Excite

Addio a Claude Chabrol

La Nouvelle Vague perde un altro dei suoi principali fondatori: si è spento ieri, all'età di 80 anni, Claude Chabrol, uno dei più illustri rappresentati del cinema francese.

La notizia della sua scomparsa è stata annunciata da un collaboratore del sindaco della capitale francese, Bertrand Delanoe. Chabrol è stato 'un immenso cineasta francese, libero, impertinente, politico e prolisso', ha commentato invece il responsabile per la cultura al Comune di Parigi Christophe Girard.

Chabrol può essere considerato il capostipite della Nouvelle Vague: infatti il suo primo film, 'Le beau Serge' del '59, è il primo film associato alla corrente cinefila. Il suo cinema, esploso nei primi anni '60, fece scuola e il cineasta è considerato uno dei rappresentanti più innovativi della settima arte. Come i celebri colleghi François Truffaut e Jean-Luc Godard, Chabrol oltre che regista era anche critico cinematografico della rivista Cahiers du Cinéma.

Tra i suoi film più celebri ricordiamo 'I cugini', 'La tigre ama la carne fresca' e 'Un affare di donne', che vede protagonista Isabelle Huppert. Quest'ultima già dagli anni '70 diviene la sua attrice-feticcio, diretta l'ultima volta nel 2006 in 'La commedia del potere'. L'ultima opera di Chabrol però risale solo all'anno scorso, 'Bellamy', con Gerard Depardieu.

Foto da La Presse

cinema.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017