Excite

Cannes al termine, tra proteste e glamour

Non bastavano quelle sollevate a inizio Festival dal lungometraggio 'Draquila' di Sabina Guzzanti: le polemiche sono giunte a Cannes anche a causa del film 'Outside of the law' del regista franco-algerino Rachid Bouchareb: migliaia di manifestanti hanno causato l'aumento dei controlli e perquisizioni prima della proiezione.

La pellicola in concorso racconta di come nel '45 l'Algeria fu occupata dai francesi, attraverso lo sguardo di tre fratelli che, divisi, si ricongiungeranno a Parigi. Il regista mostra il massacro di algerini a Setif da parte dei coloni francesi: il governo si è rizzelato sottolineando che nel film non sono mostrate le violenze subite anche dai francesi.

La competizio si chiude oggi con gli ultimi due film in gara: 'Burnt By the Sun 2: The Exodus' del regista russo Nikita Mikhalkov, che racconta anche nei panni di attore il periodo più critico dello stalinismo; e 'Tender son: The Frankenstein Project', in cui un 17enne cresciuto in un istituto cercherà di instaurare un rapporto con i genitori; la rabbia provocata dal mancato avvicinamento lo trasformeranno in un mostro.

A cavallo tra moda e beneficenza l'amfAR'S Cinema Against AIDS Gala, tenutosi ieri: alla cena di beneficenza è stata sponsorizzata dallo stilista Giorgio Armani hanno preso parte, tra gli altri, Kristin Scott Thomas, Kate Beckinsale, Diane Kruger, Mary J Blige, Russell Crowe, Benicio Del Toro, Jennifer Lopez e Marc Anthony.

cinema.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017