Excite

Alessio Boni tra i "Complici del silenzio"

Alla fine degli anni '70, dietro ai fasti per la vittoria dei mondiali di calcio, in Argentinasi celavano inimmaginabili torture e diritti civili violati: questa terribile realtà è messa in luce dal regista Stefano Incerti nel suo film "Complici del silezio", da oggi nelle sale.

Nel film Alessio Boni interpreta il giornalista Maurizio Gallo che con l'amico fotoreporter Ugo (Giuseppe Battiston) è inviato in Argentina in occasione dei Mondiali del '78: Maurizio si rende conto del reale stato di disperazione del paese grazie ad Ana, con la quale ha una breve relazione. La donna è una militante della Resistenza e si allontana da lui per non metterlo in pericolo: quando il protagonista la ritroverà, vivrà in prima persona i supplizi dei prigionieri, tra pestaggi e torture, e riuscirà a tornare a casa solo al termine del campionato calcistico.

All'epoca il tiranno Videla sfruttò i momenti di giubilo dei Mondiali per diffondere una falsa immagine positiva del suo paese, che servì solo a distogliere lo sguardo dei quotidiani dalle sevizie applicate a circa 30 mila innocenti. "Credo che il film - ha dichiarato Incerti a Repubblica - sia un'occasione preziosa per raccontare un periodo triste, che non può essere dimenticato; una tragedia che ha tutte le caratteristiche di un genocidio, e che coinvolse molti nostri connazionali".

Il protagonista Alessio Boni, che torna sul grande schermo dopo un lungo periodo di fiction, ha aggiunto: "Finche' non sono andato la' e non ho parlato con le persone, non mi sono davvero reso conto di che cosa avessero passato. Con questo film - ha concluso - bisognava rompere il silenzio su un doloroso argomento".

Guarda il trailer di "Complici del silenzio"

cinema.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017