Excite

Heath Ledger trovato morto ieri: overdose accidentale o suicidio?

Se n'è andato ieri l'attore australiano Heath Ledger, 28enne promessa del cinema, lui che il cinema lo portava scritto nel sangue e in quel nome che la madre gli aveva dato in omaggio al personaggio Heathcliffe di Cime tempestose, la cui trasposizione per il grande schermo fu interpretata da Laurence Olivier nel 1939.

Guarda le foto di Heath Ledger

Il corpo, ormai già senza vita è stato ritrovato ieri alle 15:26 (le 21:26 in Italia), nel suo appartamento di New York, nudo, faccia in giù, ai piedi del letto dalla domestica che ha cercato di svegliarlo, "perché aveva un appuntamento per un massaggio" ha riferito il portavoce della polizia, Browne.

La causa della morte non è stata ancora accertata, tuttavia c'erano delle pillole vicino al letto e l'ipotesi più fondata al momento è overdose. Rimane da stabilire tuttavia se l'overdose sia stata accidentale o si sia trattato di suicidio.

La famiglia del giovane attore ha definito la sua morte "tragica, prematura e accidentale". Il padre afferma: "Heath ha toccato così tante persone a livelli così diversi durante la sua breve vita, ma soltanto pochi hanno avuto il piacre di conoscerlo davvero".

Il miglior amico Jake Gyllenhaal (co-star nel suo film di maggior successo, I segreti di Brokeback Mountain), padrino di sua figlia Matilda, e la ex compagna Michelle Williams (conosciuta anche lei sul set del film) da mesi si dicevano preoccupati per lo stato di depressione in cui l'attore era precipitato dopo la fine della relazione. Ledger infatti adorava la figlia Matilda e non sopportava l'idea di starle lontano. Fonti vicine a Michelle affermano che al momento l'attrice è devastata dalla notizia.

Heath era nato a Perth il 4 aprile del 1979 e, tanto grande era la passione per la recitazione, a 16 anni decise di lasciare la sua città per volare a Sidney e intraprendere la carriera cinematografica. Gli inizi per lui non sono facili e per i primi anni dovrà accontentarsi di piccoli ruoli in produzioni tv.

Il grande balzo sembra farlo quando viene scelto nel 2000, per The Patriot di Mel Gibson, riuscendo ad scavalcare oltre 200 giovani candidati, mettendosi in luce davanti al grande pubblico che gli farà vincere quell'anno il premio Showest Award come Male Star of Tomorrow.

Anche il 2001 è un anno fortunato: viene scritturato infatti per Il destino di un cavaliere, film ambientato in un medioevo alquanto anacronistico, con tanto di griffe Nike e colonna sonora rock (We will rock you cantata da Robbie williams accompagnato dalla restante formazione dei Queen). Tuttavia la sua carriera non decolla e rimane inchiodata a ruoli di film di scarso successo.

Sembra rinascere invece dal 2005, quando Ang Lee lo volle nel suo I segreti di Brockeback Mountain, in cui interpretava la parte del giovane cowboy gay, in coppia con l'altra stella nascente Jake Gyllenhaal. Il film vinse il Leone d'Oro a Venezia nel 2006 e Heath ottenne la nomination agli Academy Awards come miglior attor protagonista. Nel 2006 a Venezia Heath vince il record come attore più proiettato della manifestazione, essendo presente anche con I fratelli Grimm e l'incantevole strega di Terry Gilliam (in coppia con Matt Damon) e Casanova di Lasse Hllstrom.

Tuttavia è il ruolo del cowboy omofobo e gay che gli permette di guadagnare il premio della critica di New York e di San Francisco che lo elegge "attore dell'anno" e moltissime nomination come miglior attore drammatico in tutto il mondo: viene infatti candidato ai Golden Globe, al BAFTA e al premio Oscar, ma in tutte queste occasioni Heath è costretto a recitare la parte dell'eterno secondo, poiché verrà sempre superato dall'interpretazione camaleontica di Philip Seymour Hoffman nella parte di Truman Capote in Truman Capote: A sangue freddo.

Nel 2006 lavora nella piccola produzione australiana Paradiso + Inferno, presentato al festival di Berlino. Nel film interpreta la parte di un giovane tossicodipendente che vive una difficile storia d'amore.

Nel 2007 prende parte a I'm not there, film corale ispirato alla vita e alla musica di Bob Dylan, sarà proprio Heath a ritirare la Coppa Volpi per Cate Blanchett per la miglio interpretazione femminile durante lo scorso Festival di Venezia.

Potremo ammirarlo per l'ultima volta in tutta la sua bravura come Jocker in The Dark Kight: Ledger era infatti stato scelto da Christopher Nolan nel ruolo del cattivo Jocker. La scelta aveva suscitato le ire di Jack Nicholson che avrebbe almeno voluto essere consultato. Nolan tuttavia ha dichiarato che Heath era un attore ricco di talento e pronto a ogni sfida.

(Guarda la gallery di The Dark Knight)

Guardatelo ancora una volta in uno dei tanti video in suo omaggio sul web

cinema.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017