Excite

007, nuovo film 2015 "Spectre": rubata la sceneggiatura, rischio pubblicazione anticipata

  • @Getty Images

Una delle prime versioni della sceneggiatura di “Spectra”, il nuovo film di 007 in uscita il 6 novembre 2015, è stata rubata durante l'attacco hacker ai danni della Sony Picture Entertainment, attacco condotto dai Guardians of Peace lo scorso mese sui computer della casa di produzione. Per ora le sceneggiatura vittima dell'attacco è ancora un segreto, ma la Sony ha già messo le mani avanti se gli hacker si decideranno a pubblicarla.

Guarda le foto del cast di “Spectre” il nuovo film di 007

Un comunicato ufficiale è subito apparso sul sito della casa di produzione di “Spectre” dove si legge: “La Eon Productions, produttrice dei film di James Bond, ha appreso questa mattina che una prima versione della sceneggiatura del nuovo film di Bond Spectre è tra i materiali rubati ed illegalmente resi pubblici dagli hacker che si sono infiltrati nei computer della Sony Pictures Entertainment”, la comunicazione continua mettendo in guardia i trasgressori che “La sceneggiatura di Spectre è un'informazione confidenziale ed è protetta dalla legge sul copyright nel Regno Unito e nel mondo. Non può essere (totalmente o parzialmente) pubblicata, riprodotta, disseminata o utilizzata in altri modi da coloro che ne otterranno una copia”.

Qualche notizia però sulla sceneggiatura di “Spectre” ha iniziato a girare in rete, anche se non è chiaro se la fonte sia l'effettiva sceneggiatura o delle speculazioni create ad arte per destare l'attenzione del pubblico. Sembra infatti che nel nuovo film di James Bond, con Daniel Craig e Monica Bellucci, ci sarà anche una super cattiva lesbica. Del resto se la sceneggiatura rubata è una prima stesura il suo valore potrebbe comunque essere relativo, visto che la produzione del film non è stata interrotta dopo la notizia che il materiale era stato rubato.

Già da diversi giorni le rivelazioni sui materiali rubati alla Sony Pictures Entertainment avevano fatto il giro del mondo. Oggetto dello scandalo sono state delle email rubate al management dell'azienda dove, oltre a frasi razziste sul presidente Barack Obama, alcuni attori venivano definiti in modi non molto lusinghieri. Angela Jolie è “una mocciosa viziata poco talentuosa e con un ego scatenato” mentre Tom Cruise sarebbe, a detta dei manager, un attore “troppo commerciale”. Il regista Adam Sandler è uno scontato e “non si capisce perché si debba continuare a pagarlo”.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2020