il trailer di "Antichrist"

Tra le scene più forti, quella iniziale di sesso tra i protagonisti (con una penetrazione in primo piano), lei che si masturba e poi masturba anche lui facendogli eiaculare sangue, fino alla donna che trapana una gamba al marito e poi si infibula. "Il film è una provocazione bella da vedere e dall'ottima presa pubblicitaria" ha commentato Entertainment Weekly. Più severo Roger Ebert del Chicago Sun-Times: "Va oltre il malevolo, verso il mostruoso: il film più disperato che abbia mai visto".

Grandi applausi invece per "Looking for Eric", che ha commosso e divertito la stampa. Protagonista è un postino fuori servizio che in un momento buio della sua vita si rivolge al suo idolo Eric Cantona, il quale lo aiuta a ritrovare la fiducia in sè stesso facendogli da "coach". Alla conferenza stampa erano presenti il regista Ken Loach, l'attore principale Steve Evets e l'ex calciatore del Manchester United.

Per la categoria fuori concorso, è stato proiettato anche "Agora", l'ultimo lavoro di Alejandro Amenabar. Il regista di "Mare dentro" e "The Others" critica il fondamentalismo religioso nell' Alessandria d'Egitto del IV secolo d.C., dove avvengono feroci scontri tra cristiani, ebrei e seguaci del culto pagano di Serapide. Al centro del film la figura di Ipazia, filosofa, matematica e astronoma, interpretata dalla bellissima Rachel Weisz. L'attrice è arrivata a Cannes con compagno Darren Aronofsky, il regista di "The Wrestler".

Il week end è stato invece dedicato ad Ang Lee e al suo "Taking Woodstock", che racconta l'evento del '69 attraverso gli occhi del protagonista: quest'ultimo metterà a disposizione il piccolo hotel dei genitori, trasformandolo in uno dei principali luoghi di ritrovo dell'indimenticabile concerto. "Ho raccontato sei tragedie in 13 anni - ha dichiarato Ang Lee - e avevo proprio voglia di rilassarmi con questo film, raccontando una storia sulla felicità".

Critiche infine per la pellicola "Non ti voltare", le cui protagoniste sono Monica Bellucci e Sophie Marceau. Ma se l'italiana incassa il colpo con ironia, dichiarando di essere abituata ai commenti negativi, l'attrice de "Il tempo delle mele" non è altrettanto accomodante: "Nessuno ha il diritto di dare giudizi - ha dichiarato la Marceau in conferenza - siamo qui per raccontare una storia e trovo strano che qualcuno ne parli con toni negativi".

Guarda il trailer di "Antichist"
Guarda il trailer di "Looking for Eric"

Guarda il trailer di "Agora"
Guarda il trailer di "Taking Woodstock"

cinema.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017