Excite

Amore e odio tra Boldi e De Sica

L'ex collega di set Christian De Sica lo aveva definito di recente "un comico, più che un attore" ma Massimo Boldi lo considera un complimento e per una volta sotterra l'ascia di guerra: "Sono felice, lo considero un grande complimento. Non è solo lui ad avermelo detto, ma anche Dustin Hoffman".

Boldi, intervistato durante la trasmissione televisiva "Chiambretti Night", ha aggiunto: "Del resto ci sono gli attori bravi, quelli meno bravi, ma l’importante è piacere al pubblico, soprattutto piacere ai bambini, ai ragazzi, alle nuove generazioni". La coppia della commedia italiana anni '90 ha dato il via, dopo il divorzio artistico di un paio d'anni fa, ad una serie di dichiarazioni incrociate al veleno. E Boldi non si smentisce neanche stavolta.

"Da un pò di tempo a questa parte vedo le apparizioni televisive di Christian, - ha detto Boldi - presto presenterà anche il suo film natalizio. Ma so che dice agli autori dei vari programmi di non nominare mai il mio nome, come se fosse "la peste": mi dispiace, non è da lui, perché è un grande signore. Non puoi rinnegare il passato. Quando saremo defunti, perché prima o poi sarà così, i nostri film rimarranno. Non c’è niente da fare. Perciò se è un peso te lo tieni per tutta l’eternità e se invece è una gioia forse è meglio. Infatti per me è una gioia".

Massimo infine ha ipotizzato una rinnovata collaborazione con De Sica: "Se trovassimo un progetto, un’idea bella, divertente, nuova, perché no?". Ma il protagonista di "Natale a Beverly Hills", in uscita a dicembre nelle sale, risponde in un'intervista prossimamente trasmessa su Sky Cinema: "Io e Massimo ci siamo ritrovati e abbiamo anche fatto dei progetti futuri, ma lui per 5 o 6 anni ha firmato con un'altra società di produzione e quindi non possiamo lavorare insieme".

De Sica riprende le fila del discorso sul divorzio artistico: "Con lui c'è stata inizialmente un pò di maretta, dovuta a un senso di competizione che io non avevo. Si è sentito messo da parte di Aurelio De Laurentiis rispetto a me, cosa che non era vera, e ha deciso di andarsene. Ma con lui ho vissuto momenti straordinari, - conclude - siamo come Sandra Mondaini e Raimondo Vianello e forse abbiamo fatto più film di Bud Spencer e Terence Hill".

 (foto © LaPresse)

cinema.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017