Excite

Addio a Claude Chabrol

La Nouvelle Vague perde un altro dei suoi principali fondatori: si è spento ieri, all'età di 80 anni, Claude Chabrol, uno dei più illustri rappresentati del cinema francese.

La notizia della sua scomparsa è stata annunciata da un collaboratore del sindaco della capitale francese, Bertrand Delanoe. Chabrol è stato 'un immenso cineasta francese, libero, impertinente, politico e prolisso', ha commentato invece il responsabile per la cultura al Comune di Parigi Christophe Girard.

Chabrol può essere considerato il capostipite della Nouvelle Vague: infatti il suo primo film, 'Le beau Serge' del '59, è il primo film associato alla corrente cinefila. Il suo cinema, esploso nei primi anni '60, fece scuola e il cineasta è considerato uno dei rappresentanti più innovativi della settima arte. Come i celebri colleghi François Truffaut e Jean-Luc Godard, Chabrol oltre che regista era anche critico cinematografico della rivista Cahiers du Cinéma.

Tra i suoi film più celebri ricordiamo 'I cugini', 'La tigre ama la carne fresca' e 'Un affare di donne', che vede protagonista Isabelle Huppert. Quest'ultima già dagli anni '70 diviene la sua attrice-feticcio, diretta l'ultima volta nel 2006 in 'La commedia del potere'. L'ultima opera di Chabrol però risale solo all'anno scorso, 'Bellamy', con Gerard Depardieu.

Foto da La Presse

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2018