Excite

Ben Affleck politico corrotto in "State of Play"

I tempi in cui era un ragazzino impertinente, come nel caso di "Will Hunting - Genio Ribelle" e "Armageddon", sono finiti: Ben Affleck è ormai un uomo, marito, padre e attore maturo.

Il suo prossimo progetto si intitola "State of Play", in uscita nelle sale italiane il 30 aprile. La storia ruota intorno al rapporto tra i due protagonisti, interpretati da Affleck e Russell Crowe. Quest'ultimo è reporter che scopre un intrigo a sfondo sessuale e finanziario tra vari politici locali, fra cui Affleck, suo amico d'infanzia e un ambizioso congressista, la cui giovane assistente viene uccisa in circostanze misteriose.

Helen Mirren sarà il direttore della testata che incarica Crowe di indagare sul torbido intrigo, che conduce a un racket sul traffico di armi. Completano il cast Rachel McAdams e Robin Wright Penn, nel ruolo della moglie di Affleck.

"State of Play", tratta da una famosa miniserie della Bbc del 2003, considera anche il tema della crisi delle testate giornalistiche: "I nostri figli - ha commentato Ben - leggeranno le notizie esclusivamente sui loro portatili. La carta stampata è una specie in via di estinzione. Proprio ieri il New York Times ha licenziato 250 persone, la situazione è critica".

Il 13 aprile avranno inizio le riprese di "The Company Men", un altro film sulla recessione economica al quale Affleck prenderà parte al fianco di Kevin Costner e Tommy Lee Jones. Ma Ben ha intenzione di tornare anche dietro la macchina da presa: dopo i consensi raccolti da "Gone Baby Gone", dirigerà "The Town": basato sul libro "Prince of Thieves", la pellicola sarà ambientata in un quartiere di Boston e racconterà di un gruppo di rapinatori di macchine che tramandano l'attività criminale di padre in figlio.

Guarda il trailer di "State of Play"

Fornito da Filmtrailer.com

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017