Excite

Andrea Camilleri e il sogno di lavorare con Fiorello

In occasione della presentazione dello spettacolo "Festa di famiglia", al Teatro India di Roma dal 5 ottobre, lo scrittore Andrea Camilleri ha parlato dei suoi sogni, ma anche di cultura di televisione e di censura. Un grande sogno del creatore del celebre Commissario Montalbano sarebbe quello di lavorare con lo showman Fiorello. "Uno dei miei sogni è lavorare con Fiorello, con lui farei tutto - ha affermato Camilleri - non avrei nessuna difficoltà. Capitai una volta nel suo studio mentre mi stava imitando mi passò il microfono e continuai io a parlare e nessuno degli ascoltatori se ne accorse".

Lo scrittore avrebbe in mente tante cose da proporre al famoso mattatore. Camilleri ha spiegato: "C'è ad esempio un settore totalmente inesplorato ed è il settore del teatro arabo che ha due aspetti, uno molto colto e l'altro è un teatro molto popolare che somiglia molto alla nostra sceneggiata napoletana. Nel teatro colto invece ci sono dei testi splendidi. Il teatro deve servire anche a questo: a farci conoscere tra di noi".

E proprio a proposito di teatro lo scrittore si è lasciato andare a qualche riflessione sulla cultura e sulla lingua fino a menzionare il dialetto che, ad esempio, nel suo Commissario Montalbano ha un significato e un ruolo importante. "Il mio è un dialetto reinventato e riscritto - ha detto Camilleri - La proposta di far rinascere i dialetti è positiva, quella di imporli invece no. I dialetti servono come linfa vitale della lingua italiana".

Lo scrittore ha parlato anche di televisione e ha ricordato quando nel 1954 ha vinto in Rai un concorso per dirigenti, ma non è stato poi preso perché comunista. A tal proposito Camilleri ha toccato il tema della "censura" e ha detto: "Le censure per le persone che esprimono certe idee in televisione ci sono continuamente. E lo ritengo molto triste. Io sono stato per anni convinto del mio comunismo. Poi mi sono convinto della necessità della democrazia, ma una volta che me ne sono convinto ne conosco il valore e pretendo che sia rispettata da tutti. Pretendo che ognuno pensi: 'Io non condivido le tue idee, ma mi batterò fino alla morte perché tu possa esprimerle'".

cinema.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017