Excite

Addio a Mario Monicelli, niente funerali

Se n'è andato in maniera originale, suicida a 95 anni, come originale sarà l'ultimo saluto a Mario Monicelli, senza funerale. Lo ha comunicato il nipote Niccolò, 'nel rispetto della volontà del regista e della sua famiglia'.

La salma di Monicelli sarà portata al Rione Monti, dove il cineasta ha abitato per anni, poi alla Casa del Cinema fino al pomeriggio, per ricevere l'omaggio dai colleghi del mondo del cinema. Quindi il corpo sarà cremato alla presenza dei familiari, tra cui l'ultima compagna del regista Chiara Rapaccini, e le tre figlie.

Mentre il sindaco di Roma Gianni Alemanno ha offerto il Campidoglio per la camera ardente, la città natale di Monicelli, Viareggio, proclama il lutto cittadino: 'Perdiamo un illustre concittadino, piangiamo la sua scomparsa' ha dichiarato il sindaco Luca Lunardini che ha disposto le bandiere a mezz'asta in tutti gli edifici pubblici e ha promesso che presto sarà dedicata una piazza all'autore de 'L'Armata Brancaleone'.

A scrivere alla vedova del regista anche il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano: 'L'opera di Mario Monicelli si è caratterizzata per la straordinaria finezza, acutezza e capacità di penetrazione nel rappresentare comportamenti umani e costumi del nostro tempo e del nostro Paese. Egli è stato tra le personalità più originali, operose e creative del cinema del Novecento e sarà ricordato da milioni di italiani per come ha saputo farli sorridere, commuovere e riflettere'.

La procura di Roma, come da prassi, ha aperto un fascicolo sul suicidio del cineasta, avvenuto lunedì sera nell'ospedale San Giovanni a Roma. A tal proposito, il nipote Niccolò ha commentato: 'Non è una tragica fine, è un uomo che ha vissuto. Mi sembra che di messaggi ne abbia lasciati tanti, ricordatelo con i suoi film'.

 (foto©La Presse)

cinema.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017