Excite

"After", una notte di ordinaria follia

Tre amici trentenni vivono una notte folle di sesso, alcool ed eccessi per dimenticare le rispettive esistenze infelici: questa la storia di "After", pellicola del regista spagnolo Alberto Rodriguez presentata oggi in concorso al Festival di Roma.

Il cineasta, poco conosciuto in Italia ma celebre in patria soprattutto grazie alla precedente pellicola "7 Vìrgines", è giunto all'Auditorium accompagnato dai protagonisti Guillermo Toledo, Tristàn Ulloa e Blanca Romero. "Le vite dei personaggi sono a un punto morto, si incontrano dopo tanto tempo in una calda notte d'estate e intraprendono un viaggio verso l'eccesso per gettarsi alle spalle i problemi" spiega Rodriguez. "E' un ritorno alla giovinezza ma il finale resta irrisolto, non c'è un "after", un dopo".

Gli attori hanno parlato di come hanno affrontato le controverse parti: "In questo film mi sono messo a nudo, ma non è stato facile perchè nella realtà non ho tanti lati oscuri come appare sullo schermo" dichiara Toledo. Gli fa eco Ulloa: "Mentre giravamo, mia moglie aspettava un figlio: seppure in modo diverso, so cosa significa vivere certi stati d'animo". Conclude la magnetica Romero: "E' stata la mia prima esperienza cinematografica, un vero e proprio salto nel vuoto. Ma Alberto ci ha protetti, e soprattutto ci ha stimolato a dare il meglio".

Secondo Rodriguez, in "After" sono evidenti le sue influenze cinematografiche e letterarie: "Mi hanno ispirato i racconti di Raymond Carver, e i film anni '60 e '70 di John Cassavetes. In generale però - conclude - non ho genere preferito al cinema, guardo di tutto, da Truffaut alle pellicole di serie Z: sono un ottimo spettatore".

 (foto © LaPresse)

cinema.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017