Excite

90 giorni di carcere Lindsay Lohan

Anche i ricchi, in questo caso i divi, piangono: si disperava Lindsey Lohan mentre il giudice leggeva la sua condanna, che prevede 90 giorni di carcere per aver violato i termini della libertà condizionale che le erano stati imposti per guida in stato di ebbrezza.

Guarda il video di Lindsay Lohan in lacrime durante la sentenza

Le lacrime della diva ribelle non hanno impietosito il giudice di Beverly Hills Marsha Revel. Malgrado Linday abbia dichiarato 'per me non è affatto uno scherzo, ne va della mia vita e della mia carriera', non le è stata concessa un'altra chance, come lei aveva richiesto. Infatti la Lohan non si era presentata regolarmente alle sedute di rieducazione.

Tutto nacque nel 2007, quando l'attrice fu arrestata ben due volte per guida in stato di ebbrezza. Lo scorso maggio non aveva risposto ad una citazione del tribunale e come se non bastasse si è fatta pizzicare da un fotografo ad un esclusivo party al Festival di Cannes, raccontando poi al giudice di non aver potuto lasciare la Francia perchè le avevano rubato il passaporto.

Troppe bugie, che hanno fatto infuriare il giudice Revel, che ha ricordato: 'Quando fu arrestata nel 2007, nei suoi pantaloni fu trovata una sostanza bianca, e lei sostenne che appartenesse a qualcun'altro'. Tra le lacrime Linday ha ribattuto: 'Non cercavo di avere un trattamento speciale. Devo provvedere a me stessa, devo lavorare. Mi assumo la responsabilità delle mie azioni. Ho cercato di far il meglio che posso, è stato un lungo periodo, non pensate che non porto rispetto'.

L'ex bambina prodigio, ad oggi 24enne, dovrà consegnarsi alle autorità il prossimo 20 luglio, e sarà condotta al Century Regional Detention Facility di Lynwood, in un’ala separata dal resto della popolazione carceraria. Per lei non è detta l'ultima parola: infatti potrebbe scontare solo una frazione dei 90 giorni, per via del sovraffollamento carcerario. E poi si sa, malgrado le lacrime, i divi-ricchi hanno sempre qualche asso nella manica.

cinema.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017