Excite

Bertolaso: "Figuraccia per l'Italia con Draquila"

Al di là degli schieramenti politici, il docufilm di Sabina Guzzanti 'Draquila-L'Italia che trema' ha lanciato una provocazione: ed ecco che giungono le prime reazioni, tra le quali quella del capo della Protezione Civile Guido Bertolaso, che esprime il suo dissenso nei confronti del lungometraggio.

L'inchiesta realizzata dalla Guzzanti propone la tesi che il terremoto in Abruzzo sia stata un'occasione per Silvio Berlusconi di riconquistare consensi in un periodo in cui era nell'occhio del ciclone per i casi 'Noemi' ed 'Escort'. Dalla speculazione economica dunque ne avrebbe tratto vantaggio anche Bertolaso, che ha rilasciato un commento a riguardo nel corso della presentazione del volume 'Memento Aquila' a Palazzo Chigi.

'L'Italia non farà una bella figura con quel film. Presto, prestissimo si parlerà di noi e questo a proposito dello stravolgimento della verità' ha detto il capo della protezione civile, riferendosi alla presentazione del film al Festival di Cannes. 'A breve - ha aggiunto - verrà presentato un film a un festival e in questo film ci sarà una verità, che non è la verità, ma solo una delle verità. E l'Italia non farà una grande figura. Invece, credo che il sistema Paese ha saputo gestire l'emergenza terremoto in maniera ottimale e questo ci è stato riconosciuto a livello sia nazionale che internazionale'.

In seguito al sisma, che secondo la Guzzanti 'ha dato vita ad un giro d'affari colossale sulle spalle della popolazione colpita dalla sciagura', le forze italiane hanno reagito nel migliore dei modi, ha sottolineato Bertolaso: 'In questi dodici mesi l'intero sistema paese che è intervenuto a L'Aquila, senza chiedere aiuto all'estero, ha fatto un lavoro straordinario. Senza gli interventi realizzati, da quelli negli ospedali a quelli nelle scuole, L'Aquila non sarebbe ripartita'.

Guarda il trailer di 'Draquila-L'Italia che trema'

cinema.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017