Excite

"Angeli e demoni" definito anti-cattolico

Così atteso e così criticato, il film di Ron Howard "Angeli e demoni" è stato presentato a Roma in anteprima alla stampa, mentre per la proiezione nelle sale bisognerà attendere il 15 maggio. In conferenza il cast e il regista hanno raccontato l'esperienza vissuta sul set romano e come hanno affrontato le critiche da parte della chiesa cattolica.

Guarda le foto della Premiere a Roma di Angeli e Demoni

Come accadde per l'omonimo romanzo di Dan Brown dal quale è tratta, la pellicola è stata ostacolata dal Vaticano, che si è professato contrario già un mese e mezzo fa attraverso un articolo del quotidiano L'Avvenire. La dose di inconvenienti è stata rincarata dall'invito da parte dei cattolici americani a boicottare la visione di "Angeli e demoni", fino alla denuncia per diffamazione della Chiesa presso le procure della Repubblica di Roma da parte del vescovo di Potenza Antonio Rosario Mennonna, di 103 anni.

Ron Howard è amareggiato: "La cosa più frustrante - ha dichiarato a Repubblica - è che chi critica non lo ha visto, né andrà a vederlo. All'anteprima sono stati invitati diversi rappresentanti del clero ma tutti hanno rifiutato. Certo, in parte mi aspettavo complicazioni, ma sono più interessato al pubblico che alle reazioni vaticane. E poi queste controversie ci regalano ulteriore attenzione mediatica".

Pare inoltre che Howard sia stato molto più diplomatico rispetto a quando diresse "Il Codice Da Vinci", distaccandosi sotto certi aspetti dal libro ed eliminando particolari poco verosimili: "Nello scorso film sono stato un pò troppo fedele al romanzo - racconta - ma se ho eliminato alcuni particolari non è stato certo per compiacere le gerarchie ecclesiastiche". Si intromette poi il protagonista Tom Hanks, che interpreta lo scenziato Robert Langdon: "Se questo genere non piace, pazienza, chi non lo apprezza non vada a vederlo: il cinema non deve essere un tortura per lo spettatore".

Tanti i giudizi negativi, eppure "Angeli e demoni", ambientato per lo più tra le strade e i monumenti di Roma, si rivelerà un prezioso spot pubblicitario per la nostra Capitale. Lo conferma Pier Francesco Favino, nel film l'ispettore Ernesto Olivetti, che aggiunge: "Non ho mai percepito atteggiamenti di rifiuto da parte della gente quando eravamo sul set, i romani sono molto scettici, non si scompongono facilmente". Roma è splendida ma Hanks vuole girare il prossimo film alle Bahamas: l'attore suggerisce goliardicamente l'ambientazione a Dan Brown per il suo prossimo libro, al quale Howard potrà ispirarsi per completare la trilogia.

Guarda il trailer di "Angeli e demoni"
Powered by Filmtrailer.com

cinema.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017