Excite

Bufera su Hulk

Tempo fa vi avevamo anticipato qualcosa sull'uscita de L' incredibile Hulk, ora possiamo finalmente darvi notizie interessanti, ma forse non sono esattamente quelle che speravate di sentire.

Edward Norton ha infatti dichiarato che non parteciperà a nessuna conferenza stampa né a nessuna attività di promozione del film in seguito a gravi e inconciliabili contrasti con la casa produttrice, la Marvel.

L'attore aveva partecipato al progetto anche in qualità sceneggiatore del film, cercando di dare a Hulk un taglio più psicologico, e aveva chiesto anche di essere presente in sede di montaggio per il final cut.

Guarda le foto dal set de L'incredibile Hulk

Norton voleva infatti un film di circa due ore e mezzo proprio per sviscerare approfonditamente la psicologia del personaggio, la Marvel ha fatto di testa sua tagliando il film a 90 minuti circa.

Il primo segno del disappunto di Norton si è potuto ravvisare nel poster definitivo di Hulk (clicca qui per vederlo), tra i nomi di cast e troupe appare un tale "Edward Harrison", un nick dietro cui si cela l'identità di Norton, che aveva promesso di far sparire il suo nome qualora la versione ufficiale non gli fosse piaciuta...

Ma non è tutto: oggi è apparsa una sua dichiarazione ufficiale in cui afferma il rifiuto categorico a partecipare alla promozione del film che vi riportiamo di seguito:

"Come molte persone ho amato la storia di Hulk sin da bambino, quindi ero emozionato quando la Marvel mi chiese di aiutare a scrivere e produrre un nuovo film sul supereroe, oltre a interpretare Bruce Banner. Sono cresciuto leggendo i fumetti Marvel e ho sempre amato la dimensione mitica e i temi contemporanei presenti nelle storie, e sono fiero della sceneggiatura che ho realizzato. In ogni fase della produzione, incluso il montaggio, lavorare con Louis Leterrier è stato fantastico... Non ho mai avuto un partner migliore, e la collaborazione con il resto del team creativo è stata ottima.
Ogni buon film nasce dalla collaborazione, e le idee differenti tra persone differenti che si rispettano a vicenda sono il cuore della realizzazione di un film.

Il fatto riprorevole è stato che queste nostre idee differenti - un processo di per sè assolutamente salutare e privato - sono state pubblicizzate come "divergenze creative", e distorte a un tale livello da far sì che quasi ci si distragga dal film stesso - una cosa cosa che nè la Marvel, né la Universal né io vogliamo. E' sempre stata una mia convinzione che i film debbano parlare da soli e che conoscere troppo del processo di produzione svilisca la magia di guardarli.
Tutti noi siamo convinti che il film esalterà i fan e creerà un nuovo gruppo di fan, e che andrà molto bene al boxoffice. Il nostro obiettivo è sempre stato realizzare il film che tutti aspettavano".


Sicuramente le scelte della Marvel sono in parte giustificate dal clamoroso flop che fece la prima versione cinematografica di Hulk diretta da Ang Lee e dall'esigenza di rientrare di un investimento di 150 milioni di dollari.

Staremo a vedere se al pubblico piacerà una versione di 90 minuti tutta azione o effetti speciali, o se darà ragione a Norton.

Per saperlo dovremo aspettare il 13 giugno in USA, e il 18 giugno nelle nostre sale.

Guarda il trailer de L'incredibile Hulk

cinema.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017