Excite

Amanda Knox, i disegni svelano una personalità pericolosa

Si torna a parlare di Amanda Knox, la studentessa americana condannata a 26 anni di prigione in primo grado per l'omicidio dell'inglese Meredith Kercher. Questa volta ad essere finiti sotto la lente d'ingrandimento sono i suoi disegni. Ad esaminarli alcuni esperti, secondo i quali la scelta di colori utilizzati rivela il lato oscuro della ragazza.

Nella cella di Amanda è appeso un disegno realizzato da lei stessa. Si tratta di un autoritratto. Un profilo di donna, nuda, di schiena, con le mani appoggiate sui fianchi stretti. Il disegno è tratto dal libro 'Io vengo con te. Colloqui in carcere con Amanda Knox' scritto dal parlamentare del Pdl Rocco Girlanda.

Secondo la psicologa londinese Jane Firbank il disegno rappresenterebbe una sorta di confessione inconscia: 'L'uso di colori così brillanti potrebbe suggerire che Amanda non è a suo agio con se stessa'. Rosso, blu, verde, giallo sono i colori scelti da Amanda per realizzare il suo autoritratto. E a tal proposito la psicologa ha detto: 'Il rosso è il colore della rabbia e della frustrazione e la sua fusione con il giallo lungo le braccia potrebbe testimoniare che la ragzza non ha il pieno controllo di se stessa'.

A far scaturire queste considerazioni anche un altro disegno, realizzato sempre dalla giovane americana. Si tratta delle sue mani. Per realizzare questo disegno Amanda ha utilizzato gli stessi colori e la Firbank ha detto: 'Il disegno lascia intuire un alto livello di testosterone che può portare ad una personalità dominante e aggressiva'.

 (foto © LaPresse)

cinema.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017